Cerca nel quotidiano:


Sciopero, 500 in piazza

venerdì 10 novembre 2017 01:07

Mediagallery

Oltre 500 persone, tra studenti, lavoratori, disoccupati e pensionati, hanno partecipato al corteo cittadino promosso dall’Unione Sindacale di Base e Unicobas in occasione della giornata di sciopero generale nazionale promossa dalla medesime sigle del sindacalismo di  base.
Ma il dato più interessante arriva dal mondo del lavoro. Adesione dell’ottanta percento tra gli autisti della Ctt Nord nel turno pomeridiano, grande adesione in alcune aziende come la Magna Closures, Asa, Unicoop Tirreno, Piaggio, Sole Spa.
Nel Pubblico impiego da sottolineare la presenza in piazza di delegazioni di lavoratori comunali, degli uffici Inps e di numerose ditte in appalto.
“Altro dato interessante – commenta il sindacato Usb – è stata l’enorme richiesta di adesione allo sciopero da parte di lavoratori non iscritti al nostro sindacato. Alcune ditte esterne del cantiere navale, cooperative di logistica portuale e aziende metalmeccaniche della provincia. Buona partecipazione anche al presidio organizzato, sempre dalla nostra sigla sindacale, in piazza Cappelletti a Piombino. Città in cui la nostra organizzazione sindacale è recentemente entrata nell’acciaieria ex Lucchini. Da registrare anche la presenza degli studenti e delle studentesse di diverse scuole superiori livornesi. Il loro protagonismo è stato deciso ed importante”.

“Oltre alle motivazioni dello sciopero odierno – spiega l’Usb-  siamo convinti che Livorno abbia saputo dare un prima risposta determinata alle numerose problematiche che affliggono la nostra provincia. Prima tra tutti la disoccupazione giovanile”.

 

Riproduzione riservata ©

13 commenti

 
  1. # Luca

    In Italia gli scioperi sono sempre di venerdì. Chissà perché…?!?!?

  2. # u8go nogarin sono otto

    come diceva lui…a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca

  3. # thomas

    Il senso dello sciopero era quello di mettere in difficoltà il datore di lavoro creando un danno da mancata produzione più gravoso del risparmio dovuto al mancato stipendio. I dipendenti pubblici creano un disagio alla cittadinanza che paga le tasse anche per quei giorni in cui i pubblici servizi vengono sospesi (scuole, trasporti ecc), mentre per lo stato non erogando lo stipendio agli scioperanti è ben felice di risparmiare soldoni. Di fatto i dei dipendenti pubblici che scioperano ci rimettono doppiamente, come cittadini e come dipendenti, il datore di lavoro ci guadagna. Ma siamo sicuri che i sindacati che indicono tali scioperi siano dalla parte degli scioperanti?

    1. # maurod

      Cosa proponete in alternativa, rimanere a casa sul divano. Quello che conta sono i numeri. Il popolo unito fa paura.

      1. # thomas

        Popolo unito? Ma se il popolo non va più neanche a votare. I tempi sono cambiati e i sindacati devono studiare altri strumenti di lotta, con questi scioperi del venerdì non si ottiene niente, si perdono i soldi e creando disagio alla popolazione si frammenta il popolo. La manifestazioni si possono fare anche di domenica, non server regalare un giorno di stipendio per mostrare i numeri di un popolo unito.

        1. # Ciam Belletti

          Ma cosa dici? La domenica c’ è da vedé la partita!

  4. # floyd

    Lo sciopero ormai è un rito.

    1. # Ilenia

      È l’ unico diritto ancora rimasto alla categoria dei salariati! Se non lo si esercita finirà per scomparire e con esso l’ ultimo baluardo di diritto del lavoratore , sarà un balzo all’ indietro nel dicinnovesimo secolo !

      1. # max

        Lasciali parlare e criticare comodamente dal loro divano, quando finiranno per perdere gli ultimi diritti che sono rimasti (perchè nessuno è immune) vedrai che le alzeranno le chiappe ma forse sarà troppo tardi.

  5. # Ippolito

    È rimasto l’ultimo baluardo lo sciopero per chi vive di stipendio. Visto lo scarsissimo indice di adesioni negli ultimi anni occorre che chi sa progetti una nuova forma di protesta anche perché facendoli in pochi è solo perdita di soldi da stipendi che già sono insufficienti per andare avanti.

    1. # Ilenia

      Ottima idea, chi sa secondo te? Chi ne sente l’ esigenza…quindi il lavoratore salariato….che decide ancora oggi di attuare il diritto allo sciopero.Se tu hai altre idee inizia a proporle.

  6. # Roba da medioevo

    Sciopero? Ai miei dipendenti ho imposto un giorno di ferie per smaltire gli arretrati. Io mi sono pianificato e non ci rimetto niente anzi riduco l’impatto del monte ore ferie sul bilancio.

  7. # floyd

    E ovviamente di venerdì… LOL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive