Cerca nel quotidiano:


Esselunga, slitta il voto. Ora è corsa contro il tempo. Bar, rondò, 700 posteggi. Il progetto

L'ing. Canessa: "Se vogliamo inaugurare il nuovo supermercato con questa giunta bisogna correre"

giovedì 20 aprile 2017 07:13

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

La variante su Esselunga è approdata il 19 aprile all’interno della seduta congiunta della terza e della quarta commissione consiliare. Il primo tassello di un percorso che vedrà altri passaggi in commissione e l’adozione in Consiglio comunale. I consiglieri di opposizione hanno ottenuto due ulteriori sedute che prevedano l’audizione di Confesercenti, Confcommercio e dei rappresentanti del centro commerciale naturale di Colline e in cui si affronti anche la questione relativa alla viabilità dell’area. Il voto preliminare inizialmente previsto per il 27 aprile è slittato al 9 maggio.

Il progetto – Intanto dopo i dettagli emersi negli scorsi mesi, altri particolari del progetto sono venuti fuori dalla presentazione del piano di recupero e trasformazione dell’area ex Fiat in viale Petrarca, dove cioè sorgerà il supermercato. L’edificio che ospiterà Esselunga avrà una forma rettangolare, coprirà una superficie di almeno 8.000 m² e avrà un’altezza massima di 12 metri fuori terra. La parte riservata ai parcheggi (circa 20.000 m²) sarà interrata e posta su due livelli. In tutto i posteggi saranno 700, di cui 250 pubblici e che potranno essere utilizzati, come ha fatto sapere l’assessore al commercio Paola Baldari, gratuitamente fino all’orario di chiusura del supermercato anche da coloro che non si recheranno a fare la spesa. L’edificio conterrà una zona di circa 1.000 m² che ospiterà un bar, un esercizio commerciale e alcuni locali destinati a ulteriori servizi alla persona, una galleria di collegamento – si legge nel documento – e una zona vendita di almeno 4.000 m². Mentre la parte restante sarà destinata a locali di servizio quali zone per le lavorazioni, celle, magazzini, spogliatoi e uffici. Infine, la superficie a verde prevista nel progetto è di circa 5.000 m² e sarà dotata di arredi e di illuminazione.

Viabilità fra nuovi rondò e nuovo semaforo – Una parte essenziale del piano – alla quale sarà dedicata una commissione apposita – riguarda la nuova viabilità del quartiere Colline. Nella relazione vengono proposti una serie di interventi (a carico di Esselunga): rifunzionalizzazione di viale Petrarca, di via Ferraris e dell’intersezione tra via Ferraris e via Anzilotti con collocazione di mini rotatoria. È previsto inoltre l’inserimento di pista ciclabile sul lato nord e sud di via Torino e all’incrocio tra quella strada e via Cottolengo si chiede la creazione di una mini rotatoria, infine di una rotonda tra via degli Etruschi e via Torino. Andando più nel dettaglio tra il viale Petrarca e via Ferraris sarà messo un semaforo coordinato con l’impianto esistente fra il viale e via Torino/via Ferrigni. In via Ferraris invece viene proposto di portare il limite di velocità a 30 km/h (eventuale istituzione di “zona 30”). La nuova pista ciclabile di via Torino sarà a doppio senso di marcia, separata dalla strada attraverso un cordolo. Per quanto riguarda l’inserimento della nuova rotatoria tra via Torino e via degli Etruschi comporterà l’occupazione di parte dell’area verde esistente a est di quella via.

Le tempistiche – “Cercheremo di ridurre il più possibile i tempi – ha affermato l’ingegner Roberto Canessa che ha firmato il piano di recupero – ma i lavori potranno iniziare solo dopo l’ottenimento della concessione edilizia, per la quale ci vogliono dai 60 ai 90 giorni”. Quello che Esselunga potrebbe fare per ridurre i tempi è richiedere il parere preventivo nel periodo che intercorre tra l’adozione e l’approvazione del piano. E da quel momento potrebbero iniziare a operare sui progetti esecutivi. “Servono almeno 18 mesi di lavoro. Se iniziamo a gennaio 2018 potremmo aprire a giugno 2019”. E infine avverte che “se vogliamo inaugurare il nuovo supermercato con questa giunta bisogna correre”. Dopo l’adozione del piano Esselunga da parte del Consiglio comunale – i primi giorni di maggio – il piano sarà pubblicato sul Burt (Bollettino ufficiale Regione Toscana) per 60 giorni, periodo in cui i cittadini potranno fare le loro osservazioni. Dopo le risposte da parte del Comune agli eventuali rilievi arrivati, l’atto dovrà tornare in commissione e in Consiglio per l’approvazione definitiva, che se tutto andrà bene arriverà in autunno.

Riproduzione riservata ©

65 commenti

 
  1. # Kristy

    Speriamo sia approvata e realizzata al più presto.

    1. # Valerio

      Perché?

    2. # viva fidel

      de, un si vede l’ora

  2. # Libero

    “Esselunga, slitta il voto”.
    Forse la lunga mano del PD ha colpito ancora!

    1. # Augusto Paci

      Hai perfettamente ragione, è proprio così!!! Anche se non sono più i sinistri complici delle Coop, sempre di sinistri si tratta!!! Fanno di tutto per ritardare una valida alternativa a Livorno alle numerose Coop!!!!!

      1. # francesco

        Veramente le dichiarazioni dell’Esselunga hanno dato la colpa delle lungaggini istruttorie solo all’attuale Giunta comunale ! Se poi si pensa che siano stati messi i bastoni tra le ruote da qualche vecchio dirigente sarebbe meglio che il Sindaco Nogarin lo dicesse pubblicamente per eliminare i suoi sospetti !

        1. # Augusto Paci

          @francesco, aggiornati!! Per OLTRE 60 le giunte comuniste hanno SEMPRE detto NIET all’apertura a Livorno di EsselunGA!! Soltanto la giunta Nogarin ha dato l’autorizzazione!! Queste ultime vicende sono dovute a pratiche amministrative da espletare.

  3. # Pina bellato

    Nonostante un cambio al timone dopo 60 anni di monocolore (che comunque sia è sempre dannoso) i comunisti frenano ogni iniziativa contro il dominio Coop Rosse! Ora si ascolta anche il centro commerciale di colline che vorrei sapere quale sia ). Ma quando avete tirato su l’ ennesima coop avete interpellato qualcuno alla Rosa ???

  4. # Ale79

    Spero di sbagliarmi, ma secondo me è un grande errore realizzare un progetto del genere in pieno centro. Immaginate il fine settimana…..diventerà impossibile percorrere l’aurelia o il tratto dall’uscita porta a terra, via cimarosa, fino all’Esselunga. Contento che ci sia finalmente un’alternativa alla Coop, ma non in centro.

    1. # Centrista

      Scusa, ma lo sai che la Slunga sorgerà in zona viale Petrarca e non via Grande? Siamo in centro secondo te? Comunque fai bene ad essere lungimirante, perché in futuro verrà aperta veramente anche in centro!

  5. # andrea

    Ma…per il “DOPPIONE” del “PENNY”…hanno fatto tutte queste manfrine?

  6. # Adriano

    Ma con le coop. il PD era così solerte a trovare problemi?

    1. # Cristina

      Hanno fatto peggio!! Pensa che l’area dove è stata realizzata l’ipercoop era di Coop da moltissimi anni!!per riuscire ad aprirla ci sono voluti più di 20 anni!! Informatevi prima di parlare!!

      1. # francesco

        Cara signora Cristina forse si riferivano all’apertura della Coop al Parco di Levante dove i terreni sono stati acquistati da Fremura svenandosi proprio per non farli prendere da Esselunga ! Un po’ di memoria torica non guasta mai !

        1. # sergio

          be questa è solo strategia commerciale, quello che secondo me è un suicidio, premesso che esselunga è giusto che venga, è farla aprire in città in una zona densamente popolata e senza arterie di collegamento. non è un super da 500 metri come già molti ce ne sono, ma un centro da 4000 metri. Avete idea del disagio che può solo portare? questi supermercati devono essere decentrati e poi ognuno vada dove preferisce

        2. # Augusto Paci

          Ben detto Francesco!!!! Ma tanto, i trinariciuti parlano SOLO per quello che viene loro inculcato dal commissario politico in cellula. Queste sono le loro verità!!!!

  7. # Populista e Leghista

    Stanno programmando il tutto per aprire l’ipermercato prima delle prossime elezioni comunali cosi faranno vedere che qualcosa in 5 anni qualcosa hanno fatto

    1. # Fulmine

      Hai ragione …..!!!! Ma mi puoi elencare cosa ha fatto la sinistra negli ultimi 70 anni ???

      1. # Lambe

        Le palme sul Viale Italia!!!

  8. # Libero 1°

    Ma tutto questa semplificazione c’è stata anche quando costruirono l’ipercoop?

    1. # sergio

      intervenne anche il gabibbo al proposito…. con terreno di proprietà ci sono voluti più di 15 anni prima di aprire… ricordiamoci che poi ci lavorano quasi mille persone nei vari supermercati. Chi non vuole andare in coop a fare la spesa mica ti obbligano.

      1. # Libero 1°

        Non mi obbligheranno più quando aprirà esselunga,ti pare?

        1. # sergio

          te sei un ultras di esselunga…. ti sembra che manchino marchi in città? manca solo la tua preferita… fra poco te la aprono e tu vivrai più felice

  9. # Fiorella Sannoia

    Anche per il nuovo centro ci furono tutte queste ‘formalità’ e slittamenti ?

  10. # bob primo

    gingillatevi!

  11. # Paolo

    Ben venga. Serve lavoro come il pane!

  12. # Matteo

    La cosa ridicola sono i commenti sempre e comunque incentrati sulla politica….” il pd forza la mano ” oppure ” deve fare qualcosa per le elezioni ” o sennò ” per le ipercoop tutto questo puzzo”….. il vero problema sta nel fatto di capire se e come possa servire l’esselunga ubicata in quella zona….intralcerà il traffico?? creerà disordine?? sarà utile ?? distruggerà i penny presenti in zona??? poi se sia una mossa nera , rossa o bianca poco importa!!
    La cosa che personalmente piu mi preoccupa sarà la viabilità: l’attuale ufficio che si occupa di tale realtà ha fatto solo danni , l’idea di nuovi rondò e semafori creerà soltanto ingorghi nel week end ( e speriamo solo nel week end, non vorrei si ricreasse una situazione simile a quella del tragitto che collega i 4 mori alla venezia con traffico intenso 24/7 )

  13. # fabio1

    Corsa contro il tempo; la dirigenza Esselunga deve trovare scappatoie; sarà costruito un “catrozzolone” di cemento alto 4 piani; saranno apportate altre modifiche rallentando la viabilità principale e strettoie in vie già strette; eliminati parcheggi pubblici notturni gratuiti per avere dei parcheggi giornalieri inutili (il parcheggio serve soprattutto di notte quando siamo in casa); avere un altro grande supermercato in zona già satura.
    Tutto questo per poter dire che l’attuale giunta è riuscita nella grande battaglia di aver portato un altro supermercato (perchè in sostanza è un altro supermercato) in città? Magra consolazione.
    Nell’articolo non vi è un minimo di riferimento sul numero di assunzioni e la tipologia di contratto con la quale saranno assunte (dovrebbe essere uno degli scopi principali). Nell’articolo c’è più nessun riferimento allo “scambio” di denaro per poter fare quest’opera…..
    Non vedo lo stesso impeto e ricerca di soluzioni definitive in tempi brevi per sistemare, ad esempio, il quartiere Borgo di Magrignano ed il famoso ponticello di via Impastato (vedi altro articolo odierno sempre su Qui Livorno); idem per la zona TRW e C. Non vedo soluzioni per la situazioni sfratti (sempre per chi se lo merita…). Anche per quest’anno non vedo nessun tipo di intervento su strutture o progetti per aziende in modo da trattenere i crocieristi nella nostra città…..

  14. # Andrea

    Una orribile ed inutile colata di cemento, con tanto di nuovo semaforo e tre nuove rotatorie, giusto per aggravare il traffico in una strada già fortemente intasata!
    Invece di dedicasi a progetti veramente utili per la città si spreca tempo e risorse per fare danno!
    Quale vantaggio porta avere l’ennesimo supermercato in una città già farcita di strutture del genere? Se qualcuno pensa davvero che grazie ad Esselunga il consumatore avrà dei benefici, significa che vive nel mondo dei sogni.

    1. # kamui

      oddio, sulla colata di cemento avrei da ridire: non è che ora l’area sia un oasi della Lipu…
      in quanto al risparmio, la concorrenza fa solo bene a chi deve comprare, e consideriamo pure che in una struttura del genere, qualcuno ci dovrà anche lavorare…
      i semafori ingorgano, le rotatorie, se fatte bene e non come quei budelli sul ponte novo, il traffico lo snelliscono

    2. # Il Moretto

      Ma cosa ragioni!! tanto ora ci sono i pratini.?!?! meglio che ci sia un progetto piuttosto che lasciarlo abbandonato in pieno centro…!!! e poi meglio un Esselunga di una Coop, che ultimamente a Livorno i supermercati Coop Tirreno sono i più cari di tutti, anche a confronto con quelli UNICOOP Firenze, e addirittura su prodotti marchiati Coop ci sono talvolta differenze del 25%, ve ne siete resi conto o no?!?
      Dopo l’apertura del parco del Levante la Coop Tirreno ha pensato di chiudere alcuni supermercati di quartiere e mandare a casa del personale, quindi veramente meglio un Esselunga di tutte queste mille COOP.. o vogliamo continuare a difendere certe situazioni solo per “Partito preso”.

    3. # Mammadottora

      Caro Andrea , ti dico che ti sbagli perche’ :
      primo adesso quell’area non e’ certo coperta di foresta amazzonica e da respiro alla città ma è un’area dismessa dove esiste già un orrido minimarket tipo Cracovia nel 74 perciò la colata di cemento ce l’hanno già fatta a suo tempo
      Secondo continua pure a fare la spesa in un regime di monopolio e a farti dare delle fregature dalle tanto etiche e benefattrici coop
      Terzo fai un salto a fare la spesa a Pisa e poi renditi conto della differenza prima di sparare sentenze, certo non è il problema principale di questa città ma ti posso assicurare che il consumatore ne beneficerà enormemente … non vedo altro che positività in tutto questo anche a costo dell’ennesima rotatoria!

    4. # Thomas gamba

      che vantaggio tenere un immobile fatiscente ed in decadenza nel centro città?

      1. # Anonimus

        Caro Thomas. ..mettetevi d accordo è centro città o periferia? ??!! E poi un immobile fatiscente ed anacronistico non sfigura “in centro”” accanto ad un altro immobile fatiscente ed anacronistico come lo Spedale!

    5. # fabio1

      hai ragione. nell’articolo non si fa alcun riferimento ai posti di lavoro; al tipo di contratto con i quali saranno assunti i lavoratori; al denaro di “scambio” con Esselunga per quest’opera ed altro ancora (non mi dilungo). Avremo un catrozzolo alto 4 PIANI (12m), con ulteriore incasinamento di traffico con un bel nuovo parcheggione che la notte, quando serve, è chiuso. Il tutto da fare entro la fine del mandato di questa giunta per far vedere che anche loro hanno fatto qualcosa: fatto aprire un altro supermercato. UNa magra consolazione.
      Come vedi dalle altre risposte, molti altri concittadini vedono solo il lato politico della questione. Oltre al risparmio, di vuole la qualità dei prodotti. In città non c’è solo Coop e Ipercoop.
      Intanto Borgo Magrignano è in quelle condizioni, il ponticello di via Impastato non si farà, etc, etc

  15. # Alino70

    Per quanto riguarda la viabilità; “sarà valutata da una apposita commissione…..”
    Speriamo che non sia quella che ha valutato i vari interventi strategici cittadini di Viale Carducci, Via Zola ang. Aurelia, 4 Mori ecc….
    Altrimenti se compri il surgelato……ci vuole il cucchiaio.

  16. # riccardo

    nel frattempo apriamo qualche altra coop!

  17. # Polpetta

    Tutti a lementarsi poi magari lo fanno per davvero e allora tutti alla inagurazione con gente che per entrare sta’ in fila per ore. Povera Italia Povera Livorno

  18. # giancarlo

    Se era la COOP l’opposizione che prima era maggioranza, non faceva tante mozioni!

  19. # Pepe

    Parcheggi su parcheggi regalati alla grande distribuzione ….ed il commercio nel centro della città tartassato da multe, restrizioni, malavita lasciata delinquere senza problemi….ce la farete ad ucciderci completamente

    1. # Tazio

      La penso come lei

  20. # gabri

    ma voi siete proprio sicuri che l’esselunga e’ meno cara della coop?io spesso vado a pisa ma grosse differenze non le vedo….Penso che per nulla non ti da nulla nessuno, ma ad esempio l’ipercoop di navacchio e’ meno cara di quella di livorno, ma devi andarci e la benzina costa…boh!!!
    forse i pisani sono piu’ parsimoniosi!!!

    1. # masperiamocheapra

      L’iper di navacchio è meno caro. Conosco tantissimi livornesi che preferiscono andare li o all’esselunga di pisa. È meno cara anche la pam sul Aurelia ….ultimamente sui prodotti non in offerta ho visto notevoli aumenti all’ipercoop. Ben venga la concorrenza. E…almeno la rotatoria tra via degli Etruschi e via Torino è indispensabile. Incrocio pericolissimo con alta incidenza di sinistri

    2. # Al dolce

      No perché a Livorno le coop sono tirreno , mentre a Pisa e Navacchio fanno parte della Coop Firenze. Due amministrazioni e marketing diversi.

    3. # ugo

      Posso fare una osservazione….vai a Pisa…vai a Navacchio…ma te la benzina per anda in su e in giù non la paghi? Non la metti nel conto della spesa? No è… che bravo che sei

  21. # ugo

    È previsto inoltre l’inserimento di pista ciclabile sul lato nord e sud di via Torino arridnnene

  22. # gabriella p.

    se colata di cemento deve essere, che sia su territorio già urbanizzato no? ed effettivamente livorno ha già due colate di cemento targate coop, di cui la seconda a dir poco inutile (e quindi, come tutte le cose inutili, dannosa) a distanza di un’uscita della variante l’una dall’altra. c’è due penny dirimpettai, di cui uno si può considerare inutile. che non sia la ricetta per il rilancio economico di livorno è probabile, ma chi ha ricette risolutive per una città economicamente morta alzi la mano

  23. # steve

    sarà un caso ma per fare il centro levante con il supermercato COOP si è fatto subito e Esselunga rimanda rimanda… Cari compagni PD ora facciamo come l’ikea cosi’ ci facciamo scappare anche quella..

    1. # elit

      Ma progetto e approvazione di Esselunga è farina del sacco Nogarin e company, quindi i ritardi amministrativi sono per colpa loro, cosa c’entra il PD.

  24. # Orchid

    Dai Noga! mettici anche li 2 o 3 semafori pedonali non sincronizzati cosi’ un ci va nessuno!

  25. # Alan

    ….occhio signori, chi si è fatto bello col progetto esselunga, “accendendo la miccia”…. a mio avviso non vede l’ ora di lavarsene le mani e passare la patata bollente a chi verrà dopo di lui……. non credo proprio che l’ attuale “comandante in capo” vedrà mai nascere esselunga durante il suo mandato……quando e se mai esselunga aprirà egli sara già seduto in parlamento

    1. # viva fidel

      Ma te mandalo anche in parlamento

  26. # mauro

    Gente convinta di stare nel consiglio di amministrazione di Esselunga, in questa “guerra” di centri commerciali che, fino a prova contraria, non porterà vera occupazione a Livorno: l’occupazione viene dallo sfruttamento delle risorse (industria, turismo…). I centri commerciali servono solo a spartirsi la torta in fette più piccole, a discapito del piccolo commercio, destinato a morire.
    La volontà di aprire un nuovo ipermercato (in città poi, in quartieri che hanno un loro equilibrio! Nessuna delle precedenti giunte era arrivata a tanto!) è inconciliabile con il programma di questa amministrazione e con i valori di cui vorrebbe farsi portavoce.
    Me ne ricorderò quando starò in fila sull’Aurelia grazie ai nuovi semafori e alle nuove rotonde previste in questo progetto…

  27. # stefania

    l’importante è andare avanti senza farsi spaventare si sa che dal giorno dopo dell’elezioni comunali siamo in campagna elettorale …. e che campagna…..

  28. # carla

    Ho letto che ci saranno 138 assunzioni. Aspettiamo. Il traffico scorrevole verso l’ospedale lo sistemeranno i tecnici.

  29. # Stalino

    quando governa il pd e’ colpa dei comunisti
    quando il pd e’ all’opposizione e’ colpa dei comunisti
    nel pd non ci sono piu’ comunisti ma e’ sempre colpa dei comunisti
    e in quanti ci mangiavate con i comunisti quando vi davano da mangiare…..

  30. # StefanoL

    Perdonate la mia domanda… ma voi, ci credete ancora!?… il buongiorno si vede dal mattino e qui… è ancora notte fondaaaa…

  31. # Mv

    Qualcuno si è domandato cosa potrebbe essere fatto nella stessa area senza variante urbanistica? Palazzi di 5 piani perche qualcuno nel 99 li concesse alla fiat o industrie. Visto che di case nessuno ha bisogno oggi se non di quelle popolari dove effettivamente il costo è conforme al livornese medio, sarebbe interessante vedere le ricadute sull’area di insediamenti di industrie di carpenteria leggera che impiegano personale regolare e non inquinano ne fanno rumore. I piccoli commercianti si lamentano perche esselunga li fara chiudere? Quanti hanno gia chiuso negli ultimi dieci anni? Che servizio offrono? Come mai l’insalata in busta costa il doppio di un supermercato? Certamente sara di qualita migliore! 140 posti di lavoro non servono? Vero! Meglio disoccupati ad ardenza che ingegneri a milano. L’economia di una citta si gestisce senza bandiere ma per il bene della stessa. Chi in qualche modo ha vissuto il mondo economico di questa citta negli ultimi anni dovrebbe sapere quante opportunita abbiamo perso. Qui non si trwtta di esselunga o di altri. Stiamo parlando di chi investe in questa citta, per proprio utile certamente, ma lasciando qualcosa. Altrimenti avanti cosi lasciamo la citta in mano dei “prenditori” localo e pensiamo alla “gabina” che ormai è tempo!

  32. # vice

    suggerisco di metterci una nuova coop, così realizzeranno il nuovo edificio, in tempi record…

  33. # Vic

    Tutti coloro che criticano l’arrivo di Esselunga a Livorno proponendo di recarsi nella cittadina a 20 km da noi, che ha meno della metà di abitanti della nostra città, non si chiedano come mai proprio a pisa ci sia Esselunga, Ikea, mondo convenienza ecc ecc ,ubicate in zone assai congestionate per la viabilità ,ma comunque costruite nei tempi fissati, mente da noi per un progetto di riqualificazione peraltro a carico di privati che investono e portano posti di lavoro si fanno 3000 problemi e questa burocrazia rischia di far fuggire chi ha deciso di scommettere sul terziario della città labronica portando una ventata di ottimismo e concorrenza che manca da decenni????? Speriamo che finalmente questo leggero slittamento al 9maggio possa non inficiare nel progetto e che si arrivi quanto prima all esecuzione vera e propria! Premetto che non mi interessa la politica ma non capisco come mai per altre aperture ed insediamenti commerciali non sia stato fatto tutto questo iter interminabile mentre per questa catena sembra che ogni qualvolta si fa un passo avanti subito dopo se ne fa 2 di passi ma indietro… speriamo bene!

  34. # ILIENDORF

    Burocrazia!!! Questo è il vero problema… Con tutti questi rimpalli sembra di essere a Wimbledon… VINCA IL MIGLIORE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive