Cerca nel quotidiano:


Canile, si va verso l’apertura

In Consiglio comunale si è tornati di nuovo a parlare della vicenda del canile. Entro l’anno dovrebbero essere perfezionati gli atti per l’avvio delle attività nella struttura

venerdì 02 novembre 2018 07:45

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

Dopo quattro mesi, il 31 ottobre, in Consiglio comunale si è tornati di nuovo a parlare della vicenda del canile. A giugno su impulso delle varie forze politiche era stato chiesto di andare verso una conduzione del Comune. A chiedere lumi sulla questione è stata la consigliera di Forza Italia Elisa Amato. L’assessore con delega alla tutela degli animali Andrea Morini (nella foto di Simone Lanari in pagina) dal canto suo ha fatto sapere che in queste settimane gli uffici stanno individuando il personale che si occuperà del canile (saranno due persone, una di categoria C e una categoria D) e che il Comune sta preparando la gara per la gestione di alcuni servizi. Il segretario Generale Alberto Bignone ha riferito che la convenzione che dovrà regolare i rapporti tra il Comune e l’ associazione di volontariato, che dovrebbe occuparsi per esempio del servizio di pulizie, è pronta e nei prossimi giorni sarà indetto un bando pubblico per la scelta dell’associazione. Per l’organizzazione selezionata non ci sarà alcuna remunerazione ma solo rimborsi spese, sulla base di quanto previsto dalla legge sul Terzo settore. Sui tempi d’apertura del canile (sarà diviso in canile rifugio e canile sanitario) tuttavia ancora non ci sono informazioni certe: il segretario Bignone su sollecitazione del capogruppo del Pd Pietro Caruso ha risposto che “entro l’anno saranno perfezionati gli atti per l’avvio delle attività nella struttura. “Quella del canile è veramente una storia infinita – ha lamentato Giuseppe Grillotti di Livorno libera – tutto ancora è in affanno. Ma le convenzioni con le strutture private a che punto sono? E avete fatto un accordo con l’Asl?”. Bignone nella replica ha spiegato che le convenzioni con i privati sono scadute e che per l’Asl è necessario l’accreditamento. “Abbiamo anche stipulato una convenzione con l’Università di Pisa – ha concluso Morini – per poter consentire agli studenti di fare nella struttura dei tirocini”.

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # Andrea

    No assolutamente, ma l’indignazione per la sporcizia nasce solo verso i cani( io porterei le multe a 1000 euro…), tutto il resto invece è comodo non vederlo.
    Anche lei non ha minimamente menzionato che la sporcizia della città è dovuta a moltissimi fattori, per esempio anche alla stragrande maggioranza dei fumatori, che con naturalezza gettano i mozziconi dalla macchina.
    Continuiamo a far finta che il problema sono solo i cani, o meglio i padroni dei cani, così tutti gli altri possono continuare a comportarsi incivilmente protetti dal parafulmine

  2. # Emme

    Di storie infinite ce ne sono fin troppe a Livorno! Cosa ne dite del ponte a Salviano? Poi chiamtelo il ponte dei sospiri. Tanto noi abbiamo giá la Venezia!

    1. # Cittadino

      Hai perfettamente ragione.
      Il ponte a Salviano è un opera urbanistica urgente ma anche questa amministrazione non ha fatto nulla, e pensare che ancora bisogna vedere i TIR circolare in via di Salviano e in via Costanza per andare a fare le revisioni alla Motorizzazione Civile è un obbrobrio, senza pensare che snellirebbe il traffico intenso che si è creato negli anni tra centro commerciale e zona industriale.

    2. # LEGA prima gli ITALIANI

      Calma signori questi hanno problemi molto più importanti che pensare al ponte a salviamo per esempio fare il referendum per cambiare il nome di via grande con via che Guevara e altre menate sparate in questi 4 anni che hanno amministrato

  3. # TASSA SUI CANI

    Canile a gestione comunale mentre il centro anziani comunale viene chiuso e i nostri vecchi trasferiti a Cecina. Questa è Livorno.

    1. # Morchia

      Se ci penso mi si strozza la vena… e invece queste cose passano candidamente nella indifferenza generale.

  4. # Ciccio

    Tranquilli in questi 4 anni lo hanno dichiarato 10 volte che erano in procinto di aprire il canile. …

  5. # emme

    Se non lo aprono ora, non lo aprono piu’. Con la febbre canina che imperversa a Livorno ….

  6. # Marco

    Invece di aprire canili pensate ad aprire le migliaia di case sfitte per tutti quei poveri disgraziati che occupano la torre della Cigna che uno di questi giorni viene giù facendo una strage…

  7. # lev

    La storia del canile inizia molti anni fa con una petizione popolare con raccolta fondi poi donati all’allora amministrazione comunale…non ricordo con precisione quanto ma comunque una discreta cifra delle vecchie lire per mettere in in moto la realizzazione…quindi non e’ un’invenzione ma un dovere nei confronti dei cittadini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive