Cerca nel quotidiano:


Il Comune in nomination per gli oscar delle Politiche Innovative

Livorno tra i dieci finalisti italiani grazie al "Reddito di Cittadinanza Locale". I progetti sono stati votati da oltre mille cittadini europei

mercoledì 10 ottobre 2018 12:26

Mediagallery

L’Italia si conferma culla di idee coraggiose, creative ed esemplari, anche nell’attività politica: dieci di queste iniziative diventano protagoniste a livello europeo grazie a The Innovation in Politics Awards. Tra questi progetti e idee di politica innovativa troviamo anche il Comune di Livorno con il “Redditto di Cittadinanza Locale” iniziativa promossa dall’ex assessore al Sociale Ina Dhimgjini e che prevede sostegno alle persone con disagio sociale in cambio di alcune ore di attività di pubblico interesse (clicca sul link al pdf in fondo all’articolo per consultare tutti i progetti finalisti nel dettaglio).
Tanti sono stati i progetti italiani, su un totale di 80 finalisti, votati da una giuria di 1.053 cittadini europei che, tra oltre 600 candidati, li ha selezionati per ricevere i premi internazionali per la buona politica, quest’anno alla seconda edizione. Il migliore di ciascuna delle otto categorie in gara – Qualità della vita, Prosperità, Lavoro, Ecologia, Civiltà, Democrazia, Diritti Umani, Comunità – riceverà ufficialmente il premio durante una serata di gala, il 17 novembre a Vienna.
“Siamo orgogliosi di avere presenza così significativa di finalisti italiani-  ha sottolineato Martin Slater, presidente di Noesis Group, rappresentante dell’Istituto The Innovation in Politics in Italia – E ‘il segnale che la fiducia e l’impegno per una politica di alta qualità, al servizio dei cittadini, è forte non solo in Europa, ma anche nel nostro Paese”.

I dieci progetti virtuosi, partendo da Livorno e procedendo in ordine alfabetico, sono :

REDDITO DI CITTADINANZA LOCALE – Comune di Livorno

L’iniziativa è una risposta supplementare ai tradizionali strumenti di sostegno alle persone con disagio sociale e in condizioni di povertà economica, in cambio di almeno 8 ore settimanali di attività di pubblico interesse, in coordinamento con il Centro per l’Impiego.

Responsabile del progetto: Ina Dhimgjini (ex assessore al Sociale, Sanità, Terzo Settore e Politiche Abitative del Comune di Livorno)

Categoria: Diritti umani 3

ADOTTA UN NONNO – Comune di Milano

Promuove l’incontro fra generazioni diverse, portando nelle scuole gli anziani in carico ai servizi sociali, a condividere pranzo, tempo ed esperienze con gli alunni.

Responsabili del progetto: Anna Scavuzzo, Vicesindaco

Laura Galimberti, Assessore all’Educazione e all’Istruzione

Pierfrancesco Majorino, Assessore alle Politiche Sociali, Salute e Diritti

Categoria: Qualità della vita

BORGOALBERGO – Comune di Ferla

BorgoAlbergo è il primo paese – albergo del Sud Italia, che con la formula dell’ospitalità diffusa offre case in affitto a tutti i turisti che desiderano vivere un’esperienza più vasta, affiancati da “tutor” locali.

Responsabile del progetto: Michelangelo Giansiracusa, Sindaco

Categoria: Prosperità

CROWDFUNDING CIVICO – Comune di Milano

Per promuovere la crescita di idee innovative a miglioramento della vita cittadina, il comune di Milano ha utilizzato in parallelo alla raccolta fondi dell’Amministrazione una piattaforma di crowdfunding, coinvolgendo in maniera diretta i cittadini nelle scelte decisionali.

Responsabile del progetto: Cristina Tajani, Assessore a Politiche del lavoro, Attività produttive,

Commercio e Risorse umane

Categoria: Qualità della vita 2

HOPEIFICIO – Comune di Chieuti, Comune di Serracapriola

Il progetto punta a inserire giovani con disabilità psichica al di sotto dei 40 anni nel mondo del lavoro, promuovendone l’inclusione sociale, attraverso dei percorsi di formazione specifici.

Responsabile del progetto: Diego Iacono, Sindaco

Giuseppe D’Onofrio, Sindaco

Categoria: Diritti Umani

LA BANCA DEL RICICLO – Comune di Latronico

Primo progetto in Basilicata che promuove il principio di “rifiuto come risorsa”: ai cittadini che smaltiscono imballi in PET, HDPE e alluminio negli appositi eco compattatori è riconosciuto un corrispettivo economico da spendere negli esercizi commerciali convenzionati di Latronico.

Responsabile del progetto: Vincenzo Castellano, Vicesindaco

Categoria: Ecologia

LABORATORI DI COMUNITÀ – Comune di Bologna

Il progetto offre a individui in difficoltà la possibilità di parte attiva nella società attraverso attività e laboratori che coinvolgono pubblico, privato, comunità locale e terzo settore. Da alcuni di questi stanno nascendo Start-Up in grado di auto-produrre piccole forme di reddito per i partecipanti.

Responsabile del progetto: Giuliano Barigazzi, Assessore alla sanità e al welfare

Categoria: Qualità della vita

OFFICINE ON/OFF – Comune di Parma

Il progetto supporta l’autoimprenditorialità e l’occupazione giovanile attraverso l’utilizzo di strumenti, spazi, approcci e servizi collaborativi innovativi (co-working, fablab, accompagnamento alla progettazione d’impresa…), supportando la nascita e lo sviluppo di 15 microimprese.

Responsabile del progetto: Michele Guerra, Assessore alla Cultura

Categoria: Lavoro

RAGAZZI HARRAGA – Comune di Palermo

Il progetto realizza percorsi di accompagnamento verso l’autonomia dei minori migranti soli, tenendo conto delle loro potenzialità e promuovendo una rete di attori sociali che condividono informazioni, metodi e strumenti di lavoro. Oltre a un servizio di housing sociale, sono realizzati laboratori e tirocini lavorativi con alternanza scuola/lavoro.

Responsabile del progetto: Giuseppe Mattina, Assessorato alla Cittadinanza Solidale, Diritto e

Dignità dell’Abitare, Beni Comuni, Partecipazione

Categoria: Diritti umani

TORINO CITY LAB – Comune di Torino

Il progetto supporta la realizzazione di “Laboratori di Innovazione” sul territorio, che sviluppino e testino soluzioni innovative per il “vivere urbano”, coinvolgendo la Pubblica Amministrazione, le imprese, il mondo della ricerca e i cittadini.

Responsabile del progetto: Paola Pisano, Assessore all’Innovazione del Comune di Torino

Categoria: Prosperità

La lista completa delle iniziative è visionabile sul sito di Innovation in Politics.

The Innovation in Politics Awards riconoscono e sostengono le iniziative di valore portate avanti da politici innovativi e coraggiosi, volti a migliorare la vita dei cittadini e basate sui comuni valori europei. The Innovation in Politics Awards sono realizzati con il supporto della Kahane Foundation, della B&C Private Foundation e di altri donatori privati.

Cos’è “The Innovation in Politics Awards” – The Innovation in Politics Awards sono presentati dall’istituto The Innovation in Politics in favore del lavoro politico che rende migliore la vita di tutti gli europei. La sua missione è migliorare la politica in Europa, riconoscendo e sostenendo quei politici, a prescindere dal partito di appartenenza e dal livello di governo, che hanno il coraggio di aprire nuovi orizzonti, che sono creativi e ottengono risultati, generando un vero impatto positivo sulla vita delle persone. The Innovation in Politics Awards mettono in luce il loro lavoro innovativo, mostrandolo come un esempio di best practice per gli altri.

I Premi sono presentati in collaborazione con alcuni riconosciuti think thank a livello europeo: Act.Now di Vienna, Das Progressive Zentrum di Berlino, Dublin City University, Bulgarian School of PoliticsEuropaNova a Parigi, European Forum Alpbach in Austria, Szkoła Liderów THINKTANK in Polonia. In Italia i Premi sono rappresentati da Martin Slater, Presidente dell’agenzia di comunicazione Noesis.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive