Cerca nel quotidiano:


Rubrica sindaco. Cosa ne pensa sull’accesso degli animali nei negozi alimentari?

sabato 18 marzo 2017 18:14

Signor Sindaco, vorrei conoscere il Suo pensiero in merito alla disposizione di Legge nazionale che liberalizza l’accesso degli animali all’interno di strutture adibite alla vendita di generi alimentari. Grazie.
Roberto Cavallini

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # Franco

    dal REGOLAMENTO Comunale
    Art. 32 – Accesso negli esercizi pubblici, commerciali e nei locali ed
    uffici aperti al pubblico
    1. I cani, accompagnati da chi possiede la proprietà o da chi li detiene a qualsiasi titolo, hanno
    accesso a tutti gli esercizi pubblici e commerciali nonché ai locali ed uffici aperti al pubblico,
    nonché sui mezzi pubblici di trasporto. È consentito l’accesso di un solo cane per persona. Non è
    ammesso l’accesso ai cani non regolarmente iscritti all’anagrafe canina.
    2. Fatta salva l’applicabilità delle norme in materia di responsabilità civile e penale, le persone che
    conducono i cani negli esercizi, locali ed uffici di cui al comma 1, sono tenuti a fare indossare la
    museruola e a tenere al guinzaglio l’animale con una lunghezza massima consentita di un metro e
    mezzo, evitando che i cani sporchino e creino disturbo o danno.
    3. Chi possiede la proprietà o la detenzione del cane, munito di mezzi idonei da mostrare su
    richiesta di un Pubblico Ufficiale, è comunque tenuto a rimuovere le deiezioni solide nonché a
    pulire lo spazio interessato dalle stesse quando si trovi all’interno di esercizi pubblici e
    commerciali.
    4. Previa comunicazione al sindaco, il soggetto responsabile degli esercizi pubblici e commerciali,
    nonché dei locali e degli uffici aperti al pubblico può adottare misure limitative all’accesso.
    …….continua………

  2. # Giorgio

    Rendo noto che l’ azienda USL Piemonte ha scavalcato tutte queste leggi vietando l’ingresso dei cani in queste strutture per ovvie realtà in antitesi con l’igiene. Siccome nei supermercati i cani pascolano con il muso nei banchi frigo, fanno la pipì sugli scaffali e trasgrediscono le più elementari norme igieniche sarebbe opportuno rivedere qualcosa. Anch’io ho scritto una lettera anch’io su questo giornale due giorni fa e possiedo anche le foto di cacca nel reparto alimentare di un supermercato. Materiale che posso mettere a disposizione delle autorità.

    1. # Giuseppe

      Io entro regolarmente in locali pubblici e non ho mai visto quello che tu affermi! Anche perché i gestori sono molto attenti a l rispetto delle regole. A me sembra che i cani non ti siano simpatici! (Spero che non sia così)

  3. # ;argherita

    bella roba quando vai a far colazione al bar e vedi quello col cane sotto il tavolo che gli fa leccare lo zuccherino rimasto nella tazza del cappuccino e pensare che in quella tazza la volta dopo ci bevi tu. Da quando c’è questa legge assurda io non vado più nei bar e nei supermercati dove fanno entrare i cani.

  4. # Libero.

    Il libero accesso dei cani nei luoghi pubblici, dove si viene a contatto con cibi e prodotti alimentari (leggi bar, ristoranti, supermercati, ecc.), mi sembra una cosa assurda oltre che assolutamente antigienica!!!

  5. # bob primo

    Sarebbe interessante comprendere come un Sindaco , che per carica, ha come priorità ASSOLUTA la salute dei cittadini, possa omologare un regolamento comunale riguardante la materia di accesso libero degli animali nei luoghi contenenti generi alimentari, includendo l’articolo 3, che parla di rimozione di ””””’DEIEZIONI SOLIDE”””……. Per Sua conoscenza Signor Sindaco, tenga presente che l’ordinamento dello Stato Italiano, prevede che nel caso di contrasto tra due disposizioni, prevale sempre quello che riguarda la salute dei cittadini, quindi se Lei vuole, in qualsiasi momento puo’ emanare una delibera che riporta tutta la questione a prima dell’entrata in vigore della Legge voluta dalla Signora On. Brambilla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive