Cerca nel quotidiano:


Cane trovato senza vita, aperta indagine

A Montenero basso trovato cane senza vita in un'aera verde. La municipale ha aperto una indagine per fare luce sulle cause del decesso. Nel 2017 474 richieste di intervento sul fronte della tutela del benessere dei cani

martedì 13 marzo 2018 11:30

Mediagallery

Nonostante i numerosi servizi legati ai semafori in tilt, neve e elezioni politiche, i mesi di gennaio e febbraio hanno visto i vigili, in divisa e in borghese, impegnati sul fronte della tutela del benessere dei cani (clicca qui – 40 cani cercano casa). Nell’arco dei dei due mesi, cinque le segnalazioni per presunti cani maltrattati o di detenzione senza l’osservanza delle norme regolamentari (uso della catena, mancanza di riparo ecc…) e 8 i cani vaganti portati nel canile. C’è poi il caso, risalente a fine febbraio, di un cane trovato senza vita in un’aera verde di Montenero basso. Sull’episodio è stata aperta una indagine che faccia luce sulle cause del decesso e su chi lo abbia portato là per abbandonarlo. Intanto, fa sapere la municipale, grazie a Facebook si è potuto risalire al padrone del cane, non chippato, il quale non è pero il detentore del cane stesso.

Oltre 400 segnalazioni nel 2017 – In città si è verificato negli ultimi anni un aumento esponenziale della detenzione degli animali da compagnia, in particolare cani e gatti. Con esso si è diffusa una maggior sensibilità dei cittadini nei confronti delle “sofferenze” a cui gli animali possono andare incontro in caso di errata detenzione, maltrattamento, “abbandono” per varie ore del giorno e della notte. Nel 2017 sono state 474 via mail o telefoniche le segnalazioni ai vigili. Fondamentale è la collaborazione delle associazioni di volontariato e di tutela degli animali, sempre pronte a supportare le attività della municipale, pur nei limiti normativi ed operativi, che affliggono questa delicata tematica. In alcuni casi la soluzione è stata semplice grazie alla collaborazione dei proprietari. In altri casi si è invece dovuti intervenire con sanzioni o denunce che talvolta hanno portato al sequestro dell’animale per interrompere detenzioni allarmanti fatte di digiuni, luoghi piccoli e bui, pericolosi o pieni di escrementi,
Nel corso del 2017 la municipale ha proceduto al sequestro di 5 cani e di un gatto per maltrattamenti (due di questi cani hanno già trovato una nuova sistemazione in due splendide famiglie che si sono offerte).

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # marco

    Indagini?!?

    1. # Gian Luca

      Sì, indagini.
      Perché potrebbe essere stato avvelenato con una polpetta.
      E perché la prossima volta potrebbe essere una caramella avvelenata raccolta da un bambino.
      Ogni tanto pensare oltre a quello che si legge non fa così male.

      1. # Paolo Del Dubbio

        Altre ” fonti” raccontano una storia ben diversa…altro che polpetta …

  2. # emme

    Qui ci vuole Nick carter….

  3. # Callaghan

    O perché un mi avete detto nulla?

  4. # Jura

    Occorre una presenza più attiva da parte della Polizia Municipale ahimè troppo disattenta nei parchi cittadini per la protezione dei cani e nella prevenzione degli avvelenamenti e maltrattamenti. Occorre un presidio da parte dei Vigili di quartiere spesso assenti prestando attenzione a controlli marginali ed inutili.

    1. # Gian Luca

      Da possessore di due cani ti devo dare ragione, ma i controlli devono essere fatti anche per multare i padroni di cani che non rispettano le regole minime di civiltà (raccogliere le deiezioni, guinzagli ecc ecc).

  5. # Susanna

    Ho diversi gatti sia in casa che in giardino e li adoro . Alcuni commenti sono quasi derisori, come a sminuire la gravità del fatto, almeno questa è l’impressione che ho avuto.Spero di sbagliarmi, ma se così non fosse a queste persone chiedo di fermarsi un attimo a riflettere sul fatto che è atroce usare violenza o solo trascuratezza nei confronti di esseri la cui vita, PER NOSTRA SCELTA, dipende da noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive