Cerca nel quotidiano:


“Train… to be cool”, la Polfer incontra gli studenti

Gli operatori in divisa sono riusciti a catturare l’attenzione e la curiosità degli alunni. Numerose le domande dei ragazzi sulle storie di esperienze di vita dei poliziotti

mercoledì 18 aprile 2018 12:23

Mediagallery

Mercoledì 18 aprile i poliziotti della sezione “Polizia Ferroviaria” di Livorno hanno incontrato 80 ragazzi dell’Istituto Tecnico Statale per geometri “B. Buontalenti” a Livorno, nell’ambito del progetto di educazione ferroviaria Train… to be cool della Polizia di Stato .
Il progetto  che coinvolge numerosi istituti della Regione Toscana ha raggiunto solo nel precedente anno scolastico più di 2500 studenti.
I poliziotti della Polfer appositamente formati cercano con questi incontri di sensibilizzare gli studenti a tenere comportamenti corretti nell’ambito delle stazioni ferroviarie e improntati alla legalità.

Infatti, considerato il gran numero di giovani che si servono del treno per raggiungere la scuola e i dati degli incidenti ferroviari che coinvolgono adolescenti, gli agenti della Polfer hanno illustrato i comportamenti da evitare (come l’attraversamento dei binari, i tentativi di salita a bordo di un treno in movimento, la distrazione dovuta all’uso di cuffiette per ascoltare la musica, il lancio di oggetti verso treni in transito, l’introduzione in aree ferroviarie interdette, l’imbrattamento e il danneggiamento di materiale ferroviario) e da adottare nelle stazioni e sui treni per evitare  situazioni pericolose  che mettono a repentaglio  l’incolumità propria e degli altri.
Gli operatori in divisa sono riusciti a catturare l’attenzione e la curiosità degli studenti; numerose infatti le domande poste in lezioni vivaci animate da domande dei ragazzi e storie di esperienze di vita dei poliziotti.

 

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive