Cerca nel quotidiano:


In 3 anni 100 nati in meno. Ma Livorno vince il confronto nell’Area Vasta

La fotografia delle nascite a Livorno dopo il calo certificato dall'Istat in Italia. La parola a Edi Landucci, primario facente funzione del reparto di ostetricia dell'ospedale

sabato 02 dicembre 2017 10:39

Mediagallery

In 8 anni, in Italia, dal 2008 al 2016, le nascite sono diminuite di oltre 100mila unità. E’ quanto riporta l’ultimo rapporto Istat. E a Livorno? La fotografia che emerge è quella di un calo nelle nascite ma, verrebbe da dire, non così marcato. In tre anni poco più di 100 parti in meno. I dati forniti dalla Asl, in collaborazione con il reparto di ostetricia, prendono in considerazione gli ultimi tre anni, da gennaio a ottobre. Dai 903 parti del 2015 si è passati ai 798 del 2017. Scendendo nel dettaglio si scopre che nel 2015 sono nati 469 maschi e 434 femmine; nel 2016 i maschi sono stati 398 e le femmine 396. Quest’anno, al 31 ottobre, 375 maschi e 423 femmine. Analizzando i dati emerge anche un altro elemento: negli ultimi 2 anni (2016-2017) il numero di nascite totali (maschi e femmine) si è attestato: poco meno di 800. Nel 2015 furono invece più di 900 con una proiezione, in fondo all’anno, di quasi 1000 parti. “Sì, il nostro trend è in linea con il territorio italiano – commenta Edi Landucci, primario facente funzione dal 1°giugno 2017 in attesa della nuova nomina – ma se guardiamo agli ospedali dell’Area Vasta quello di Livorno ha registrato il calo più lieve”. Difficile dare una spiegazione: “Probabilmente – prosegue Landucci – la popolazione livornese, e toscana in generale, ha acquisito una certa fiducia nel nostro reparto dove con le poche risorse su cui possiamo contare, ma quello delle risorse è un aspetto che vale per tutta la sanità, cerchiamo di lavorare al meglio ogni giorno”. Ancor più difficile, poi, spiegare il perché di un calo costante negli anni delle nascite. “Se i figli, come è giusto pensare che sia, vengono concepiti quando si possono mantenere, alla luce della disoccupazione che abbiamo va da sé che il fare figli passi in secondo piano”.

I dati nel dettaglio (gennaio-ottobre)
Anno 2015
– maschi 469 / femmine 434
Anno 2016
– maschi 398 / femmine 396
Anno 2017
– maschi 375 / femmine 423

 

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Gianluca

    105 di calo su 903 di base è l’11,6% in due anni. Che confronto vince livorno ? È un tasso di natalità da città di 80mila abitanti non da città di 150mila. Livorno vince… sempre, certo… ma per favore…

  2. # compAgno

    Livorno vince si, ma nel calcio, per il resto è tutta fuffa.

  3. # Livorno vince

    o come mai non parlano di quanti figli nati da Italiani e quelli da stranieri come in altre città ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive