Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Coteto, ecco 78 nuove telecamere per la sicurezza dei cittadini

Mercoledì 14 Settembre 2022 — 18:22

Un investimento di mezzo milione di euro, in sinergia tra l'amministrazione comunale e la Regione Toscana, consentirà l’installazione di 78 nuove telecamere di ultima generazione nel quartiere Coteto. I lavori termineranno entro fine anno

di Giulia Bellaveglia

Un investimento di mezzo milione di euro, in sinergia tra l’amministrazione comunale e la Regione Toscana, consentirà l’installazione di 78 nuove telecamere di ultima generazione nel quartiere Coteto. I lavori termineranno entro fine anno.
Obiettivo dell’intervento, ammodernare e ampliare il sistema di videosorveglianza già presente in città, con particolare riferimento a quello che utilizza la fibra ottica per la trasmissione dei dati. “Il ragionamento su questa operazione ebbe inizio nel 2019 – spiega il sindaco Luca Salvetti – quando in questa zona si verificò un’intensa ondata di furti nel periodo estivo. Da quell’episodio ci siamo orientati verso una prospettiva di maggior controllo del territorio utile in primis per la sicurezza dei cittadini, ma anche per la gestione complessiva della mobilità e di altro ancora. Per fare questo c’è voluto purtroppo molto tempo, perché la lotta contro la burocrazia ha riguardato l’acquisto, la gestione della privacy e l’appalto dei lavori. Il tutto nel pieno periodo di pandemia”.
Accanto a lui ci sono la comandante della polizia municipale Annalisa Maritan, il dirigente del settore impianti tecnologici Daniele Agostini e il questore Roberto Massucci, il quale ha voluto ricordare che “la nuova strumentazione non impedisce di commettere reati, ma infonde sicuramente la cosiddetta paura delle conseguenze”.
“Portiamo avanti il progetto di decentramento e prossimità – ha spiegato la comandante della municipale – quindi controllo capillare del territorio, ora più che mai con i nuovi agenti assunti, che garantiranno una maggiore presenza nei quartieri. Le telecamere che saranno installate sono di ultima generazione anche con riconoscimento targa e altre modalità che consentano una ricerca veloce. In questo modo la ricerca diventa più semplice e veloce”.
“Le telecamere sono in grado di integrare funzionalità complesse, – precisa Agostini – quali l’ausilio alle Forze dell’Ordine, che avranno l’opportunità di visionare e gestire gli apparecchi a distanza, l’identificazione delle targhe e il monitoraggio del traffico, operando in qualsiasi situazione metereologica e di illuminazione e attraverso l’applicazione di intelligent video non invasive della privacy”.
Particolare attenzione è stata dedicata all’ingresso della rotatoria in cui confluiscono via Di Levante, via Boccaccio e via Campania. Le altre zone interessate sono quelle di via Toscana, via Lombardia, via Basilicata, via Veneto, la rotatoria di via Sicilia, via Oberdan Chiesa e via Meucci.

Condividi:

Riproduzione riservata ©