Cerca nel quotidiano:


In bici nei Fossi, firmate la petizione online. E Giannini (Sel) porta il caso in Consiglio: ‘Progetto geniale’

mercoledì 26 febbraio 2014 07:30

Mediagallery

come di consueto potete consultare il link alla fotogallery in fondo all’articolo

Clicca qui per partecipare alla petizione online lanciata da Alessandro Petta

Pedalare nei Fossi. L’idea è di un livornese, Alessandro Petta, che in una lunga lettera-sfogo inviata alla nostra redazione spiega le ragioni che gli hanno impedito di sviluppare e attivare il progetto di un tour nei fossi con la bicicletta acquatica. Il caso finisce anche sui banchi della politica cittadina grazie alla richiesta di audizione formalmente depositata dal consigliere di Sel Lamberto Giannini. “Rimango stupito dalla risposta normativa e burocratica data dalla capitaneria di porto nei confronti di un progetto geniale come quello della bici nei fossi – spiega il professor Giannini-  che meriterebbe di essere incentivato e sostenuto per questo chiedo un’audizione dei vertici della capitaneria in commissione consiliare per comprende le ragioni della risposta negativa”.

La lettera-sfogo – Sarei curioso di sapere se i miei concittadini sono a favore o meno di un progetto che presentai lo scorso anno in Comune, in Autorità Portuale e in Capitaneria di porto, giusto cosi per avere un’idea se ne vale la pena lottare in una città che taglia di netto le gambe a i giovani con nuove idee. In giro si sente tanto parlare di questi giovani che non hanno voglia di lavorare i cosi detti “neet”, bamboccioni, e via dicendo. Un certo Helkan pochi giorni fa ha affermato che i giovani non trovano lavoro perché non lo cercano e preferiscono stare sul divano. Io non credo proprio che si possa affermare tutto ciò quando su una mia esperienza personale mi hanno sbattuto la porta in faccia, a mio avviso solo perché le nuove idee richiedono impegno nel realizzarle. Uno può avere milioni di idee, ma se il sistema non ti appoggia nel realizzarle è tanta fatica sprecata. Lo scorso anno presentai questo progetto che poteva dare un nuovo tocco alla città e al centro storico. La mia idea era di utilizzare queste sicurissime biciclette acquatiche (inventate e brevettate dal grandissimo ingegnere Roberto Siviero) per realizzare un giro turistico accompagnato su i fossi medicei, alla scoperta, su un mezzo totalmente ecologico,stravagante e innovativo le tante bellezze della nostra città. Vedi ad esempio le Fortezze, la Venezia, pedalare sotto piazza della Repubblica scorgendo angoli di città per lo più sconosciuti a i tanti. Questo kit esiste da molti anni ed ha superato alla grande ogni tipo di test di affidabilità in acqua, provate in ogni tipo di condizione dalla casa costruttrice e da me medesimo. Premetto che il Comune e l’Autorità mi hanno seguito, per quanto hanno potuto, in questo percorso fatto di uffici, responsabili, palazzi, corri di qui, corri di là, ma alla fine sono stato (“scusate il termine”) segato dalla Capitaneria. Le loro motivazioni sono state due principalmente: uno. Che i mezzi riconosciuti come natanti avrebbero intralciato la navigazione, due. Il fatto dell’acqua sporca. Dato che a seguito non ho mai avuto un confronto con chi realmente conta, il mio pensiero a riguardo è questo: uno. Ok che l’acqua è sporca ma perché nessuno degli addetti mi ha mai chiesto di provare il mezzo, prima di “segare” un’idea che avrebbe potuto dare un’opportunità di lavoro ad un giovane ed a altri per di più di questi tempi di crisi!? Su un’attività del genere sono tante le convenzioni che un Cristo avrebbe potuto fare!! in più si, le acque sono sporche ma come viene documentato in tante foto e video che potrete osservare voi stessi sulla pagina Facebook: “Ciclonauti Livorno”. Le persone che pedalano sulle acque dei fossi non vengono minimamente sfiorate dall’acqua ed il rischio di ribaltarsi è zero, dato che le bici non si ribaltano in mare, che come tutti sanno è soggetto al moto ondoso, figuriamoci nei fossi dove le acque sono ferme.
Due. Io ho vogato da giovanissimo per alcuni anni e tutto questo traffico che addirittura potrebbe intralciare la navigazione non l’ho mai visto. Le bici a massima velocità fanno più o meno 5.2 nodi credo che rispettano in pieno la velocità che le imbarcazioni dovrebbero sostenere, all’ interno dei canali. Poi io tutti questi problemi non me li faccio, sarà perché sono il diretto interessato ma se uno ha fretta di passare c’è sempre la possibilità di accostarsi e far passare, a casa mia si chiama convivenza sociale. Nel caso poi che un’imbarcazione venisse dal senso opposto c’è tutto lo spazio per passarci entrambi, quindi davvero non vedo dove siano tutti questi problemi. Quest’estate mi sono fatto un giro con amici durante la festa di Effetto Venezia e vi giuro che un sacco di persone mi chiedevano dove e se le noleggiavo. Non vi dico neanche la tristezza che mi è venne, perché avere una prospettiva positiva e vedersela negare dalle istituzioni qualsiasi esse siano è una cosa che ti fa sentire un prigioniero libero. Libero nel senso critico della parola perché siamo costantemente sotto il controllo di forze che indirettamente e direttamente ci piegano da ogni parte, che non danno la possibilità di realizzare i propri sogni alle persone comuni, e dolente o nolente t fanno dipendere sempre da loro. Io come tanti sono, siamo, nati liberi ma non ha senso essere liberi se realmente non possiamo esprimere e realizzare le proprie prospettive se non sei qualcuno che conta. Ho sempre creduto che in vita tutto è possibile, che in vita l’uomo può realizzare tutto, basta avere la volontà di affrontare anche le novità, quindi i giovani! Cosa che evidentemente non interessa alle persone che hanno il potere di certe decisioni e che da queste decisioni precludono un sogno di una persona.

Alessandro Petta

Riproduzione riservata ©

Photogallery

107 commenti

 
  1. # giacomo

    Caro Alessandro trovo la tua idea fantastica. Non ti arrendere!! Raccogli firme, inventati qualcosa!! Mi ricordo di averti visto l’ anno scorso, eravate in due e dissi subito a mia moglie che sarebbe stata una bellissima idea noleggiarle!!! E comunque se il comune non ci guadagna qualcosa, non ti faranno mai fare niente……

    1. # il Messicano

      Giacomo, ha scritto che per il comune andava bene ma e stata la capitaneria a bocciarlo, ma li leggete gli articoli o guardate titolo e foto e basta?

      1. # Lupo Alberto

        Ma la capitaneria lo sa che nei fossi al buio ci transitano i bimbi che fanno allenamento con le canoe, possibile che nessuno dei figli dei canoisti non abbiano mai fatto questo affascinante sport nei fossi? se non lo sapevano glielo diciamo noi. Forse non ti hanno dato il permesso perchè mezzo non provvisto di fanalino, bollo e assicurazione

      2. # io

        spesso c è chi critica a priori con il copia-incolla.
        ora aspetto quello che dà la colpa alle rotatorie e che in tutto il resto del modo le stanno togliendo

    2. # ANDY

      VAI A PROPORLO AL COMUNE DI VENEZIA E GUARDIAMO COSA SUCCEDE!

    3. # jobbee

      Ciao Alessandro, mi dispiace che la tua idea è stata bocciata perche è innovativa. La Capitaneria di Porto è una costola della Marina Militare che è sempre stato un ambiente caratterizzato da una mentalità conservatrice, quindi non mi meraviglia che il comandante di turno che si è vista recapitare la richiesta di autorizzazione, per non complicarsi la vita sua e della sua carriera, nel dubbio abbia preferito rigettare questa tua richiesta perché nuova, innovativa, che pone a loro sicuramente una valutazione dei rischi e un analisi diversa per la circolazione dei comuni natanti. Con l’immobilismo si sa è più facile non sbagliare.
      Tieni duro e porta avanti la tua battaglia; non tutte le istituzioni o i comandi sono cosi chiusi, troverai chi ti drà ascolto al tuo progetto.

    4. # canoaconruote

      Io invece vorrei noleggiare canoe con ruote spinte a pedali per andare sugli scali lungo i fossi. E’ un idea geniale anche la mia?

  2. # marina

    A me sembra un’idea molto interessante. Ad impatto ambientale 0. Io la proverei sicuramente. Non capisco perche’ le acque sono sporche per i ciclonauti ma non per i vogatori. Spero che tu riesca a concretizzare la tua idea!

    1. # barbi

      qualche problema ci potrebbe essere, le bici sono sicure ma se qualcuno cade in acqua per qualsiasi ragione, c’ è acqua sporca e se uno non sa nuotare? l’ idea però è interessante!!

      1. # Barbara

        Chi non sa nuotare verrà dotato di corpetto salvagente, ad esempio!

        1. # barbi

          sì ci ho pensato anche io dopo! comunque sono favorevole,mi piace! facciamo qualcosa di innovativo!

  3. # Bruna

    hai ragione da vendere! Non ti demoralizzare, tieni duro perchè in effetti la tua idea è originale e lodevole. Non mollare nonostante capisca quanto sia duro sbattere contro i muri di gomma, ma non ti arrendere. Prima o poi troverai il modo (e le persone giuste) per attuare il tuo progetto. Certo che a Livorno in quanto ad apertura mentale facciamo proprio schifo , siamo provinciali e sopratutto pavidi di fronte a qualsiasi novità.

  4. # giacomo

    Peccato che ti hanno bocciato il progetto. Io la bicicletta acquatica la comprerei, e poi vi rendete conto che non si FORA………

  5. # nonnagino

    Ottima idea Alessandro,io la noleggerei subito ma purtroppo siamo a Livorno, proponila altrove dammi retta qui se ti va bene te la mettono in piazza Cavour senza pedali…

  6. # Alessio

    A Livorno quando c’è una ventata di aria nuova, di ottime idee ed iniziative le istituzioni hanno “paura” o meglio le grandi famiglie che amministrano la città ti bloccano, un po’ come portare nuove idee dentro i vecchi partiti storici… se lo provi a fare ti escludono subito a priori. cmq non mollare! Bravo

  7. # Giovannielle

    Idea fantastica. Io sono con te.
    Ma la burocrazia come spieghi nella tua lettera piuttosto chiaramente da noi e’ una mannaia.
    Problemi con capitaneria iniziali, immagino dopo con i circoli nautici che gli staresti tra i piedi come a tutte le persone che hanno le barche che in automatico si sentono padroni dei fossi . Ma non e ‘ cosi’.! Non mollare!!!!
    I cambiamenti non sono ben visti dai conservatori, in controtendenza nel mondo in cui viviamo che tutto cambia e in maniera rapida e menomale!!!

  8. # Camilla

    A Livorno boccerebbero anche Einstein agli esami di maturità! Città di vecchi e spillaccheroni

  9. # marco mazzotta

    Solidarietà. Livorno potrebbe essere la prima città delle idrobike. Cerchiamo di darle una mano

  10. # anna

    Mi sembra un’ottima idea! Premetto che io non so nuotare ma la proverei volentieri questa bici! Magari…se fosse un tandem….anche più volentieri!

    1. # leo2

      ci dovrebbe essere il salvagente obbligatorio

      dal pontino alla meloria in bici
      GANZO ANZI GANZISSIMO

  11. # sara

    premettendo che una bici così la usava anche la Barbie negli anni 80, ma te lo immagini il casino nei fossi?
    Non riesco o a disciplinare il traffico dei canali nella vera Venezia, figuriamoci qua!!!
    L’idrobike lasciatelo come corso in piscina, e’ meglio!!

    1. # Giovannielle

      Non tutti i giorni c’è la Barontini!!!
      E’ solo nella tua testa questo problema del traffico!
      Sicuramente ci andrebbero quelle poche decine di turisti che passano da qui purtroppo:(

    2. # Luny

      certo Sara perchè i fossi di Livorno hanno il traffico di Venezia!!! Ma fammi il piacere, se vuoi trovare un difetto cerca meglio che cosi sembra solo un’arrampicatura sugli specchi! Forza Ale ,da sempre ti diciamo che è un’idea geniale, sempre con te lo sai!!!

  12. # Mario

    tanto lungo i fossi non c’è mai nessuno, per strada rischi di essere sempre investito da qualche imbecille in macchina !!

  13. # Gino

    Tutti questi enti che noi paghiamo con le tasse non hanno idea di cosa voglia dire lavorare!!! Meglio dire no e non assumersi resposabilità che autorizzare col rischio di avere grane, tanto a fine mese a loro lo stipendio arriva comunque!

    1. # io

      vero, molto probabilmente il motivo è stato “perchè mi devo prendere questa responsabilità?”.dire di no è più facile e non costa niente…a loro.

  14. # Razionale

    Penso che tu abbia l’appoggio da tutta la città!! In un momento come questo un po’ di solidarietà non può far altro che giovare a tutti noi!! Non mollare mai!!

  15. # asciugati

    Ti ho visto mentre pedalavi nell’acqua all’altezza degli scali Manzoni e l’idea “ecologica” mi è piaciuta molto. Come ha fatto la Capitaneria a vietarlo non si comprende o meglio si comprende perchè non ha fatto mai un controllo sulla velocità delle barchè che entrano ed escono dai Fossi. Tra l’altro l’acqua è sporca proprio perchè le migliaia di barche ormeggiate (alcune anche abusivamente) lungo le spallette sono tutte a motore. Intanto la Capitaneria potrebbe costringere i proprietari a levare quelle abbandonate e semiaffondate che servono solo ad inquinare ulteriormente le acque invece di proibire l’uso di un mezzo a pedali !

  16. # LIBERO 1°

    Caro alessandro,prima di tutto complimenti per la tua idea,ti vidi qualche mese fa davanti ai 3 ponti con il tuo mezzo,e poi……hai mai letto che i migliori cervelli sono costretti a andare via da Livorno? Ecco,se ti vuoi realizzare,anche perché come ti è venuta questa formidabile idea te ne verranno altre,vai via di qua e goditi la vita e le tue soddisfazioni altrove dove c’è senz’altro meno ottusità e provincialismo. Qui ci devono rimanere le feste dell’unità,le ipercoop,i ponci e qualche trattoria dove si mangia bene. Tutto il resto è….noia.

    1. # Razionale

      Non ho nulla in contrario a quello che hai detto, però una cosa te la voglio far notare; visto che molte persone predicano di andare via dall’Italia, andare via da Livorno, ti pongo questa domanda: chi ci rimane qui a cercare di risollevare il nostro paese? Per quanto la burocrazia e tutto ciò che è di gestionale impedisca ai giovani di emergere, io dico che dobbiamo crederci, dobbiamo sperare e chi ha voglia di mettersi in gioco, che lo faccia in italia! Prima o poi qualcosa dovrà pur smuoversi!

  17. # Frank

    Alessandro sei un grande! insisti e cerca di farlo sul piano mediatico. Io intanto propongo a tutti i lettori a favore di fare un breve commento e di votare pollici verdi a tutti gli interventi positivi.
    Invito tutti e specialmente Sara ad essere meno disfattisti e vedere il bicchiere mezzo pieno (e sopratutto a non cassare a priori qualsiasi iniziativa che potrebbe procurare ritorni positivi all’immagine della città)

    1. # capino

      è sei democratico, te grillo te lo metti nel taschino.

  18. # Michela

    per me sei un genio!

  19. # POVERALIVORNO

    Mancava solo questa.Ma chi credono di essere questi ciclisti?Passano sul viale italia zigzagando a 50 km all’ora fra noi poveri pedoni in tanti anche con carrozPoizine con i bimbi dentro.Li puoi trovare sui marciapiedi di via grande e di altre strade del centro e addirittura sui i marciapiedi stretti dove ci passa solo una persona ti scampanellano perché vogliono passare loro come se fossero su una strada e noi rischiamo di essere mandati all’ospedale.E i vigili urbani?

    1. # mau

      ti sei dimenticato della cacca dei cani! ahahah

      1. # io

        e anche delle rotatorie e della porta a terra

    2. # bikepower

      annacqualo!!!

    3. # bikepower

      e se si cogliesse l’occasione per renderli meno sporchi, questi fossi? Da ignorante in materia mi chiedo, e chiederei al prossimo nuovo SIndaco, chiunque esso sia: ci saranno dei sistemi di depurazione degli scarichi? funzionano bene? non c’è proprio modo di migliorare la qualità delle acque ed eliminare l’odore di fogna che ribolle specialmente d’estate?

  20. # Sergio P.

    Buona idea, spero Tu la possa realizzare. Un suggerimento per disciplinare il traffico dei natanti lungo i fossi (se è questo il problema), potrebbe essere quello di mettere il senso unico, almeno dove i canali sono più stretti.

  21. # Frank

    perché non ci poniamo un obiettivo? cerchiamo di arrivare a 1000 commenti positivi, ognuno con tanti pollicini verdi e poi li giriamo alla Capitaneria, sempre molto attenta a questioni di immagine.
    Dai forza tutti a fare il tifo per Alessandro!!

  22. # PIRATA

    Invece di pensare a le cose serie che c’è da fare si accaniscono su di te non mollare!

  23. # Puppino

    Alessandro, la tua idea è interessante, ma la trovo impraticabile su i fossi, ha decisamente ragione la capitaneria quando dice che la navigazione sarebbe intralciata, credo, quindi, che la tua idea avrebbe più successo se applicata come servizio per gli stabilimenti balneari.

    1. # Supposta

      tanto siamo sul Canal Grande di Venezia.

  24. # Gianni

    IO STO CON ALESSANDRO! non mollare e vai avanti!!!

  25. # Roberto-Bobbe

    Alessandro! Insisti, non ti arrendere! Vince sempre chi la dura di più, quindi non mollare! L’idea è vincente, perciò vai avanti, ricorri al TAR e vedrai che la spunti! Auguri!!!

  26. # capino

    è pericoloso per la circolazione dei natanti.
    vai a Pisa, Pontedera, Firenze e pedale lungarno.
    fai la pedalata in Arno Pisa Firenze, partenza Marina di Pisa

  27. # Mario034

    Bella idea! Via le barche dai fossi che tanto sono inutili, sporcano e vengono usate pochissimo e spazio a queste biciclette o altri mezzi che potrebbero migliorare la viabilità in città.

    1. # Maow

      prima di darti un pollice verso, ti volevo chiedere se è un commento sarcastico o lo pensi veramente. Io le toglierei veramente le barche dai fossi, ma è solo una mia personalissima e utopica opinione.

  28. # wish

    anche io la proverei volentieri! non ti arrendere!

  29. # Serena

    E’ un’idea simpatica e carina!
    Se i fossi sono sporchi, le tue bici aiuterebbero a inquinarlo di meno…
    Le ho viste anche io l’estate scorsa e un giretto ce lo avrei fatto volentieri!

  30. # riccardo

    Non mollare anchio’ alcuni anni fa mi venne un idea per valorizzare i fossi di aprire dei locali lungo il percorso ma trovai le porte molto chiuse ,poi e bastato qualcuno piu’raccomandato e oggi come vedi esistono !!!!! in bocca al lupo.

  31. # Il Drastico

    Vedrai se ci fosse voluta la patente nautica per andà sulle idrobicirette la Capitaneria un l’avrebbe impedito.
    Guarda caso il problema deriva dal fatto che siano natanti = no patente nautica = no spiccioli in tasca alla Capitaneria

  32. # wilem

    Un paio di anni fa ti vidi arrivare al moletto di Antignano, fotografandoti.
    Sei un grande; questa è una città di piccoli però.
    (sick life!)

  33. # mi par mill'anni

    Alessandro Petta .. io ti appoggio in pieno . Aspetta le elezioni e forse qualcosa cambierà .

  34. # mau

    levare tutte queste barchette bonificare tutto e farci tanti bei stabilimenti con tanto di docce scivoli per bambini e trampolini per i ragazzi e la sera feste a go go e perchè no queste bici per passeggiate lungo tutta Livorno…e poi mi suonava la sveglia e mi ma’ alzati disgraziato!!!

  35. # Rossano

    Bravo Alessandro buona idea, sai a Livorno l’importante é aprire le Coop poi per il resto…

  36. # Frank

    fa piacere vedere quanti appoggiano Alessandro e con quanti pollici verdi. Dai continuiamo così!!! peccato che poi ci sia sempre qualcheduno povero di spirito invidioso delle belle idee altrui (ma per fortuna sono pochi e ben castigati dai giudizi negativi)

  37. # states

    perché sei in italia, se fossimo stati in america, ti avrebbero immediatamente approvato e omologato l’idea, e fatto di peggio complimenti.

  38. # carmelo

    Bravo Alessandro, se vuoi soddisfazione non ti rimane altro che andare all’estero, vedi precedenti inventori. Non ti arrendere.

  39. # mitch

    In 15 anni di voga ce ne ho passate di serate sui fossi… l’acqua e‘ lercia, ma non mi sembra che giustamente si vieti di starci. E mai nessuno ha avuto problemi. Perche‘ vietarlo a questo ragazzo? Pensiamo allora ai ragazzini dell’Unione Canottieri che fanno Kajak, che li si che si fanno sonore schizzate di acqua lurida…
    se poi il problema fosse di salute allora andrebbe vietata a tutti e gli andrebbe data una pulita, non vietarla ad un singolo e lasciar tutto uguale.
    Il problema dell’ingombro e’ ancor piu’ ridicolo: quanto spazio puo’ occupare una bici, seppur con i galleggianti?? Ben meno di un qualsiasi gozzo a dieci remi (basta vedere la foto allegata). E anche con I gozzi non sussiste il problema, uno si mette da parte, fa passare il natante a motore, e festa finita…
    E vorrei anche vedere: che si fa si bloccano attivita’ ludiche e sportive o turistiche-ecologiche in favore di chi sa scorrazzare soltanto col motore??
    Pertanto mi sembrano solo scuse pretestuose: si parla tanto di agevolare il turismo, l’iniziativa giovanile etc e quando uno si da da fare lo seghiamo??
    In altre citta’ come Amsterdam, Stoccolma o Oslo dove hanno canali, ma sopratutto un altra mentalita’ ci si sarebbero buttati a capofitto e ne avrebbereo fatto una attrattiva…
    Anche qui abbiamo qualcosa da offrire dal punto di vista turistico, ma facciamo davvero nulla per attrarre turisti e facciamo di tutto perche’ ci sia meno…

  40. # Mone

    Trova la maniera di fare una petizione!! Noi Livornesi siamo con te! E ti sosteniamo!

  41. # anarchico

    Caro Alessandro se eri uno di Londra Parigi Amsterdam eri un ganzo
    ti mettevano su youtube magari le noleggiavi facevi due soldi
    e la cosa più bella ti eri inventato un lavoro cosa non
    male di questi giorni. Ma no in questa città dove tutto deve
    passare dai soliti noti la gente prima di dirti bravo si
    morde la lingua 10 volte. Porta questa idea altrove vedrai avrai
    più fortuna.

  42. # Capitan Nemo

    Andrà a finire che questo progetto ti sarà soffiato da qualche società più grande ad attrezzata con un adeguato studio legale. Oppure sarà fatto direttamente dal Comune, come per le bici a noleggio

  43. # livornesedoc

    Ma certo, continuiamo fortemente a volere una citta’ morta e priva di iniziative! Perche’ standardizzarsi con testardaggine a non interrompere la solita routine apatica e moscia che tutti i giorni ci accompagna?
    Ben venga questo progetto anche se penso che saranno proprio i proprietari delle barche ormeggiate nei fossi a sollevare obbiezioni un po’ perche’ hanno paura di perdere un po’ di territorialita’ presente in tutte le cantine nautiche del luogo ed un po’ per paura che con questa nuova idea proposta dal lettore si possa in qualche modo invadere ed intaccare la loro privacy.

  44. # mau

    Ti consiglio di leggerti “se steve jobs fosse nato in provincia di napoli” e fare le tue conclusioni

  45. # Frank

    Forza che siamo già a 50 commenti!! altri 950 e arriviamo a 1000!!! non demordiamo! facciamolo per Alessandro e perché la sua bella idea possa trovare attuazione! (alla faccia di rema, voga o pedala contro!!)

  46. # Morgiano

    certo che se disgraziatamente tocchi l’acqua minimo ti prendi lo scolo

  47. # The Punisher

    Le persone che vivono in questa città sono migliori di chi le amministra.

  48. # Emme o

    Le barche, sì andrebbero levate per dare spazio ad un servizio di trasporto pubblico e non via battello. Ma a Livorno,con questi amministratori non esiste speranza.Le bici su acqua è un idea da Portobello, ve lo ricordate? Non funzionano su terra, figuriamoci nei fossi….

  49. # Fabio

    Sicuramente ci sono troppe barche sui fossi, andrebbe fatto un nuovi piano con spostamento in porticcioli adeguati; le acque sarebbero più pulite e questa idea avrebbe possibilità di sviluppo; comunque concordo sull’atteggiamento della capitaneria di conservatorismo burocratico.

  50. # Filippo

    Ciao Alessandro,

    io un giro con le bici a pedali, con te come guida turistica della tua città, lo farei super volentieri! E ti dico di più, da operatore turistico credo sia veramente un’idea brillante e divertente, ricca di appeal. Non mollare e se possiamo esserti d’aiuto siamo qui!

    Filippo Brazzolotto

  51. # Xtiano

    Bellissima idea! Sicuramente da appoggiare in un’eventuale petizione.
    Bisogna rilanciare la città con queste idee semplici quanto geniali

  52. # Barbara

    Non ti arrendere! Perchè non provare a Pisa o Firenze, sull’ Arno?

    1. # capino

      lo ho già detto io e mi hanno messo pollicini rossi

    2. # anto

      io ce lo farei andare poi affari sua quando passano le barche e si prende l’onda di traverso

  53. # loretta

    gita in bicicletta coi tarponi! wow che bella prospettiva!!!

    1. # capino

      qui sono tutti parenti dello scienziato non puoi pensarla diversamente da loro.

  54. # Livorno1982

    Il paradosso di questa burocrazia che impedisce una sana ed innovativa iniziativa mentre nel frattempo assistiamo alla totale infrazione delle regole da parte di tutti e su tutti i fronti. In particolare sul discorso fossi… viste le motivazioni espresse dalla Capitaneria, allora perchè non procediamo ad un controllo a tappetto ed un censimento su tutte le imbarcazioni presenti lungo tutto il percorso, compresi locali e cantine per vedere cosa diavolo c’è all’interno e se sono a norma?
    Ci sono barche e barchette abbandonate, affondate, gommoni sgonfi, motori vecchi, quest’ultimi non mantenuti a dovere che rilasciano sostanze sicuramente nocive. Quelle non intralciano la navigazione? Non contribuiscono a sporcare le acque?
    Alessandro è andato a chiedere il permesso e l’autorizzazione per avviare questa iniziativa, frutto a mio parere di un’idea brillante ed innocua in confronto a quanto ho espresso sopra. Altri avrebbero soprasseduto o totalemente escluso l’iter burocratico. Avrebbero avviato l’attività abusivamente senza problemi come spesso leggiamo anche su questo quotidiano online… tanto poi cosa gli fanno?
    Anche se non ti conosco….in bocca al lupo Alessandro

  55. # Carlo

    Invece di focalizzarci su una questione secondaria… dovremmo pretendere perchè predispongano un impiando per il trattamento delle acque nere…adesso come adesso dal cesso và direttamente nei fossi!

    1. # birillo 58

      NON E’ VERO, NON E’ VERO, NON E’ VERO Livorno ha una normale rete fognaria di acque nere che vengono convogliate ad un depuratore da almeno 35 anni.

  56. # Federico

    Grande Aleeee. Siamo tutti con te !!!!!!!!!!
    un saluto

  57. # marina

    Idea geniale!!

  58. # Francesco R.

    MASSIMO RISPETTO A CHI, AL GIORNO D’OGGI, SI INVENTA LAVORI PER IL “BENE COMUNE”!!! BISOGNA INCENTIVARE QUESTI TIPI DI INIZIATIVE E NON REPRIMERLE COME IL GOVERNO FA DA ANNI CON TUTTI GLI ITALIANI!!! IN BOCCA AL LUPO AL “CICLISTA ACQUATICO”!!!!

  59. # mirco

    di solito a LIVORNO le biciclette stanno in fondo ai fossi.

  60. # loreta

    farei volentieri un giro perchè no

  61. # vladimiro

    boia, ganzo

  62. # roberto frschi

    È un’idea bellissima. Non ti fare sconfiggere dai burocrati. Se ci credi veramente continua a provarci magari provando strade diverse alla fine vincerai.

  63. # remo gambini

    poi viene uno sconosciuto oh una multinazionale e ruba il brevetto registralo

  64. # emmeemme

    Se c’è qualche motivo che non si sa, allora sto zitto. Se si parla di acqua sporca sarebbe come dire che siccome le strade sono sporche allora non si può uscire di casa. Basterebbe rendere obbligatorio il corpetto salvagente (come il casco sulle moto per esempio) e non vedo dove sia il problema.

    1. # mau

      Oltre al corpetto salvagente magari anche la tuta che si misero quelli della karen b !

  65. # Ceccobeppe

    E’ una ganzata! Non c’è altro da aggiungere. Speriamo che la cosa si sblocchi e prenda il via perché penso sarebbe bello da provare e simpatico da vedere.

  66. # Ivano

    Beato lui che un c’ha altro a cui pensare che andrà’ in biciretta sui fossi!..con tutti i problemi che ci sono in Italia!

  67. # gionata

    Ti ho visto in questi giorni, faccio il pescatore, sei stato una simpatica e curiosa nota di colore. Ora leggo la tua storia e sono molto dispiaciuto. Se intendi fare delle iniziative fammelo sapere che io ti appoggio

  68. # Davide

    Bravissimo….continua nella tua lotta…

  69. # luc

    Il problema è solo uno il comune non ci guadagna
    se ci fosse un ritorno economico l’avrebbero
    già approvato. .

  70. # andrea

    Livorno è proprio una città di schifo ( per non usare altri termini scurrili).. quelle piccole biciclette intralciano la navigazione allora figuriamoci i gozzi dei vari rioni….

  71. # roba da torta

    direi che ci sarebbe da studiare un impero attorno a queste bici nautiche,soprattutto con la bella stagione, magari sbloccare la capitaneria e creare un servizio con più stazioni nei fossi e nei bagni per la stagione estiva… ma si sa noi a Livorno non si vole nulla… ci s’aveva il lungo mare zibillo di gente che veniva da mezza toscana e ni s’è spezzato le gambe, ci s’ha la venezia che dovrebbe esse il biglietto da visita della città che invece di essere resa maggiormente accessibile si chiude con telecamere per le multe, quando quegli stessi soldi potevano essere investiti per migliorare la situazione parcheggi in quel quartiere…. te Alessandro un dà retta e continua ad insistere che come idea è ottima, e non dar retta la nostra città per come è fatta è il posto migliore in italia!!

  72. # Rocchina tammone

    Livorno si vanta di essere una città aperta e disponibile e poi vediamo questo e mille altre cose simili, peccato! Alessandro la tua è una bellissima idea, insisti

  73. # okkioperokkio

    Facile tirar dentro la capitaneria. Il mezzo lo devi omologare. sennò chiunque si inventa qualcosa e se ne va per mare senza la benchè minima sicurezza. Non credo che la capitaneria abbia addotto motivazioni sull’acqua sporca perchè non ha la competenza. Ma sulla sicurezza sì. Fatti sponsorizzare e finanziare e brevetta il mezzo poi omologa il tutto e vedrai che nessuno ti ferma caro mio.

    1. # roba da torta

      io non credo che ci sia qualcosa da omologare, visto che è un brevetto già depositato, semmai c’è da capire chi e come ci potrebbe guadagnare su questa cosa… poi diciamoci la verità, permettere a dei turisti di scorrazzare nei fossi darebbe dei seri problemi a chi negli ultimi 30 anni non ha fatto niente x salvarli dal degrado, sappiamo tutti che i fossi andrebbero dragati e che anche le barche ormeggiate andrebbero risistemate e sfoltite da quelle affondate e abbandonate. In fin dei conti ci sarebbe troppo lavoro per la capitaneria che non controlla nemmeno la velocità delle barche che entrano in porto ed oneri per l’amministrazione comunale ancora da quantificare… L’idea è veramente buona ma i soliti furbetti non si vogliono frugare!!!

      1. # CICLIOTA

        Brevettato non vuol dire che è omologato per la navigazione. Studia

  74. # Andrea

    Perchè governa da 40 anni il PD. Iscriviti a #Buongiornolivorno e cominciamo a lavorare per la nostra città. I progetti come il tuo sono preziosi. Ma qualsiasi innovazione può minare il monopolio ed il dominio da parte della nostra amministrazione. Cacciamoli. Buona giornata.

    1. # capino

      iscriviti a buongiorno tristezza faremo faville

  75. # Erik62

    Perché non organizzare una gara di bici d’acqua magari nell’ambito della Coppa Barontini?

  76. # Giango

    Bravo! Insisti ottima idea!! Non farti scoraggiare!!!!

  77. # Nico

    A me come idea pare una cavolata,perché non facciamo anche lo sci nautico?

  78. # konami77

    Boia da domani mi compro la bici e fo su e giù per i fossi , mi multeranno??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive