Cerca nel quotidiano:


Tramonti (PD): “Il traffico a Livorno? Ah ma non è Lercio…”

domenica 19 marzo 2017 12:23

Mediagallery

Ogni qual volta si legga una proposta sul traffico di questa amministrazione, ti viene voglia di dire “Ah! Ma non è Lercio?”. Io non ho ancora capito, se hanno un idea di città, o se lo fanno apposta per quelle amministrazioni che verranno dopo, della serie “ti incasino tutto, così poi ti divertiti!”. Premesso, che in tutta Europa ci avviamo ad un percorso dove l’auto in città dovrà, sempre più, far spazio ad una serie di mezzi alternativi, ad un mix pubblico privato che tenga di conto soprattutto della sostenibilità ambientale. In queste scelte però, non c’è niente di tutto questo. A Livorno le direttrici, ovvero, le strade dove il traffico deve scorrere, e badate bene, non correre, sono tre, Aurelia, via Grande e viale Italia. Se cominciamo a, restringere le carreggiate, con una conseguente diminuzione della scorrevolezza e una creazione di parcheggi per non residenti con successivo aumento delle persone che raggiungono tali spazi, loro in un solo colpo aumentano il tasso di inquinamento di quell’area e favoriscono l’uso di quelle strade, mettendo sempre più in difficoltà anche il trasporto pubblico che in quelle vie rimane imbottigliato. Prima degli interventi in Borgo e sugli Scali Novi Lena, potevamo essere presi per indovini, ora c’è la dimostrazione lampante di cosa hanno creato questi tipi di interventi in quelle aree. Credo sia opportuno, prima di effettuare qualunque tipo di intervento, monitorare i livelli di inquinamento presenti, nelle aree già soggetto di provvedimenti simili, che per assurdo andranno a peggiorare ulteriormente. Dopo essere rimasto fermo venti minuti ad osservare la rotatoria di via san giovanni, altri dieci davanti ai quattro mori, e un altro bel po’ nell’intento di sorpassare piazza Mazzini, vedevi nel viale italia la fine di un incubo, ora grazie a questi signori, il viale italia sarà solo il prolungamento del caos iniziato prima. Ahimè organizziamoci e prepariamoci mentalmente, dopo la Salerno-Reggio Calabria il prossimo incubo stradale degli italiani chissà che non diventi il Via San Giovanni-Baracchine, con gente che prende il sole in fila in macchina e Mojti portati direttamente dagli chalet.

Adriano Tramonti

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # adriano

    si continua a fare piste ciclabili quando livorno è la città con più alta densità di veicoli a due ruote a motore di italia ma siete proprio furbi….
    ma il sig assessore perché non si mette a guardare per qualche ora quanto traffico vi è sulle ciclabili e gli ingorghi che invece ci sono nella viabilità a motore?

  2. # asciugati

    In effetti anche la Giunta della quale Lei sig. Tramonti faceva parte ha pagato elettoralmente gli interventi cervellotici dell’assessorato al traffico ! Evidentemente continua la mancanza di competenze adeguate di chi gestisce il settore !

  3. # ric

    Sig. Tramonti sono d’accordo, anche se non ho mai votato PD, però il “ti incasino tutto, così poi ti diverti!” rende bene l’idea di cosa stanno facendo, un laboratorio sperimentale…e mi spiego.

    Sanno benissimo che Livorno l’hanno presa per caso anzi non l’hanno presa, gli è stata regalata dalla scelleratezza e dalla presunzione con la quale le amministrazioni PD hanno negli ultimi anni amministrato la città.

    Livorno non è Roma dove la ancora non giudicabile sindaca 5 stelle sta, pur nella sua impreparazione, venendo incontro alle richieste dei cittadini…asfalta le strade…è ovvio su Roma hanno un progetto di viabilità ,di condivisione con la città ed il futuro di questa.

    Qua, sapendo benissimo di essere una meteora senza futuro stanno dando sfogo alle loro idee di decrescita in-felice, tanto che gliene frega, se ne andranno e lasceranno macerie in una città che fondamentalmente non gli ha mai voluti e che nemmeno loro hanno mai amato.

  4. # elit

    Caro Tramonti cominci lei e il suo partito a fare una seria opposizione e preparatevi a presentare un programma elettorale serio e realizzabile (bufale non sono più accettate), una candidatura a sindaco seria non sono più accettabili i tira e molla della volta scorsa. Pensate ad una donna livornese sui 50 anni che sappia il fatto suo cominciate a proporre il candidato già da ora e vedrete che manderete a casa questi incompetenti che non sono stati in grado di fare le cose più semplici e non dispendiose per acquisire il consenso dei cittadini (esempio ponte Santa Trinità, gazebo tre ponti, erbacce ovunque etc. Etc…)

  5. # Ettore

    Questo Pd che ancora tenta di farsi strada disperatamente a colpi di gomito pur di rimanere in scena, mi fa rimaner a dir poco basito! Non fa altro che proporre azioni che poi non avverranno mai ….basta con la demagogia, la fiducia va guadagnata con i fatti!!

  6. # orso

    Non,non e’ Lercio .
    Mi pare piu’ Cencio dice male di Straccio.

  7. # poveromondo

    Sentire critiche su come viene amministrata la città da uno del PD mi fa rizzare in testa i capelli che non ho più, indipendentemente dall’operato di chi amministra adesso. Certo che i politici sono veramente simpatici !!!!

  8. # old pine

    Il termine lercio significa sudicio, sporco oltre ogni livello, il traffico può essere convulso caotico, snello o pesante la città (ne abbiamo) può avere le strade od i marciapiedi lerci se i suoi abitanti si comportano da persone sudice sporche che gettano sul suolo pubblico qualunque cosa possa sporcare. Ne ho visto un esmpio ieri pomeriggio passando sotto i porticato di v. grande dove un gruppo di esemplari lordava con la loro presenza e dei poveri cani che sfruttano, cibo sul pavimento, cartoni bottiglie semiubriachi (giunta ci dovete mettere un toppino ma grande come la piazza) se pensate che livorno debba divenire turistica!
    E’ certo che il traffico sia in notevole modificazione con tutti cambiamenti, iniziative della zona mare, che qualunque modifica sconvolga gli abitudinari, sopratutto se incapaci ad affrontare una così grave turbativa come una rotatoria a due preselezioni confluenti in una sola, essendo abituati a vivere a Londra dove si ‘tiene’ la sinistra e qui’ dove dovremmo, -dovremmo- mantenere la destra: risultante? si piazzano nel mezzo di strada come i cog……i -scusino il francesismo- e senza uno straccio di freccia decidono all’ultimo istante dove li porta la fortuna? Non ho espresso giudizi sul traffico trovandomi alla mia tenera età a non capire il modo di stare in strada dei guidatori di oggi, venendo dalla mia città dove una volta camminavamo senza battere ciglio insieme ai camion che andavano e venivano dal porto senza tante storie. Si va un pochino più piano perché siamo troppi e non si guida bene !! Si chiacchiera troppo al cellulare, si letia troppo al telefono, si insulta il vicino, si madonna perché sei in riserva e non c’iai i vaini perché è un tremila e ti dovevi compra la panda dccccccccccc!
    Arrabbiati perché i fivestars stanno rivoluzionando la città? Ma dè che? Se ce torni tè i livornesi l’hanno fatti arrabbiare loro, se non ci torni non sono affari tuoi? E chiacchieri? Mà ‘dovèri, l’altro ieri?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive