Cerca nel quotidiano:


Una seconda vita al cibo: accordo Svs-Unicoop

L'accordo prevede la raccolta da parte dell'SVS di prodotti alimentari integri e commestibili, ma che per motivi di legge come scadenza ravvicinata o confezione non integra non possono essere rimessi in vendita

giovedì 13 aprile 2017 07:54

Mediagallery

di Giulia Bellaveglia

In un mondo che ci mostra continuamente quanti bambini, anziani e intere famiglie si trovino in situazione di povertà, anche un piccolo gesto solidale può fare la differenza.
Proprio con questo intento è stato firmato nella mattina di mercoledì 12 aprile il protocollo d’intesa tra Unicoop Tirreno e SVS Pubblica Assistenza Livorno, per l’attivazione del progetto Buon Fine al supermercato Coop di via Settembrini.
L’iniziativa, già attiva in sei punti vendita Coop in collaborazione con le associazioni Caritas e Randi, prevede la raccolta da parte dell’SVS di prodotti alimentari integri e commestibili, ma che per motivi di legge come scadenza ravvicinata o confezione non integra non possono essere rimessi in vendita, affinché vengano destinati al progetto Circoliamo Cibo dell’SVS e distribuiti a persone in condizioni di bisogno.
Alla conferenza di presentazione dell’attività hanno partecipato la presidente dell’SVS Marida Bolognesi, il presidente della sezione soci Unicoop Tirreno Luigi Pini, la responsabile dell’area soci Unicoop Tirreno Monica Agostini, la responsabile dell’ufficio sociale dell’SVS Elisa Nannini e il responsabile del negozio Paolo Fontanelli. “Sembra quasi che i prodotti abbiano con noi una seconda vita: ciò che non può più essere venduto viene cucinato e utilizzato al bisogno” ha detto la responsabile Agostini. “Tengo a precisare che questa non è l’unica attività sociale che svolgiamo – ha spiegato il presidente Pini – da oltre dieci anni ci occupiamo di consegnare la spesa a domicilio a chi non ha possibilità di muoversi dalla propria abitazione.” ha continuato. Nel 2016 Unicoop Tirreno ha consegnato nella città di Livorno prodotti per un valore di circa 640mila euro, pari a 128mila pasti distribuiti.
In conclusione è intervenuta la presidente Bolognesi affermando: “Svolgiamo da tanto tempo importanti attività di donazione di cibo ai più bisognosi, ma ogni volta che se ne aggiunge una mi si riempie il cuore di gioia, a maggior ragione quando le iniziative si realizzano con enti così importanti come la Coop”. La responsabile Agostini ha inoltre ricordato che: “Per il giorno 6 maggio è prevista una raccolta alimentare presso i punti vendita Coop, dove i volontari dell’SVS saranno nuovamente presenti per la raccolta e lo stoccaggio del cibo donato dalla popolazione”.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Angelo cerrato

    Complimenti a tutti i soggetti che hanno dato la seconda vita agli alimenti che diversamente sarebvero andati nel cassonetto della spazzatura.
    Da spreco a risorsa. Una bellissima pratica di solidarietà. Bravi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive