Cerca nel quotidiano:


Gravi incidenti, chiude lo spartitraffico della Leccia

Chiusura permanente con uno sbarramento fisico del breve tratto libero dello spartitraffico che separa le due carreggiate di via di Collinaia

giovedì 06 dicembre 2018 20:29

Mediagallery

Chiusura permanente da venerdì 7 dicembre del varco di via di Collinaia all’intersezione con via della Leccia (in prossimità del negozio “Brico”). Lo ha comunicato nella tarda serata del 6 dicembre il Comune con una nota stampa. L’amministrazione comunale ha stabilito (con decisione di giunta dell’ottobre 2018) di chiudere con uno sbarramento fisico il breve tratto libero dello spartitraffico che separa le due carreggiate di via di Collinaia, teatro di numerosi incidenti stradali anche mortali. L’attuale varco, infatti, consente l’attraversamento delle due carreggiate, creando situazioni di pericolo per la circolazione stradale. La doppia fila di barriere new jersey in calcestruzzo servirà a dare continuità allo spartitraffico di via di Collinaia, consentendo il passaggio da una carreggiata all’altra tramite le due rotatorie che lo delimitano. Le modifiche alla circolazione conseguenti alla realizzazione dello sbarramento prevedono l’istituzione della “direzione obbligatoria diritto” per i mezzi che percorrono la carreggiata ovest (lato Scopaia) di via di Collinaia. I mezzi provenienti da via del Levante/via del Crocino non potranno più svoltare a sinistra per immettersi direttamente in via della Leccia, ma dovranno proseguire fino alla rotatoria di via Francia/via Giotto. Analogamente, i mezzi che percorrono la carreggiata est (lato Leccia) di via di Collinaia non potranno più svoltare a sinistra per andare verso la Scopaia. È consentita solo la direzione “diritto” verso la rotatoria di via del Levante, o la svolta a destra in via della Leccia. In via della Leccia, all’intersezione con via di Collinaia, è istituita la “direzione obbligatoria a destra”.

Riproduzione riservata ©

33 commenti

 
  1. # Aiutateci

    Direi più che giusto, però avrei visto meglio una rotatoria che rallentava le auto che su quel vialone arrivano a viaggiare anche a 100. Purtroppo tanti attraversano dalle siepi per andare ai negozi di Brico tuodi sardelli eccc .. comunque io che abito lì ne ho visti troppi incidenti ed anche gravi.

    1. # Rotatoria

      D’Accordo con te intanto per ora è meglio che chiudano quel tratto, Ma una Bella Rotatoria sarebbe stato una soluzione Migliore.

  2. # cris

    mah….per me così fanno peggio! già su quella strada si corre parecchio adesso senza intersezione tutti a 100 all’ora.

  3. # Tonfoni

    Era ora, non è mai troppo tardi. C’è una rotonda poco più avanti. Se qualcuno l’avesse deciso prima, forse avrebbe evitato un incidente mortale.

  4. # Dekette

    Dovevano aspettà la banda !!!!!

  5. # stefano 59

    Bene..giusto così! Abito non lontano da questa zona e riconosco la pericolosità di quell’incrocio!

  6. # Alessandro Melchiorre

    Ma perche’ fare una rotatoria…….?

    1. # Konami77

      C’è ne sono 2 a distanza di 200 mt l’una dall’altra……

      1. # Federico

        Prendi bene le misure, c’è circa un km tra una rotatoria e l’altra..cmq il problema di quel punto è la sicurezza, perchè 1 km di rettilineo può fare molti più danni di 500m rotatoria 500m rotatoria (visto soprattutto come guida certa gente a livorno!) per la gente che vuole attraversare la strada che essendo a 2 corsie invoglia ad andare a più dei 50km/h consentiti in città..

        1. # Alessandro

          Bravo condivido in pieno.

  7. # Marco

    Intervento necessario, ma servono anche dei rallentatori.

    1. # tonio

      i rallentatori tipo dossi ecc sonosbagliatissimi, rallentano i mezzi di soccorso, oltre a farli sballonzolare inutilmente, meglio una rotatoria, specie in una zona comunque abbastanza trafficata

  8. # Federico

    Che amarezza, nell’unico punto dove sarebbe stata veramente utile una rotatoria non l’hanno fatta, in quel tratto di strada (all’altezza della fermata dell’autobus) c’è un attraversamento pedonale, la rotatoria avrebbe obbligato le auto a rallentare agevolando l’attraversamento dei pedoni, mentre adesso diventerà un circuito dove sfrecciare a tutta velocità e falciare qualche anziano o bambini che attraversa per andare a scuola in autobus, spero tanto di sbagliarmi..

  9. # Mauro

    Saggia decisione (cosa più unica che rara per questa Amministrazione), comunque tardiva.

    1. # fabio1

      sono passati 5 anni per rendere sicuro un tratto di strada. Prima dovevano mettere in sicurezza le strade sul mare con le strisce blu…..

  10. # Luca

    modificate o rifate la segnaletica della corsia preferenziale del BUS 50 mt prima di questo incrocio che è stato chiuso, in specifico è molto pericoloso il fatto che su via di collinaia si può girare verso la Scopaia e sulla stessa corsia i BUS possono andare dritto verso il BRICO in corsia preferenziale che non si vede più a terra e spesso lo fanno anche le auto creando incomprensioni ed incidenti a chi viene dalla Scopaia e va verso Salviano

    1. # Gabriele

      Hai ragione Luca, io che abito lì tutti i santi giorni mi trovo davanti ad automobilisti che sbagliando e rischiano di creare incidenti!

  11. # piero

    giustissimo io lo facevo senza new yersei.

    1. # Mr. Perfetto

      Invece meglio New York, vero ?

  12. # Salvatore

    LO SPARTITRAFFICO su TUTTO il viale Italia,come davanti Bagni Tirreno, Accademia(San Leopoldo) così si eviterebbero inversioni ad “U” e morti e incidenti vari….Ieri alla curva IPPODROMO una ennesima inversione con frenata degli automobilisti ………

    1. # Manrico

      Principalmente andrebbero messi dei rallentatori e multe salate per chi sorpassa!

    2. # Cervelli in fuga e mai più tornati

      Così se succede un incidente si blocca tutto, se qualcuno in motorino ci casca è garantito al 100% che ci si tronca l’osso del collo e se i mezzi di soccorso devono fronteggiare un’emergenza non c’è verso di potergli dare la precedenza

      1. # Lucia

        se guardi dal Ponte Nuovo fino al Cantiere EX c’è tutto uno spartitraffico per i CICLISTI… LI NON CI CASCA NESSUNO?

  13. # fabio

    tutto perchè la gente guida male e attraversa peggio

  14. # Italo

    Èra lora che facessero qualcosa

  15. # livorno 57

    bisognerebbe fare levare anche il pulmann sempre parcheggiato su quella strada, specialmente quando lo parcheggia sull’angolo di via della leccia

  16. # Melissa

    Saggia decisione!! Anche se invece di chiudere il passaggio avrei fatto una rotatoria (forse una delle poche necessarie)!! Aggiungerei anche dei dissuasori di velocità perchè è un tratto di strada che porta ad andare veloce..e non per ultino aggiungerei dei lampioni..specialmente sulle steisce pedonali proprio a fianco dello svincolo che sono completamente al buio

  17. # Gino secco

    la soluzione che propongo è un autovelox, che ne dite?

  18. # Andrea

    Le due barriere in calcestruzzo speriamo che siano momentanee. Anche se credo ci staranno un bel po’.

  19. # Elisa

    Basta mettere dei vigili a controllare la velocità momentaneamente e dei rallentatori belli alti che se non vai piano spacchi la macchina o autovelox di quelli che stanno attaccati ai pali in alto

  20. # Alisia

    DISCORSI TANTI….SOLUZIONI NESSUNA…..!!!!!….Poveri PEONES….

  21. # Sandro

    Secondo me è giusto, abito proprio li. Sinceramente allungare la strada per arrivare alla rotatoria più avanti non mi costa alcun problema.
    Il problema che ho già visto scooter e moto tagliare per via della Leccia dalle strisce pedonali. NO COMMENT.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.