Cerca nel quotidiano:


XI Maggio, rinvenuto frammento di amianto

A scopo precauzionale il Comune ha deciso di transennare d’urgenza un’ampia porzione di parco in modo da impedire l’accesso alle persone

mercoledì 11 gennaio 2017 18:31

Mediagallery

Durante i lavori di scavo, propedeutici alla realizzazione del progetto Arte nell’orto, nei terreni della scuola media XI Maggio di via Bois è stato rinvenuto un frammento di materiale presumibilmente contenente amianto.

E’ stata avvisata l’amministrazione comunale, che ha provveduto subito ad allertare l’Asl e ha convocato una riunione urgente con i rappresentanti di tutti gli Uffici preposti. Al termine di questo tavolo di lavoro è stato deciso di effettuare un sopralluogo congiunto tra Comune e Asl nel giardino alle spalle della palestra della scuola.
Durante il sopralluogo è stato rinvenuto un ulteriore frammento sospetto che è stato catalogato insieme al primo ed entrambi sono stati presi in consegna dall’Asl che effettuerà le analisi presso i propri laboratori, per accertarne la composizione.

A scopo precauzionale il Comune ha deciso di transennare d’urgenza un’ampia porzione di parco in modo da impedire l’accesso alle persone.
I tecnici si sono anche attivati per stendere del fissativo sulla porzione di terreno interessata dai rinvenimenti e coprire il tutto con alcuni teloni per evitare qualsiasi contaminazione con l’ambiente circostante.

“La macchina comunale si è messa in moto con straordinaria rapidità – commenta la vicesindaco Stella Sorgente -, ha preso in mano la situazione e, insieme all’Asl, ha messo in sicurezza l’intera zona. Tengo però a sottolineare in particolare l’effettiva e pronta collaborazione da parte della dirigente scolastica e delle insegnanti responsabili del progetto Arte nell’orto. Come sempre in casi come questi, io e i tecnici del Comune siamo a completa disposizione dei docenti e dei genitori dei circa 400 bimbi che frequentano la scuola, per rispondere alle loro domande o alle richieste di chiarimenti. Nei prossimi giorni monitoreremo costantemente la situazione e informeremo la cittadinanza di ogni sviluppo”.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Nerd

    Mi chiedo se si faccia finta di non sapere o se veramente abbiamo dimenticato che negli anni 70-80 le macerie di eternit erano un normale inerte in quanto soltanto dopo è stata scoperta la pericolosità delle spore di amianto e per questo chi costruiva la palazzina,chi doveva livellare l’orticello o il giardino e chi più ne ha più ne metta, si facevano portare le macerie per fare la base e poi venivano ricoperte di terra o ci veniva fatta la gettata, quindi bisognerebbe avere la consapevolezza che questo materiale non affiora solo in casi sporadici e isolati, ma in realtà basta scavare neppure un metro nei giardini, negli orticelli, oppure nelle fondamenta della propria casa ci sono quintali di amianto, anche sotto l’orticellino dove si pensa di fare raccolti genuini. Fortunatamente l’amianto non è un minerale velenoso o radioattivo come molti immaginano ma è costituito da spore esfolianti che se inalate hanno una forma tale da rimanere incastonate negli alveoli polmonari e questi corpuscoli estranei col passare del tempo potrebbero dare origine a forme cancerose, ma se è sotto terra e se una pianta commestibile ci cresce accanto questa non viene avvelenata,le spore non vengono assorbite dalle radici perchè troppo grandi.

  2. # Giusy

    Grazie Nerd hai fatto bene a spiegarlo.

  3. # Roba da torta

    Ma questi che scrivono, sono ignoranti o lo fanno apposta ?O fa parte del solito sistema giornalistico, diciamo cosi’, allarmistico per disinformati ? Come se si scrivesse: “Fa la pipi’ sul muro del giardini pubblici…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive