Cerca nel quotidiano:


Trionfo di talenti al Livorno Piano Competition: i vincitori

Novità di quest'anno, la presenza di una giuria di giovani studenti del Liceo Musicale Niccolini-Palli; i cinque ragazzi hanno assolto al compito con grande serietà ed hanno dimostrato capacità critiche molto apprezzabili. Il loro premio “Young Jury” è andato al pianista bielorusso Yevgeni Galanov

mercoledì 31 gennaio 2018 18:55

Mediagallery

Ben oltre 100 i musicisti che si sono esibiti sul palco della Goldonetta nella settimana dal 22 al 27 settembre nel corso di Livorno Piano Competition, il concorso pianistico internazionale organizzato dall’Associazione Livornoclassica sotto la direzione artistica di Carlo Palese.

Per primi si sono esibiti i giovani della sezione Young, dove molti sono stati i premiati; tra tutti è risultato vincitore assoluto Edoardo Mancini, talentuoso pianista diciassettenne livornese. Un riconoscimento importante per un giovane artista della nostra città, diplomato pochi mesi fa col massimo dei voti e la menzione ad honorem presso l’ISSM Mascagni sotto la guida del maestro Daniel Rivera.

La Giuria, presieduta dal maestro Francesco Libetta e composta dai maestri Sven Birch, Giselle Brodsky , Philippe Giusiano e Carlo Palese ha ascoltato poi, nei giorni seguenti, i circa 70 concorrenti della sezione più professionale del concorso internazionale che già dalla prova eliminatoria avevano fatto registrare un livello artistico di enorme qualità ed una partecipazione da oltre 20 paesi del mondo.
I dieci finalisti sono stati chiamati poi a disputare un’ultima prova di grande impegno che ha consentito alla Giuria di individuare un giovane artista dal talento eccezionale cui è stato attribuito all’unanimità il primo premio del Livorno Piano Competition 2018.
Si tratta di Kamil Pacholec, pianista polacco appena diciannovenne che ha dimostrato fantasia, maturità interpretativa e capacità comunicative da assoluto fuoriclasse in un programma comprendente musiche di Brahms, Debussy e Liszt.
Con lui sul podio, al secondo posto la ventunenne pianista ucraina Aleksandra Totkalova, dotata di una raffinatissima musicalità e la giapponese Mari Kawakami aggiudicatasi il terzo premio intitolato alla memoria di Enrico Galletta.
Il premio speciale “900”, dedicato ad Antonio Bacchelli, è andato alla pianista coreana Hansol Noh per la migliore interpretazione di un brano di repertorio contemporaneo. Novità di quest’anno, la presenza di una giuria di giovani studenti del Liceo Musicale Niccolini-Palli; i cinque ragazzi hanno assolto al compito con grande serietà ed hanno dimostrato capacità critiche molto apprezzabili. Il loro premio “Young Jury” è andato al pianista bielorusso Yevgeni Galanov.
I componenti della Young Jury hanno fatto parte di un gruppo di 16 studenti del liceo musicale Niccolini-Palli in Alternanza Scuola-Lavoro che con determinazione e concentrazione hanno ha affiancato lo staff di Livornoclassica durante tutto lo svolgimento della manifestazione. Dopo un periodo di formazione -svolto nelle settimane precedenti il concorso- hanno contribuito attivamente allo svolgimento del Livorno Piano Competition; si sono alternati in Segreteria rapportandosi con decine di concorrenti italiani e stranieri, hanno effettuato interviste ai pianisti in gara ed alla giuria, hanno avuto un ruolo attivo e prezioso in tutti i momenti salienti dimostrando capacità di organizzazione e una particolare creatività.

Edoardo Mancini

Edoardo Mancini

Un progetto di Alternanza che costituisce un ponte tra la formazione in ambito musicale e uno dei possibili sbocchi a cui tale formazione potrà condurli. Ricetta vincente di tale esperienza la particolare cura che le tutor (la professoressa di flauto Giovanna Nieri e Paola Geri) hanno destinato alle sessioni di preparazione nelle quali i ragazzi sono stati invitati a scegliersi un ruolo e ad immaginarne un possibile sviluppo; le loro idee sono divenute virali per il gruppo e molti di loro hanno dimostrato di possedere competenze strumentali ed umane di straordinario valore.

Di particolare interesse anche l’istituzione del premio “Arte”, conferito al vincitore del concorso; il pittore Stefano Bottosso ha realizzato un bellissimo dipinto che ha donato al vincitore. “Tramonto ad Antignano” è una tela preziosa che riproduce con poetica fedeltà i colori dei tramonti della nostra città. Livornoclassica ritiene importante fornire ai vincitori le migliori opportunità: oltre ai premi in denaro la casa editrice Sillabe ha offerto a tutti i premiati pubblicazioni musicali e la Regione Toscana un cofanetto che raccoglie registrazioni di musicisti toscani quali Allegri, Boccherini, Puccini, Mascagni. Il pubblico livornese potrà prossimamente ascoltare in concerto alcuni finalisti del Livorno Piano Competition 2018 e Livornoclassica, col sostegno di Yamaha ed altri partner, si è impegnata a promuoverli presso importanti istituzioni concertistiche italiane.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive