Cerca nel quotidiano:


Livorno-Viterbese 1-0. Samba Murilo

Il Livorno finalmente ritrova la vittoria e il gol. Viterbese battuta grazie alla rete nel secondo tempo di Murilo

sabato 18 marzo 2017 17:26

Mediagallery

di Riccardo Campopiano e Simone Panizzi

Sembrava l’ennesima partita destinata a chiudersi con un pugno di mosche in mano, con la solita sensazione del “vorrei ma non posso”. Invece, al termine di una partita più che noiosa, il Livorno ha trovato quei tre punti e quel gol che mancavano addirittura dalla vittoria ai danni dell’Olbia (LA CRONACA). Un’eternità. Foscarini aveva detto che c’erano tutte le premesse per disputare un grande match. Diciamo che può accontentarsi di essere tornato a vincere perché gli amaranto hanno colpito nell’unico tiro in porta di tutta la partita (LE INTERVISTE). Va benissimo anche così perché serviva un successo per ridare animo e coraggio ad un ambiente troppo demoralizzato dopo le ultime non brillanti prestazioni. Oltre ai tre punti, Foscarini ha un altro motivo per sorridere: il ritorno in campo di Vantaggiato. Speriamo che d’ora in poi il toro di Brindisi possa diventare veramente l’arma in più (LA CLASSIFICA).

L’1-0 sulla Viterbese non ha certamente risolto tutti i problemi del Livorno. Le occasioni da rete continuano a latitare e buon per il Luci e compagni che Murilo si sia fatto trovare al punto giusto nel momento giusto. L’impressione è che questa squadra al momento non possa fare a meno di un giocatore: Valiani. È lui che fa ripartire l’azione dalla difesa, fa da scudo a centrocampo e si inserisce in quasi tutte le azioni offensive. Foscarini è stato bravo a ritagliargli un ruolo da protagonista e l’ex Bari si è fatto trovare pronto. Con il prezioso aiuto di Luci e Marchi, oggi finalmente decisivi nel fermare qualsiasi avanzata avversaria. La vittoria è arrivata in concomitanza con il passaggio al 4-3-3. Con questo schema più offensivo, il Livorno si è trovato maggiormente a suo agio e per gli attaccanti sono iniziati a piovere maggiori cross. Non è un caso che Foscarini ci lavori settimanalmente. Forse è arrivato il momento per un definitivo cambio di modulo.

Quanti sbadigli – Il tecnico ha confermato il 3-5-2 con il ritorno in difesa di Borghese e la sorpresa Calil dal primo minuto. L’ex Catania però è apparso ancora del tutto avulso dal gioco e la manovra offensiva ne ha risentito profondamente. Ormai non si può più parlare di ritardo di condizione visto che sono passati quasi due mesi dal suo arrivo a Livorno. I primi 45 minuti sono passati via in sordina con gli amaranto che hanno fatto una fatica tremenda ad arrivare sul fondo per servire gli attaccanti. Lo stesso dicasi per la Viterbese. Mazzoni e Iannarilli spettatori non paganti.

Murilo gol – Il copione non è di certo mutato nella ripresa. Foscarini ha provato a cambiare inserendo Vantaggiato e Murilo passando, come detto, al 4-3-3. Di occasioni, a parte un tiro al volo di Galli, neanche l’ombra con la partita che si stava avviando desolatamente verso la fine. Ci ha pensato però Murilo a pescare il jolly dal mazzo ribattendo in rete una corta respinta di Iannarilli su tiro di Maritato. Per tutto l’ambiente è stata una liberazione visto che il gol mancava da oltre 400 minuti, troppi. Anche Foscarini, sempre pacato, si è lasciato andare. Sa che questa rete vuol dire tanto sia sotto il profilo della classifica che del morale. Adesso però non bisogna fermarsi. Il Livorno ha dimostrato di sapersi tirare fuori dalle sabbie mobili già una volta e ora vuole poter dire la sua in vista dei playoff.

Il tabellino
Livorno: Mazzoni, Benassi (70′ Vantaggiato), Borghese, Gasbarro, Galli (78′ Toninelli), Marchi, Luci, Valiani, Franco, Maritato, Calil (58′ Murilo). A disp: Vono, Morelli, Gemmi, Ferchichi, Venitucci, Dell’Agnello. All. Foscarini
Viterbese: Iannarilli, Varutti, Dierna, Miceli, Pacciardi, Battista (51′ Sandomenico), Cuffa, Caliento, Doninelli, Neglia, Jallow (66′ Tortolano). A disp: Micheli, Pini, Pandolfi, Cruciani, Cardore, Falcone, Paolelli. All. Cornacchini
Arbitro: Meleleo di Casarano
Rete: 84′ Murilo
Note: angoli 6-6, ammoniti Borghese, Jallow, Dierna, Cuffa, espulso Tortolano all’84’, recupero 0′ + 4′, spettatori 3.812

 

 

 

Mazzoni 6,5: mette il piede su Miceli e salva nel finale il risultato, dopo una partita da quasi spettatore.

Benassi 6: sempre con la testa bene in partita, salva in acrobazia un quasi gol. Esce quando c’è bisogno di maggior spinta offensiva (70’ Vantaggiato 6: già è buon segno rivederlo in campo, per qualche giocata delle sue c’è tempo).

Borghese 6,5: annulla Jallow e dirige con autorevolezza la difesa amaranto. Un consiglio: meno foga nell’area avversaria, ormai gli arbitri sembrano conoscerlo e gli fischiano fallo ogni volta che salta.

Gasbarro 6: qualche uscita in bello stile e molti appoggi semplici, il massimo che la Viterbese richiede.

Galli 6,5: non avrà il dribbling di Jelenic, ma martella la fascia allo stesso modo. E calcia molto bene le punizioni, chiedere a Iannarilli (78’ Toninelli sv).

Valiani 7: ancora una volta il migliore nel Livorno. Sempre lucido, spreca pochissimi palloni e fa le due fasi come nessun altro. E se a gennaio non fosse arrivato?

Luci 5,5: il capitano sembra in debito, gestisce molti palloni ma compie errori anche banali.

Marchi 6: solita partita “alla Marchi”, fatta di corsa, duelli e muscoli. Presenza costante ma non determinante.

Franco 6: cercato poco dai compagni, che giocano soprattutto dal lato opposto. Peccato, perché quando ha palla sa sempre cosa fare.

Maritato 6: riscatta una prova tutto sommato opaca con il tiro da cui nasce il gol vittoria. Prima, tentativi di dialogo con Calil e molto lavoro sporco.

Calil 5: chance sprecata per l’ex Catania, ancora poco dentro al gioco. Né prima né seconda punta, rimane a metà del guado in quel che fa (59’ Murilo 7: spezza l’incantesimo che proibiva al Livorno di segnare da oltre 400’, con un gol quasi semplice, su ribattuta. Quello che Foscarini chiede agli attaccanti. E causa il rosso di Tortolano).

All. Foscarini 6,5: con pazienza e elasticità nelle scelte torna a conquistare l’intera posta. Livorno contratto per un tempo, meglio dopo l’intervallo fino al gol scaccia crisi, con i tre attaccanti contemporaneamente in campo.

VITERBESE CASTRENSE

Iannarilli 6: bravo soprattutto sulla punizione di Galli, forse avrebbe potuto leggere meglio il tiro di Maritato da cui nasce il gol.

Dierna 5: bene fino a cinque minuti dalla fine, quando Murilo lo brucia sulla ribattuta del portiere.

Miceli 6: centrale nell’inedita difesa a tre, non lascia spazi pericolosi. E sfiora il pari nel finale.

Pacciardi 6: tiene sul diretto avversario, dal suo lato il Livorno non sfonda.

Celiento 5,5: parte bene, poi si spenge col progredire della partita.

Cuffa 5,5: bene quando c’è da rompere il gioco avversario, in costruzione mostra diverse lacune.

Doninelli 5,5: soffre da matti il dinamismo di Valiani.

Varutti 5,5: dopo aver tenuto un tempo, nella ripresa concede molto spazio a Galli.

Battista 5: dentro a freddo per l’infortunio nel riscaldamento di Cruciani, difatti non si accende mai (56’ Sandomenico 5,5: brevilineo che sfrutta male un paio di ripartenze potenzialmente pericolose).

Jallow 5: svaria molto ma rimedia solo un giallo per un colpo a Borghese (66’ Tortolano 5: entra e si nota  per il cartellino rosso per fallo da dietro su Murilo).

Neglia 5,5: bravo da fermo, disegna parabole molto insidiose. Poco nel vivo del gioco però.

All. Cornacchini 5,5: squadra votata alla difesa, difatti davanti la Viterbese crea pochissimo. Il piano per portare via un punto salta a 5’ dalla fine, ma può succedere quando si rinuncia a giocare.

 

Riproduzione riservata ©

Photogallery

10 commenti

 
  1. # Gianluca

    Sai arrivi quarto quinto o sesto non è la stessa cosa se arrivi secondo negli perché sei messo bene in classifica e affronti la sesta. E poi Foscarini ha detto riprendiamoci il terzo posto… dé bisogna vedere cosa fa anche l’Arezzo. E poi sempre la stessa storia perché vendi i giocatori più bravi Jelenic per fare nomi. E hai preso Franco che è un panchinaro fisso e da noi titolare ed è normale che i risultati non vengano. Vabbè…

    1. # amaranto67

      tu ti intendessi di pallone avresti detto che il vero problema del Livorno è fare i gol..Jelenic è infortunato un’altra volta e a Carpi non gioca… avendo Vantaggiato che è infortunato praticamente da inizio campionato a gennaio sarebbe stato intelligente prendere comunque una buona prima punta…con l’infortunio di Cellini è stato cancellato il rimanente potenziale offensivo, maritato da prima punta non marca, Calil se ne riparla tra un po’ e Dell’Agnello non viene visto da Foscarini.

  2. # Maurizio72

    Gianluca non mi trovi d’accordo perché jelenic è voluto andare via lui ..il presidente li aveva fatto un contratto ma lui ha voluto andare su di categoria e poi secondo me Valiani Marchi e Franco non sono male.. specialmente i primi due

  3. # alex64

    del livorno c’è poco dire modesto come tutto il campionato . la sorpresa oggi l’ho ricevuta uscendo dallo stadio io vado in tribuna e avevo parcheggiato il motorino sul marciapiede prima del blocco dei vigili in toti , ho trovato la
    multa (e qui poco male) ma soprattutto qualcuno si è divertito a tingermi di grigio la fiancata del motorino ( xmax di un anno ) dalla parte del muro . chiedo a tutti voi qualcuno ha notato niente ?grazie

  4. # Antonio

    Un’iniezione di fiducia, ci voleva questa vittoria!

  5. # Valerio

    Sto seguendo la serie B, specie le squadre di bassa classifica e vedo del buon calcio….. A malincuore penso che il Livorno non può essere a quei livelli neppure con 5/6 acquisti( un sogno se penso al giallone!!) facciamone almeno 4 buoni il prossimo anno e altrettanti l’anno successivo, perché se saliamo adesso( altro sogno)sarà una mattanza!!!

  6. # spinlles

    oggi che hanno perso tutte te hai vinto ma non serve a nulla, tanto salvo sei, ai play off ci sei ma tanto uscirai al primo turno…grazie spinelli!

  7. # Otello

    Dall’opera Arlesiana: “E’ la solita storia del pastore, il povero ragazzo voleva raccontarla ma sadd’ormì…….”

  8. # Paolo

    Sulla squadra stendiamo un velo pietoso che i miracoli non si possono fare.
    Le notizie che contano sono quelle societarie…..ma anche su quel versante non vedo raggi di sole ma solo nubi nere addensarsi

  9. # Emiliano

    Io farei fare i commenti con il numero di abbonamento allo stadio.
    allo stadio 3 gatti 2 abbonati.
    E si che avete inventato: solo , solo per la maglia !!!!
    Invece tra quei tre gatti tanti ultrasessantenni come me !!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive