Cerca nel quotidiano:


Riscaldamento, termosifoni accesi 18 ore

Date le temperature rigide di questi giorni è consentita l’accensione degli impianti di riscaldamento per ulteriori 6 ore giornaliere per un totale di 18 ore

lunedì 09 gennaio 2017 16:45

Mediagallery

Date le temperature rigide di questi giorni, al di sotto delle medie stagionali, è consentita l’accensione degli impianti di riscaldamento per ulteriori 6 ore giornaliere. Lo prevede l’ordinanza firmata dal sindaco che rimarrà efficace fino a tutta la giornata di giovedì 12 gennaio.
Alle dodici ore giornaliere già consentite con l’entrata in vigore della “stagione termica“, dal primo novembre al 15 aprile, si possono aggiungere quindi ulteriori 6 ore (pari alla metà di quelle previste) per un totale di 18 ore. E’ utile ricordare che a Livorno (collocata nella zona D del territorio italiano in base al DPR 412/93 che regolamenta la stagione termica) si possono attivare gli impianti di riscaldamento dal 1° novembre fino al 15 aprile per un massimo di 12 ore giornaliere. La decisione dell’attivazione del riscaldamento è demandata direttamente al proprietario, all’amministratore o al terzo responsabile dell’impianto. In tale periodo dell’anno, in caso di temperature particolarmente rigide come quelle registrate in questi giorni, gli impianti di riscaldamento possono essere accesi per ulteriori 6 ore giornaliere (arrivando dunque a 18 ore complessive), solo con una specifica ordinanza del Sindaco.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Sigarin

    Grazie sindaco.
    Per foruna ci sei te che regolamenti il nostro riscaldamento!!! Da oggi non avrò più freddo.

  2. # unsenepolepiu

    INTANTO AD OGGI, GIOVEDI’ 12 GENNAIO, AL NICCOLINI-PALLI I TERMOSIFONI SONO SEMPRE FREDDI E NESSUNO PRENDE PROVVEDIMENTI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive