Cerca nel quotidiano:


“Camminata di quartiere” gratuita a Garibaldi

Sabato 22 aprile, alle 10,30 da piazza Garibaldi, camminata di quartiere (gratuita) con lo scrittore, regista e poeta Rossano Vittori preceduta, alle 10, da uno spettacolo di danza

venerdì 21 aprile 2017 07:41

Mediagallery

Si svolgerà il 22 aprile una camminata di quartiere (gratuita) con Rossano Vittori preceduta da uno spettacolo di danza.
La giornata si aprirà alle ore 10 in piazza Garibaldi con la performance di teatro-danza “La porta aperta” a cura di Arci Solidarietà Livorno, con il contributo di Cesvot, il coordinamento artistico di Francesca Ricci e l’azione coreografica di Chelo Zoppi. La performance di teatro-danza è l’azione conclusiva di un laboratorio che si è tenuto in questi mesi presso l’Atelier delle Arti con i richiedenti protezione internazionale inseriti all’interno dei progetti di accoglienza della città di Livorno e gli artisti della città, con lo scopo di creare spazi di socializzazione, inclusione e condivisione attraverso l’arte. La performance di teatro-danza prevede un lavoro sul movimento dei corpi nello spazio per raccontare il proprio vissuto e la contaminazione con la realtà circostante in modo che i gesti naturali di vita quotidiana diventino azioni di danza. Movimenti e parole evocano e traducono la propria condizione esistenziale in cerca di riscatto in una identità forte e consapevole, in una danza che sarà simbolo di inclusività, solidarietà e accoglienza, caratteristiche che già nel 1600 fecero di Livorno, la “Città delle nazioni”. Alle 10.30, fino alle 12, avrà inizio da Piazza Garibaldi la camminata di quartiere con lo scrittore, regista e poeta Rossano Vittori.
Info: www.sicurezzaingaribaldi.i – info@sicurezzaingaribaldi.it Facebook: Sicurezza in Garibaldi

Rossano Vittori è nato a Livorno. Ha svolto attività di giornalista, scrittore, regista e critico cinematografico, realizzando alcuni volumi su Luigi Pirandello e Ettore Scola. Ha pubblicato libri di poesia, la sceneggiatura di “Tutto è nulla”, dedicata alla vicenda della morte di Michelangelo, e una serie di ritratti letterari (da Einstein a Joyce, da Kafka a Pavese e molti altri). Come autore e regista ha realizzato lavori televisivi, allestimenti teatrali, il cortometraggio “Il perfezionista” premiato al Festival Europacinema di Viareggio e la docu-fiction “Campioni livornesi”, prodotta dall’Associazione Nazionale Atleti Olimpici, Rai Teche e Job-Dv Livorno. Nel 2016 ha pubblicato con “Se vuoi te lo racconto” – Edizioni Erasmo, che unisce ritratti, racconti, voci labroniche che si muovono tra la memoria collettiva e l’immaginazione. Nei racconti si parla anche di sport come ne “Il Campione” dove un ex campione di pugilato è costretto per necessità a tornare sul ring, ma rimane incapace di rinunciare al suo orgoglio, o come ne “La partita” che vede un giovane calciatore impegnarsi al meglio nel gioco ma che cerca soprattutto lo sguardo di suo padre; sguardo che non ci sarà. Ma anche Italia-Germania in “Notte magica”, e poi le immagini in vari racconti dedicati alle gare remiere nei ‘fossi’ cittadini. Il libro “Se vuoi te lo racconto” sarà una sorta di bussola di questo percorso alla scoperta del quartiere, perché sarà come una mappa che seguiremo per pescare le storie legate ai luoghi. Appassionato conoscitore delle storie della sua città, Rossano Vittori ci guiderà quindi in un percorso di scoperta e riscoperta dei segreti del quartiere Garibaldi e del Pontino, in cui ogni tappa si legherà a una storia, un personaggio, un frammento di memoria, d’arte, una scheggia umana salmastra della nostra città, grazie ai racconti di Rossano Vittori e alle letture di Simone Fulciniti. La partenza sarà da Piazza Garibaldi alle 10.30 e tra i punti dell’itinerario la camminata arriverà, per citare solo alcune tappe, sugli scali del Pontino, legati alle storie della Coppa Barontini e dei maestri d’ascia come Pacitto, via Solferino, con le storie antifasciste e il ricordo dei fratelli Gigli, e poi via Pellettier, legata a un musicista livornese, e la Chiesa di San Giuseppe, in via 2 giugno, che conserva un grande tesoro artistico. La camminata di quartiere è aperta a tutti coloro che vorranno vedere la città e il quartiere con un occhio diverso, scoprendo e riscoprendo insieme, alcuni dei suoi frammenti e delle sue storie, andando avanti e indietro nel tempo.

 

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive