Cerca nel quotidiano:


Gelo, 10 letti al Santuario e una tonnellata di sale

Per contrastare il gelo predisposti 1200 chili di sale. In previsione di un ulteriore calo della temperatura, altri 10 posti letto saranno predisposti anche presso il Santuario di Montenero

giovedì 12 gennaio 2017 17:49

Mediagallery

Si è svolta, nella sede della Caritas la riunione tecnico-operativa della task force di tutti i soggetti da giorni già impegnati a vario titolo nell’emergenza freddo di questi giorni in città (clicca qui per l’appello delle Croce Rossa: raccogliamo giacconi). In sintesi, l’aumento dei 10 posti al SEFA si va ad aggiungere alle sale accoglienza notturna già approntate da sabato 7 gennaio presso la Caritas e la Misericordia di Montenero. Le unità di strada in servizio ogni sera invece si occuperanno di trovare e accompagnare a questi dormitori tutti coloro che vorranno trascorrere la notte al caldo. A coloro che, invece, decideranno di restare in strada saranno fornite coperte, sacchi a pelo, giacche invernali e bevande calde tra quelle già raccolte dalle varie realtà e che saranno donate nelle prossime ore alla cittadinanza, a cui la task force intende rinnovare l’appello.
In previsione di un ulteriore calo della temperatura, altri 10 posti letto saranno predisposti anche presso il Santuario di Montenero. Per tutta la durata dell’emergenza, cioè fino al rialzo delle temperature, il numero 3893479653, a cui risponde l’unità di strada della Caritas, Binario Mobile, sarà attivo 24 ore su 24 per accogliere richieste di aiuto e segnalazioni.

Una tonnellata di sale – Oltre una tonnellata di sale (per l’esattezza 1200 kg) è un’altra delle misure straordinarie predisposte per contrastare il gelo di questi giorni. A fare il punto della situazione è il capo della protezione civile del Comune di Livorno, Leonardo Gonnelli. Per quanto riguarda l’aspetto più importante, Gonnelli fa presente che subito dopo Natale “abbiamo provveduto a stoccare il sale nelle zone collinari per poter essere pronti allo spargimento nelle strade più a rischio: Castellaccio, Valle Benedetta e Montenero. In quest’ultima frazione il sale è stato consegnato alla Misericordia di Montenero. Inoltre siamo pronti ad intervenire, in collaborazione con Aamps e Tecnospurghi, con mezzi spargisale qualora si presentassero formazioni di ghiaccio anche nelle strade della città”.
Per quanto riguarda le previsioni, il dirigente spiega che “avremo un leggero rialzo delle temperature fino a venerdì alle ore 13, dopodiché sono previsti forti venti e precipitazioni. Dal 16 gennaio ritornerà l’anticiclone artico che porterà ad un nuovo calo delle temperature. Calo che, secondo le previsioni, durerà fino al 22 gennaio con le punte più rigide di freddo tra il 17 e il 18 gennaio”.
Rischio neve? Gonnelli ha le idee chiare: “Dal 16 al 22 gennaio è vero che avremo un nuovo abbassamento delle temperature ma la probabilità che piova è del 10-20%, mentre sabato 21 sarà intorno al 30%. Tendo ad escludere, al momento, che possa nevicare. Anche perché quando piove, seppure in maniera contenuta, come sappiamo la temperatura non è tale da far pensare a delle nevicate. Diverso invece il discorso per quanto riguarda il ghiaccio per il quale abbiamo già predisposto il sale come spiegato precedentemente”.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Antonio Caprai

    Grazie per le comunicazioni molto utili. Con le percentuali di probabilità di pioggia come quelle indicate è sicuro che non pioverà e quindi ci saranno minori problemi di gelo per le strade.

  2. # tutti boni

    Spesso capita di vedere acqua che poi è diventata ghiaccio proveniente da irrigatori automatici e non parlo solo di quello di piazza giovine italia, ma anche in altri rondò. Vorrei inoltre sensibilizzare i commercianti che “lavano” i marciapiedi di non farlo quando siamo vicini allo zero, perchè diventa una lastra di ghiaccio…

  3. # Marco

    Bravi via ora ci manca i’r pepe poi siamo a posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive