Cerca nel quotidiano:


Consorzio Pentagono Buontalenti: nuovo consiglio

"Da parte nostra – ribadisce Toschi- cercheremo con tutte le nostre forze di rendere la piazza appetibile alla cittadinanza ed ai turisti così come lo era in passato"

domenica 19 marzo 2017 00:11

Mediagallery

Simone Toschi, 43 anni ed imprenditore commerciale da generazioni è stato nominato nei giorni scorsi presidente del Consorzio Pentagono del Buontalenti nel corso dell’assemblea dei soci che ha rinnovato altresì il nuovo consiglio direttivo composto da: Raffaella Mazza (vice presidente), David Calò, Carlo Rovati, Romina Umpetti, Serena Umpetti, Jianmao Lin, Giuseppe Cardosi, Giovanni Guercio .

Un traguardo importante, quello conseguito dal Consorzio Pentagono del Buontalenti, che associa circa novanta consorziati operanti, appunto, in quella zona mercatale e che indubbiamente rappresenta una delle realtà consortili più importanti della nostra città.
Per il nuovo presidente, profondo conoscitore delle tematiche del Mercato in cui opera nonché dei problemi della città, essendo da anni anche componente del consiglio direttivo della Confesercenti di Livorno, si apre una sfida difficile: la riqualificazione e rigenerazione dell’area mercatale.

IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO PENTAGONO DEL BUONTALENTI, SIMONE TOSCHI (43 ANNI)

IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO PENTAGONO DEL BUONTALENTI, SIMONE TOSCHI (43 ANNI)

“Sicuramente incontrare il sindaco della nostra città Filippo Nogarin – dichiara Simone Toschi – sarà il primo passo che intendo fare, per riprendere il tema caro al nostro primo cittadino ovvero quello della riqualificazione del mercato, chiedendo interventi specifici sul fronte della sicurezza e del decoro, nella piena consapevolezza, però, che anche noi consorziati dovremo fare la nostra parte”.
“Poi c’è il tema della sicurezza – continua Toschi – sotto gli occhi di tutti; non è certo un bello spettacolo quello che si presenta davanti ai nostri occhi quando la mattina tiriamo su le saracinesche dei nostri banchi: rifiuti, sporcizia, siringhe e molto altro. Inoltre combattere i venditori abusivi che vendono merci contraffatte e controllare gli operatori che esercitano nelle zone limitrofe senza averne diritto credo – continua il presidente – sia una richiesta legittima e corretta verso coloro che rispettano le regole e pagano le tasse“.
“Da parte nostra – ribadisce Toschi- cercheremo con tutte le nostre forze di rendere la piazza appetibile alla cittadinanza ed ai turisti così come lo era in passato, attraverso iniziative promozionali e soprattutto attraverso la sensibilizzazione nei confronti dei colleghi ad intensificare i giorni di apertura pomeridiana partendo magari, a titolo di sperimentazione, dai giorni di venerdì e sabato. E’ indubbio – conclude – che senza un coinvolgimento dei colleghi del Mercato Centrale e del mercato di piazza Cavallotti non sarà possibile realizzare un vero progetto di area mercatale. Metterò il massimo impegno per farmi in qualche modo promotore di questo dialogo.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive