Cerca nel quotidiano:


Aamps cerca autisti per la raccolta differenziata. Ecco i requisiti richiesti

Le candidature sono aperte fino alle 12 del 24 agosto e dovranno pervenire ad Aamps secondo le modalità specificate nel bando pubblicato sul sito internet www.aamps.livorno.it “Bandi di concorso/Selezioni esterne in corso”

martedì 07 agosto 2018 12:11

Mediagallery

Aamps, la società in house del Comune di Livorno per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti in città, ha aperto una selezione per la formazione di una graduatoria per autisti addetti alla raccolta differenziata.
Il profilo che farà parte della graduatoria dovrà avere le competenze necessarie a svolgere i servizi di raccolta differenziata presso il territorio comunale di Livorno e le attività accessorie: carico, scarico, conduzione di veicoli e mezzi d’opera in autonomia o in concorso con altri operatori. Per partecipare alla selezione, oltre alle prerogative tipiche dei concorsi per il pubblico impiego (cittadinanza italiana o UE, assenza di condanne penali, possesso dei diritti civili  e politici, ecc), i candidati dovranno essere in possesso di:

Patente di guida cat. C e CQC in corso di validità
Diploma di scuola secondaria di I grado
– Età massima di 40 anni
Idoneità fisica verificata con visita medica preventiva (art. 41 D.Lgs 81/

Il candidato dovrà rendersi altresì disponibile a lavorare su turni mattutini, pomeridiani, serali, notturni, domenicali e festivi infrasettimanali. Il contratto di inquadramento previsto è III livello CCNL Utilitalia. La graduatoria sarà stilata tra tutti coloro che risulteranno in possesso dei requisiti richiesti sulla base di un punteggio derivante dall’esperienza professionale (massimo 76 punti) e dal risultato della prova pratica (massimo 24).
La selezione non dà luogo ad alcun impegno di assunzione da parte di Aamps essendo finalizzata solo alla formazione di una graduatoria per gli utilizzi che l’azienda riterrà utili secondo le proprie specifiche necessità.
Le candidature sono aperte fino alle 12 del 24 agosto e dovranno pervenire ad Aamps secondo le modalità specificate nel bando pubblicato sul sito internet www.aamps.livorno.it “Bandi di concorso / Selezioni esterne in corso”, dove sono disponibili anche tutte le informazioni più dettagliate.

Per ulteriori informazioni: numero verde 800-031.266 (dal lunedì al giovedì dalle 8:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 17:00 e il venerdì dalle ore 8:00 alle 13:00), [email protected], facebook/twitter/mobile APP (“Aamps Livorno”).

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # Antonio Caprai

    In via Sabatino Lopez è la quarta volta che salta la raccolta differenziata in circa 2 mesi (11 giugno carta e cartone; 19 luglio vetro; 23 luglio biologico; 6 agosto carta e cartone). E’ stato necessario telefonare e mandare email affinché avvenisse il ritiro. Devo dire che la gestione generale familiare dei rifiuti crea qualche problema, però se fallisce un ritiro, specie del biologico la situazione diventa abbastanza difficile da sopportare, vuoi per i rifiuti di due settimane che non entrano nei bidoncini, vuoi (nel caso del biologico) per il puzzo che emette e… attenzione a non mangiare il pesce. Quindi ben vengano nuovi autisti, anche se penso che AAMPS prima di iniziare il servizio porta a porta avrebbe dovuto organizzarsi a dovere e, nel caso, rimandare di qualche settimana l’inizio di questa tipologia di raccolta.

  2. # Rosa Arienti

    Mi piace il commento de sig. Caprai, calmo, propositivo, utile.

  3. # raccoltapap

    Quoto il Sig. Caprai.
    Sindaco e assessore intervengano quanto prima.

  4. # Era meglio prima

    Ieri in Via Angioletti e dintorni hanno ritirato l’umido ma non hanno ritirato l’indifferenziata con i disagi che questo comporta 😬

  5. # Carlo

    ho commesso una terrible distrazione : mercoledì ( giorno del ritiro )mi sono dimenticato di deporre sul marciapiede ( zona Fabbricotti) la busta della plastica : Il risultato è che per questa mia distrazione, ora ho un secondo enorme sacco che comincia a riempirsi di rifiuti di plastica, ovviamente accanto al primo, già stracolmo…. la sanzione che devo pagare per una dimenticanza.
    Ma se avessero proposto i cassonetti com apertura a tessera sanitaria ( vedi Pisa), non sarebbe stato più semplice ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive