Cerca nel quotidiano:


Piano Strutturale, c’è l’ok. Sì al sottopasso alle ex Terme e a 15 posteggi interrati

Approvata l'adozione dalla maggioranza in consiglio comunale. Aurigi: "E’ il piano del cambiamento". Previsto anche un asse ferroviario che collegherà piazza Dante con la Stazione Marittima. Ecco che faccia avrà la città

venerdì 27 luglio 2018 00:45

Mediagallery

Stop all’espansione indiscriminata del territorio urbanizzato, apertura a nuove forme di sviluppo economico, valorizzazione e tutela delle aree agricole, individuazione delle zone a vocazione produttiva e di quelle a vocazione turistico ricettiva, potenziamento degli assi viabilistici nord-sud e est ovest per liberare dal traffico in eccesso il lungomare, creazione di un tessuto urbano resiliente. Sono questi, in sintesi, i punti cardine del nuovo Piano Strutturale approvato la mattina di giovedì 26 luglio dal Consiglio Comunale di Livorno. Un piano che arriva a 22 anni di distanza dall’ultimo strumento di pianificazione strategica (il vecchio piano strutturale) approvato dal Comune nel 1996 e che è il frutto di un lungo lavoro in sinergia tra gli uffici del Comune e l’Associazione temporanea di imprese guidata dall’architetto Augusto Cagnardi e composta da tre studi di progettazione (Gregotti Associati, Sintesis, Modimar).
Questo provvedimento è stato approvato lo scorso 18 luglio da parte della maggioranza dei componenti della IV Commissione Consiliare, dopo un lungo iter che ha visto 6 incontri pubblici aperti a tutti i cittadini e 13 passaggi in commissione.

“Finalmente – sottolinea l’assessore comunale all’urbanistica Alessandro Aurigi – Livorno ha un nuovo Piano Strutturale che fissa le linee guida del futuro sviluppo della città e pone fine alla cementificazione indiscriminata. All’espansione della città abbiamo preferito il recupero e la riqualificazione dell’esistente. Allo svuotamento delle aree rurali abbiamo preferito il loro rilancio e il recupero dell’agricoltura professionale e amatoriale. All’utilizzo del viale Italia come principale asse di collegamento nord-sud, abbiamo preferito il potenziamento della cerchia dei viali e della variante Aurelia. Un piano strutturale che, proprio per questi motivi, segna uno spartiacque nella storia della città. Ecco perché possiamo parlare di piano del cambiamento”.

Divisione tra città e campagna – Il piano strutturale definisce il perimetro del territorio urbanizzato, identificando un confine tra la città costruita e le aree rurali della campagna, così come previsto dalla legge regionale 65/2014.
Con l’azione del nuovo piano, non sarà più possibile costruire nuovi edifici residenziali all’esterno del margine dell’area urbanizzata, mentre le tipologie non residenziali dovranno seguire un percorso di pianificazione condivisa con la Regione e ad altri enti territoriali.
All’interno, invece, sono previste numerose aree di rigenerazione sulle quali si concentrano, in alcuni casi anche con un meccanismo di premialità, la maggior parte delle superfici per nuove edificazioni destinate alla riqualificazione urbana.
“In sostanza – spiega Aurigi – fuori dal territorio urbanizzato sarà molto più complicato costruire nuovi volumi, mentre all’interno se ne potranno costruire di nuovi, si potranno riqualificare e recuperare le strutture esistenti, anche aumentando la densità urbana negli ambiti previsti”.
Per quanto riguarda le aree rurali, invece, viene valorizzato il presidio del territorio rappresentato dalle attività agricole professionali e amatoriali, con le dovute limitazioni delle aree di pregio ambientale”.

Aree di riqualificazione – Per disegnare le opportunità del futuro della città, sono state individuate 35 aree, di cui 28 di riqualificazione urbana e 7 di riqualificazione ambientale.
L’impostazione decisa dall’amministrazione vede la maggior parte di queste aree concentrate nella zona nord della città (Forte S. Pietro, Garibaldi, Luogo Pio, San Marco, quartieri nord, stazione marittima, via Firenze, Aurelia nord, ecc.) ed alcune anche dell’ambito territoriale a sud.
“Queste sono le aree che vedranno i cambiamenti più significativi per l’intero territorio urbano – sottolinea l’assessore – Penso ad esempio allo spostamento del Rivellino e alla rigenerazione di questa zona nel cuore della Venezia. Ma anche la riqualificazione del quartiere San Marco che potrà essere collegato al resto del centro della città con un nuovo sistema viabilistico, beneficiando del nuovo asse ferroviario che collegherà piazza Dante alla Stazione Marittima. Abbiamo inoltre identificato l’area dell’attuale Ospedale e del complesso ex Pirelli, come quella deputata anche in futuro al nuovo presidio ospedaliero rinnovato. Per ciascuna di queste 35 aree abbiamo individuato funzioni diverse e possibili, che danno appunto l’idea di come potrà essere la Livorno del futuro. L’area di Livorno Nord, ad esempio, potrà ospitare in futuro un polo fieristico, piuttosto che un crossodromo o un autodromo, ma anche un polo tecnologico per la ricerca sulla blue e green economy. Idee chiare dunque per nuove forme di sviluppo economico di una città che per troppo tempo è stata gestita senza una pianificazione coerente ed alternativa alla mera costruzione di case. A sud, invece, dovranno svilupparsi le maggiori opportunità per incrementare l’economia del turismo, altro tema cruciale che dovrà caratterizzare la città del prossimo futuro”.

Viabilità-  Un altro importante tassello riguarda la viabilità. Il nuovo piano strutturale prevede una conversione di viale Italia in viabilità di interesse locale, per destinare il traffico veicolare lungo la direttrice nord-sud della Variante e lungo i viali dell’Aurelia che potranno essere potenziati dal punto di vista infrastrutturale. Il piano prevede anche la possibilità di realizzare un nuovo sottopasso ferroviario in corrispondenza del cavalcavia delle Terme del Corallo anche per valorizzare al meglio l’edificio monumentale. Inoltre è previsto un nuovo asse trasversale tra viale Italia, via Bat Yam e l’Aurelia e tra via M.L. King e la Variante. Questo intervento permetterebbe la modifica del senso di via del Mare che potrebbe diventare unico, migliorandone molto la sicurezza e la fruibilità.
Infine, i posteggi. Il nuovo piano strutturale prevede la possibilità di realizzare 15 nuovi posteggi interrati. Alcuni dei quali completamente nuovi, come quello del Gymnasium in viale Ippolito Nievo, funzionale alla realizzazione del nuovo ospedale, ed altri, già esistenti ma di superficie, che invece potrebbero essere spostati sotto terra riguadagnando gli spazi a raso come piazze pedonalizzate. Anche lungo la costa sul mare sarà possibile prevedere la realizzazione di parcheggi degli spazi delle ex cave, implementando i servizi per la balneazione lungo la storica Strada dei Cavalleggeri.

Riproduzione riservata ©

49 commenti

 
  1. # Fulvio

    …ogni tanto apprendiamo dalla stampa locale che a Livorno si sta predisponendo il Piano strutturale. Ora apprendiamo che è pronto. Possiamo leggere, infatti: Ci siamo.
    Ma la tanto sbandierata e pubblicizzata partecipazione dei cittadini, delle associazioni, delle forze imprenditoriali, delle forze politiche, delle categorie interessate, dei professionisti etc…etc…??????
    Come al solito: tutto nelle segrete stanze.
    Buon lavoro.

    1. # amaranto67

      se davvero dovessero partecipare tutte le categorie che dici te il piano strutturale avrebbe visto la luce (forse) nel 2456….. la politica decide, questo è il suo motivo d essere.

      1. # Federico

        Sono d’accordo con lei, ma le faccio notare che il M5S è nato con lo scopo di coinvolgere i cittadini nelle decisioni, mentre questa è in assoluto l’amministrazione che meno ha ascoltato i cittadini o ha fatto finta di ascoltarli.
        Tuttavia in Italia abbiamo più case che abitanti, più fondi che attività, più capannoni fabbriche, quindi ben venga l’edilizia a volume ZERO…. FIRENZE DOCET.

        1. # amaranto67

          votiamo per delegare, i cittadini si ascoltano in tanti modi, pensare di aprire un dibattito ogni volta che c’è da prendere una decisione significa rinunciare a fare, in italia senza ulteriori intoppi basta e avanza la burocrazia per rendere epocali i tempi di realizzazione di qualsiasi opera

          1. # luca

            Effettivamente è il m5s che ha sbandierato a dx e sx che avrebbero fatto partecipare tutti.
            Il fatto che non l hanno fatto o che non ci sono riusciti implica chiaramente che hanno fallito con la loro proposta di amministrare….
            Hanno fatto esattamente come quelli che l hanno preceduti

          2. # NO-GARIN MA OPERE DI BENE

            ” In qualunque modifica di aspetto urbanistico, occorre coinvolgere i cittadini nei processi partecipativi per le scelte che riguardano il proprio quartiere”. Inoltre: “Nella nostra città si è abusato da tempo della parola “partecipazione”, tanto da svuotarne il significato”.
            Questo non lo dico io, ma il programma elettorale del M5S per il periodo 2014-2019

    2. # blablabla

      Fulvio, ben 6incontripubblici6 (messo anche in grassetto!!) (le date non importano sono particolari …) ma cosa vuoi di più. La tanto sbandierata “espansione indiscriminata” passata come linea politica 5stelle e che invece è nelle more della legge Regionale Toscana (una regione all’avanguardia per le scelte urbanistiche). Fuffa, fuffa ed ancora fuffa come tutto, come sempre da 4 anni: non vediamo l’ora che vi leviate da 3 passi. Stupendi gli ultimi righi che prevedono “la realizzazione di parcheggi degli spazi delle ex cave, implementando i servizi per la balneazione lungo la storica Strada dei Cavalleggeri” , dopo il piano Detti, quello Insolera, il Cagnardi 1 ora anche questo prevede parcheggi alle cave … ero piccino!!! Da sbellicarsi l’ammiccamento storico alla “strada dei Cavalleggeri”

      1. # Andrea

        Le cave credo che siano private, il bonificare , metterle in sicurezza e renderle agibili ha costi altissimi.
        Qualche giunta precedente ci provo, credo Lamberti.
        I piani strutturali dono tutti belli e ambiziosi, hanno il piccolo difetto che non tengono conto dei costi e di chi dovrebbe pagare…
        .anche una metropolitana stazione mediceo e Venezia la rosa non era male

  2. # Lettore

    Speriamo di arrivare ad una conclusione definitiva

  3. # Franchino

    IO VEDO MOLTA NEBBIA E BASTA

  4. # piripiro

    cominciate a fare i fatti che di parole ne sono state scritte a fiumi

  5. # ZenEros chiede aiuto

    Sos. Sos: tengoilcontooooo! Dove sei?

  6. # Fabrizio

    La città dovrà smettere di espandersi è uno dei punti cardine mi fa parecchio inc..arrabbiare ,tutte le città moderne si espandono,fa parte del progresso l’innovazione l’arricchimento con nuove aree per servizi e attrattive, e non parlo necessariamente di cementificare dove non c’è bisogno,per rendere di nuovo appetibile la nostra area,questa mentalità di paese potrebbe andare bene per realtà più piccole non per Livorno

    1. # luca

      La città non può espandersi no perché lo dice il m5s, ma perché sono finite le aree disponibili.
      A meno che non vogliamo mangiarci anche i pochi ettari rimasti oltre la variante ed in poche altre zone.
      Alle generazioni future abbiamo tolto tutto,lasciamoli almeno un pezzo terra

    2. # Marco

      Per caso lei è un palazzinaro? Che buttino giù i vecchi obrobri per costruirne di nuovi senza cementificato altro verde. Tanto la popolazione occidentale è destinata a diminuire in quanto gli anziani che muoiono di vecchiaia sono più dei neonati. Pienamente d’accordo con il dire basta all’espansione nociva.

    3. # israle hands

      Effettivamente se la città deve espandersi con schifezze tipo viperaio banditella o Montenero Basso / Via del Pino che hanno rovinato irrimediabilmente zone bellissime dei Livorno e dintorni sarebbe moglio tornare all’età della pietra; l’innovazione è un’altra cosa da una inutile e brutta edilizia che fra l’altro a Livorno non serve a niente visto che ci sono case vuote a centinaia

  7. # r

    Se porre un freno all’ espansione significa investire nelle aree abbandonate nel perimetro cittadino va anche bene. Se invece il discorso è generale, non ci siamo proprio. Si, è vero che per una città che è cronicamente in stasi demografica (e che anzi negli ultimi due anni ha visto riprenderne il regresso) parlare di ulteriore espansione ha ben poco senso, ma mi pare altrettanto ovvio che chi governa una città dell’ importanza di Livorno non può permettersi di non pensare in grande. Quindi mi auguro che questo voler porre un freno all’ espansione sia esclusivamente funzionale alla decisa volontà di andare a recuperare tutte le aree morte, le quali d’ altronde non mancano. La zona nord ex-industriale è emblematica, ovvero Via Enriques e Della Ferrovia, come anche tutta l’ ampia stecca che corre lungo la Variante.

  8. # Mauro B

    Ma vi siete SCORDATI di Borgo di Magrignano è da un po’ di tempo che non si leggono novità, avevano detto che a giugno si sarebbe mosso qualcosa fra l’Edilporto e le banche ma ora siamo a luglio e un si legge niente.
    Fatevi VIVI

  9. # Michelangelo merisi

    Dov’ è finita la partecipazione tanto sbandierata???!!! Vergogna !

  10. # elit

    La bretella a Salviano verrà mai realizzata? Non se ne parla mai.

  11. # TENGOILCONTO

    In due giorni altre due perle che mi hanno fatto superare quota CENTO !!! Non ci speravo più!!! Grazie grazie grazie siete me-ra-vi-gli-o-si

    1)Bus Gratis (2014) – UFFICIALMENTE FALLITO DOPO APPROVAZIONE PIANO TRASPORTO PUBBLICO 2017 DEL CONSIGLIO COMUNALE il 29/03/2017
    1 bis)Bus notturni dal 11 Giugno ( quilivorno 23/5/2016-Ass. Vece)-fatto 100% ma su due linee- ANNULLATO NEL 2018 con aumento del Bilgietto come scritto sul TIRRENO del 15/06/2018
    1tris)CORSE RIDOTTE (Vedi caso La Rosa, CANCELLAZIONE NR 7 area picchianti) 100%
    2)Stati generali del turismo (Ass. PERULLO NOVEMBRE 2014) Fatto 0%
    3)Polo tecnologico ex-Trw (Nogarin-Febbraio 2015) fatto 0%-
    4) Bagni gratis (2015) fatto 10%- SPARITO DOPO UN ANNO.
    5)Fossi patrimonio Unesco (Nogarin 2015) fatto 0%
    6)Reddito cittadinanza (2015) diciamo 10% (è stato dato un sussidio per 100 persone per sei mesi…Non è un reddito- BLOCCATO DA NOVEMBRE 2016)-UFFICALMENTE FALLITO IN DATA 30 MARZO 2017, ESSENDO STATO PORTATO AD 80 EURO PER I SINGLE E 150 PER LE FAMIGLIE NON PUO’ ESSERE DEFINITO REDDITO DI FATTO MENO RISORSE STANZIATE. CAUSA DELLE DIMISSIONI ASSESSORE
    7)Progetti recupero Piazza Dante (il Tirreno 19/1/2016) fatto 0%–> UFFICIALMENTE FALLITO A SEGUITO DICHIARAZIONI ASSESSORE AURIGI SU QUILIVORNO 28/11/2017
    8)TASSA LETTERE ZTL (spacciando che per i residenti è gratis) – 100%
    9)PARCHEGGI BLU A PAGAMENTO 100%
    10) TASSA RIFIUTI AUMENTATA 100%-AUMENTATA DEL 10% NEL 2015, RIDOTTA DEL 2% NEL 2017 SOLO AD ALCUNE CATEGORIE.–> LA PIU’ CARA DELLA TOSCANA http://www.gonews.it/2018/07/25/tariffe-tari-in-toscana-la-piu-alta-a-livorno-poi-ce-siena/
    11)FALLIMENTO IPPODROMO – 100%–> UFFICIALE A SEGUITO NOTIZIA APPOSIZIONE SIGILLI DEL 29/11/2017- ALFEA VUOLE TRE MILIONI.
    12)SALVATAGGIO AAMPS – 80%-SCARICATO CONCORDATO SU AZIENDE CREDITRICI-RISCHIO FALLIMENTO A SEGUITO SENTENZA TAR NOVEMBRE 2017.
    13)CESSAZIONE TAN – 100%-Sostituito pero’ con gare di Vela altrettanto belle.
    14)TAGLI EMOLUMENTI SINDACO E GIUNTA – 0%
    15) ristrutturazione ospedale (il Tirreno marzo 2016) 0%
    16)RISTRUTTURAZIONE STADIO (quilivorno novembre 2015) 0%
    17) Esselunga entro 2016 0%- UFFICIALMENTE FALLITO PER SUPERAMENTO TEMPISTICA PROMESSA
    18) Avvio lavori terzo lotto Piazza Attias (Quilivorno 13 Gennaio 2016) 100%
    19)chalet Ardenza pronto per 2016 (nogarin il Tirreno 24/12/2015) 0%- UFFICIALMENTE FALLITO PER SUPERAMENTO TEMPISTICA PROMESSA- FATTO CON DUE ANNI DI |RITARDO GRAZIE AI PRIVATI.
    20) 3 cantieri PIUSS (Dogana d’Acqua, Scoglio della Regina, Museo della Città), FATTO SOLO DOGANA D’ACQUA ci dorme il barbone per ora, e il museo della citta’ ma dalla precedente giunta.
    21) completamento rotonda 4 mori- Fatto portando il traffico nel caos
    22) Il bacino diventerà un porticciolo (Nogarin Fotonewslivorno 20/4/2016)0%
    23) Porta a porta IN TUTTA LA CITTA’ ENTRO 2017(il Tirreno 24/4/16) FALLITO PER SUPERAMENTO TEMPISTICA. FATTO NEL CAOS SENZA AUMENTO SIGNIFICATIVO DELLA RD
    24)20 milioni di cantieri per far ripartire economia città entro 2018 (Sindaco -QUILIVORNO 18/4/2016)
    25) Fontana antispaccio stile LAS VEGAS (P.ZZA REPUBBLICA) 0%-(Sindaco Quilivorno 29/4/2016)-0%
    26) Aumento rette 25% RSA – (24/5/2016) fatto 100%
    27)Cabinovia stazione-porto (assessore Vece il Tirreno 27/5/2016) 0%–> UFFICIALMENTE FALLITO A SEGUITO DICHIARAZIONI ASSESSORE AURIGI SU QUILIVORNO 28/11/2017
    28) progetti ciclo stazione -Terme e recupero periferie da 5 milioni (quilivorno 18/7/2016) 0%–> UFFICIALMENTE FALLITO A SEGUITO DICHIARAZIONI ASSESSORE AURIGI SU QUILIVORNO 28/11/2017
    29) dismissione inceneritore (detto in campagna elettorale sarà invece potenziato come da piano Aamps 20/07/2016) 0%
    30) tunnel sotterraneo Terme del corallo (quilivorno 01/08/2016) 0%–> UFFICIALMENTE FALLITO A SEGUITO DICHIARAZIONI ASSESSORE AURIGI SU QUILIVORNO 28/11/2017
    31) 10 progetti di riqualificazione periferie per 41 milioni di Euro (quilivorno 30/8/2016) UFFICIALMENTE FALLITO A SEGUITO DICHIARAZIONI ASSESSORE AURIGI SU QUILIVORNO 28/11/2017

    32 ) Guardie ambientali per il decoro urbano e via i cassonetti nel 2017. (assessore VECE QUILIVORNO 14/9/2016)-guardie ambientali 0%-Porta a porta FALLITO PER SUPERAMENTO TEMPISTICA promessa. Vedi punto 23. Guardie Ambientali fallite a seguito dichiarazione sul Tirreno di Vece del 11/03/2018.
    33) meno sfratti 60 nuovi alloggi entro l’anno e 205 mila euro per CASALP (Nogarin QUILIVORNO 24/09/2016)- 0%–> FATTO CON DUE ANNI DI RITARDO.
    34) Riqualificazione Piazza Attias in otto mesi (fine lavori 30/5/2017) (quilivorno assessore Aurigi 26/9/2016) FALLITO, MESSA SOLO LA “V”, NESSUNA RIQUALIFICAZIONE
    35) areea pedonale mura lorenesi e riqualificazione stazione marittima (quilivorno assessore Aurigi 28/9/2016)-0%- CI HANNO FATTO UNA DISCARICA AI MACELLI
    36) Riqualificazione Terrazza Mascagni (Nogarin il Tirreno 29/9/2016)-0%
    37)Gli Uffizi a Livorno – 0%
    38)Palio marinaro lotteria nazionale – 0%
    29) Sponsor europeo per effetto Venezia – 0%
    40) prolungamento variante aurelia. Recupero del materiale di scavo per il ripristino delle spiagge. fatto 0%
    41)DNA deiezioni cani – 0%
    42)I-PHONE Sindaco comprato con soldi pubblici -Fatto
    43) Terme del Corallo-patto con le associazioni e partenza immediata per la riqualificazione (Vicesindaco Sorgente il Tirreno 6/10/2016)-0% UFFICIALMENTE FALLITO A SEGUITO DICHIARAZIONI ASSESSORE AURIGI SU QUILIVORNO 28/11/2017
    44)Passerelle e aree pedonali sui fossi (ASS. AURIGI QUILIVORNO 8/10/2016).-0%
    45)Aumenti IRPEF COMUNALE AL.MASSIMO (FATTO 100%)
    46) Monumento CIANO deposito Zio Paperone-0%
    47) 1250 posti barca porticciolo la Bellana (Ass Aurugi quilivorno 10/10/2016 )-0%
    48) Bonus per chi toglie le slot machine (Nogarin QUILIVORNO 13/10/2016).-0%
    49) APERTURA parco pubblico in Coteto da 12.500 mq -FATTO (quilivorno 18/10/2016)
    50)Nuovo look per fortezza e dogana d’acqua (quilivorno 19/10/2016)-0% CI SONO ENTRATI DUE TURISTI AUSTRALIANI SI SONO SPAVENTATI
    51)Ristrutturazione cimitero greco e inserimento percorso turistico (Nogarin Facebook 1/11/2016)-0%
    52) Introduzione del Tallero (chi siete ? Cosa volete ? Un fiorino)- Fatto
    53) Discorso sul nulla alla Camera dei Deputati (Nogarin 7/11/2016) – Fatto
    54) Progetto di ampliamento parco RSA COTETO (Aurigi- QUILIVORNO 25/11/2016)-FATTO 0%
    55) Progetto ripristino baracchine scoglio della regina (Aurigi-QUILIVORNO 25/11/2016)- FATTO 0%
    56)MUSEO AI BOTTINI DELL’OLIO ENTRO GIUGNO 2017 (Ass. VECE-IL TIRRENO 27/11/2016)-FATTO APERTO 23 Aprile 2018 MA GRAZIE ALLA PRECEDENTE GIUNTA
    57)Ristrutturazione e ampliamento spogliatoi campo scuola (NOGARIN-QUILIVORNO 30/11/2016)
    58) 88 Milioni di investimenti sulle strade e restyling Cisternone nel 2017 (AURIGI-quilivorno 6/12/2016) UFFICIALMENTE FALLITO per superamento tempistica promessa
    59) 350.000 euro restauro facciata Villa Mimbelli (QUILIVORNO 8/12/2016)
    60) Via Grande accessibile ai disabili al 100% ENTRO IL 2018 (nogarin quilivorno 11/11/2016)
    61) RIDUZIONE DELLA TIA NEL 2017 – (NOGARIN 22/12/2016 DAL DISCORSO DI FINE ANNO)- FALLITO, NEL CONCRETO NON SARA’ (VEDI DISCORSO DI LEMMETTI DEL 24.03.2017)-vedi punto 10
    62)Riqualificazione Piazza Garibaldi con altalene nel 2017 – (NOGARIN 22/12/2016 DAL DISCORSO DI FINE ANNO)-FATTO mettendo due giochini redioli
    63) migliori laboratori del paese sulla blu e green economy alla dogana d’acqua. NOGARIN 22/12/2016 DAL DISCORSO DI FINE ANNO)
    64)Master per preparatore atletico in collaborazione con le migliori università –(NOGARIN 22/12/2016 DAL DISCORSO DI FINE ANNO)-FATTO 0%
    65) CAR SHARING NEL 2017- ( NOGARIN 22/12/2016 DAL DISCORSO DI FINE ANNO)-FATTO 0%- UFFICIALMENTE FALLITO PER SUPERAMENTO TEMPISTICA PROMESSA.
    66) INCONTRI CON I CITTADINI CAMMINANDO DI PIU’ NELLA CITTA’ –(NOGARIN 22/12/2016 DAL DISCORSO DI FINE ANNO)- E’ PARTITO DALLA VALLE BENEDETTA. Rubrica su QUILIVORNO bloccata da mesi. PROGGETTO FALLITO
    67) Denuncia a mamma disoccupata con due figlioli (FATTO Gennaio 2017)
    68) STADIO COME QUELLO DI UDINE (Nogarin Il Tirreno 11/02/2017) GIA’ DETTO NEL NOVEMBRE 2015 VEDI PUNTO 16- 0%
    69) PRATINO AL POSTO DELL’INCENERITORE (Nogarin Il Tirreno 11/02/2017)- GIA’ DETTO NEL 2014 VEDI PUNTO 29-0%
    70)Porta a porta in tutta la citta’ entro 2017 (Ass. VECE commissione consiliare e IL TIRRENO 11/02/2017)- GIA’ DETTO NEL 2014 E 2015 VEDI PUNTO 23 E PUNTO 32
    71) Pista ciclabile Viale Italia da 150.000 euro (NOGARIN Il Tirreno 16/2/2016)-0%
    72) Brand “costa dei cavalleggeri” per la promozione di tutte le attività ad esso connesse come trekking, diving, immersioni e osservazione dei coralli marini, cavalcate nei boschi, enogastronomia, storia e cultura della nostra provincia”. (ASSESSORE VECE e AURIGI QUI LIVORNO 27/02/2017).-0%
    73) Rivoluzione trasporto pubblico anche su acqua con autobus dalla stazione ogni 3 minuti (ASSESSORE VECE 28/02/2017)- FALLITO DOPO APPROVAZIONE PIANO DEL TRASPORTO PUBBLICO VEDI PUNTO 1
    74) Nuove docce per spiaggia del Marinaio, al Sale, a San Jacopo e alla Vela. (QUILIVORNO 16/03/2017)
    75)Divieto di vendita alcool in zona Garibaldi- Attuazione decreto Minniti – (Nogarin consiglio comunale 29/03/2017- QUILIVORNO 30/03/2017)-attuato solo per pochi mesi ora possono vendere cosa gli pare- FALLITO
    76)Un MILIONE PER Piazza Guerrazzi- via le auto diventera’ un “Foyer all’aperto” entro fine 2017 – (Aurigi QUILIVORNO 5/04/2017) UFFICIALMENTE FALLITO A SEGUITO SUPERAMENTO TEMPISTICA PROMESSA.
    77) Sostituzione completa dei vecchi corpi illuminanti con tecnologia a LED su tutta l’illuminazione pubblica- (ASS AURIGI QUILIVORNO 2/5/2017)-0%
    78) Riasfaltatura Via Badaloni entro Novembre 2017 con inizio lavori inizio Settembre – (Nogarin-QUILIVORNO 26/05/2017)- 0%
    79) Piazze sul mare stabilimenti livornesi con mercatini, eventi ecc e ingresso gratuito dopo le 20 (VECE-QUILIVORNO 3/08/2017)-0%-MESSO PARCHEGGI A PAGAMENTO
    80) RIVOLUZIONE VIABILITA’ SUL LUNGOMARE PER AUMENTARE VOCAZIONE TURISTICA DI LIVORNO SULL’ESEMPIO DI NIZZA – ISTITUZIONE AUTOBUS AUTOMATICO (ASS AURIGI QUILIVORNO 30/11/2017)-0%
    81) Dieci progetti di riqualificazione per 18 milioni di Euro dalla riqualificazione di piazza Dante al recupero delle Terme del Corallo. Dalla realizzazione del nuovo Mercato Ortofrutticolo, alla ricostruzione della Chiccaia e alla pedonalizzazione della Bellana e ponte su viale – (Nogarin e Aurigi- QUILIVORNO 5/12/2017)—Gia’ detto in muerosi altri punti gia’ piu’ di un anno fa’ vedi punto 7, punto 28 e punto 31.
    82) 13 progetti per la messa in sicurezza e risanamento di edifici e strutture del patrimonio edilizio cittadino e per la riqualificazione urbana, Stadio comunale, Mercato Centrale, Teatro Goldoni, Villa Maria, solo per citare i più importanti; e poi le piazze: piazza XX settembre , piazza Guerrazzi, piazza del Cisternone.(ASSESSORE AURIGI- QUILIVORNO 12/12/2017)-0%
    83) Cittadinanza ai bimbi stranieri nati a Livorno nel 2018 (NOGARIN QUILIVORN 14/12/2017)-0%
    84) Favorire l’insediamento di attività di qualità, utili a valorizzare il nostro splendido lungomare attraverso bando di assegnazione tre baracchine (ASS AURIGI QUILIVORNO 14/12/2017)-0%
    85) Nr 3 rotatorie su Viale Italia e studio di fattibilita’ nuovo Polo tecnologico (QUILIVORNO 19/12/2017)
    86) Due milioni di euro per riqualificare l’area davanti alla stazione con un unico senso di marcia e ristrutturare la palazzina ex Ferrhotel che diventerà un centro di prima accoglienza per persone senza fissa dimora- (NOGARIN QUILIVORNO 26/2/2018) Gia’ detto in numerosi altri punti
    87) Cestini intelligenti georeferenziati aumento di 2500 cestini entro Aprile 2018 – (Nogarin QUILIVORNO 26/02/2018)- MESSI QUALCUNO E FATTA FIGURACCIA A STRISCIA LA NOTIZIA
    88) Terrazza Mascagni, all’interno del prato nei pressi dell’Acquario, sarà installata una struttura gioco modulare in legno di grandi dimensioni con torri multipiano, piattaforme, ponti, rampe e scivoli. Un’ampia area giochi che sarà dotata di pavimentazione anti-trauma e teleferica (ASS AURIGI QUILIVORNO 4/01/2018)
    89) Nuovi parcheggio a pagamento sul mare contro il volere di tutti i commercianti da Maggio 2018 – (IL TIRRENO 26/02/2018)-FATTO
    90) Accordo quadro da 500mila euro l’anno per 4 anni per organizzare un sistema efficace di interventi d’urgenza sulle strade per riparare le buche. GIA DETTO NEL 2016 e 2017 (VEDI PUNTI 58 e 78) – (NOGARIN QUILIVORNO 7/03/2018)
    91) Più valore ai 13 centri commerciali naturali-(Assessore Baldari QUILIVORNO 21/03/2018)
    92) Idea progettuake Sagrato artificiale per la chiesa degli Olandesi conil posizionamento di alcune sedute di arredo sul marciapiede opposto- (QUILIVORNO 19 marzo 2018)
    93) A Porta a Mare passerella, piazza climatizzata e centro fitness (QUILIVORNO 01 Aprile 2018-ASS.AURIGI)
    94) PROGETTO Modì (Mobilità Dolce e Integrata) -quilivorno 9 APRILE 2018: creazione di percorsi pedonali protetti casa-scuola, realizzazione di tre percorsi ciclabili a servizio di complessi scolastici cittadini viale Alfieri, via Galilei e via De Larderel,creazione di un servizio di car pooling destinato agli spostamenti casa-lavoro, tramite l’acquisto di software specifico, con personale dedicato,realizzazione di un servizio di “taxi scuola” per le zone non servite da scuola-bus, con l’utilizzo del taxi collettivo per gli spostamenti casa-scuola-casa;realizzazione di due nuove postazioni di bike sharing a servizio dei poli scolastici di via Galilei e di piazza Vigo; riconoscimento di voucher (in forma di buoni acquisto presso esercizi convenzionati) per gli studenti che si recano a scuola in bicicletta, in funzione dei km percorsi (valore 0,20 euro a km), certificati con specifica “app”;utilizzo di un servizio di carsharing elettrico per gli spostamenti per motivi di servizio del personale del Comune di Livorno, con contestuale eliminazione di 6 auto a trazione termica dalla flotta comunale. TUTTO ENTRO FINE 2019
    95) Portare le mani di QUINN dalla citta’ di Venezia alla Venezia livornsese per reggere la fortezza-(Nogarin IL TIRRENO 23/4/2018).
    96) Raccolta rifiuti notturna sul lungomare (VECE il TIRRENO 05/05/2018).
    97) Costruzione di 60 alloggi nel Comune di Livorno, quartiere Fiorentina, via Giordano Bruno e Costruzione di 54 alloggi nel Comune di Livorno, quartiere Shangay, Isolato 417 (Assessore Montanelli, QUILIVORNO 9/5/2018)
    98) Progetto per il ripristino di 26 Candelabri in ghisa alla rotonda (Assessore Aurigi QUILIVORNO 15/6/2018).
    99) Riqualificazione Borgo di Magrignano e linea autobus dedicato – (Nogarin, 2014 appena eletto ai residenti di borgo di Magrignano)
    100) progetto di risagomatura del parco di Villa Corridi-(Stella Sorgente, QUILIVORNO 26/7/2018)
    101) approvazione piano strutturale con sottopasso terme del corallo e 15 parcheggi interrati (QuiLivorno 27/07/2018)

    1. # pippi

      boia…te stai male

      1. # Ripigliati

        Nemmeno poo.

    2. # u8go nogarinINO sono otto

      sei un Grande ….un da retta a pippi e a ripigliati…loro a Livorno ci sono per caso.

      1. # TENGOILCONTO

        Figurati se penso a due con sti nomi…provano a sviare ma nessuno che ancora mi risponda nel merito ! Tipico atteggiamento pentastellato….

        1. # Francesco

          Come ti ho già scritto, tenere il conto è doveroso, ma va fatto bene.
          Esempio: Skate park alla rotonda entro estate 2019 è un punto,
          approvazione del piano strutturale è un punto, ma da mettere come fatto ( lo hanno approvato)
          Poi se sei bravo ti vai a leggere il piano strutturale e metti tutti i punti ipotizzati con relative scadenze
          Saluti

          1. # TENGOILCONTO

            Già letto….tutte oltre il 2019…e comunque anche te non smentisci la lista….vai punto punto e dimmi se ho sbagliato….

  12. # leo

    Consiliare, dopo un lungo iter che ha visto 6 incontri pubblici aperti a tutti i cittadini e 13 passaggi in commissione.

  13. # Claudio

    Un Déjà vu (quando una situazione ci sembra di averla già vissuta nei più minimi particolari).
    Gestione Lamberti (pace all’anima sua): “Forte S.Pietro riqualificato (con tanto di modellino alla Bruno Vespa),spostamento del Rivellino,in via della Cinta Esterna costruzione di un piccolo canale sotto le mura per ricordare non ricordo cosa ecc…
    Io,credo tutti,speriamo che dalle parole,oggi,si passi ai fatti e non ricominciare con riunioni,dibattiti,eccezioni,postille,si,ma, però.
    Mi chiedo,lo chiedo al Sindaco : a quando il primo colpo di piccone ?

  14. # Carlo

    . Prima rendiamo le zone ( Piazza Dante, San Marco, Piazza della Repubblica, etc…) sicure e agibili per famiglie e bambini …. con controlli e posti fissi di polizia … poi pensiamo a costruire o ristrutturare… CAPITO !!!!?

  15. # carla

    E intanto in via Provenzal sono iniziati i lavori di una nuova costruzione.
    Il parcheggio al Gymnasium per l’ospedale: ma non si sa dove sarà fatto il nuovo ospedale.
    E ora le osservazioni al piano…..ed agli assi viabilistici!!

  16. # Mauro

    Solo aver letto questa lunga trafila di proclami,ci spiegate dove eravate nei trascorsi quasi 5 anni? Grazie

  17. # Libero

    Leggo e riporto letteralmente un brano del testo dell’articolo da Voi pubblicato:
    “…..realizzare un nuovo sottopasso ferroviario in corrispondenza del cavalcavia delle TERME del CORALLO, anche per valorizzare al meglio l’edificio monumentale.”
    E voi chiamate “edificio monumentale” quei poveri ruderi fatiscenti che gridano vendetta, ormai prossimi ad un loro collasso definitivo e che una volta erano realmente un “edificio monumentale”?
    Proprio non riesco a capire che cosa ci sia in tutto ciò, da “valorizzare”!!!

    1. # carlo

      Difatti di monumentale non ha nulla , ma nemmeno se non fosse fatiscente , spendere due milioni di euro per il restauro parziale è da deficenti , oltre tutto soldi trovati nel fondo per le riqualificazione delle periferie degradate . se si vuole intervenire sul patrimonio storica della città pensiamo alle foretezze medicee ai fossi della venezia al lungomare magari migliorando la manutenzione del verde pubblico che fa veramente schifo . Le terme del corallo non possono essere un attrativa turistica a meno che per miracolo non tornassero asgorgare le acque termali .

  18. # Franco

    Riguardo all’ asse ferroviario io suggerisco di estendere questa ipotetica linea Stazione Centrale, Stazione Marittima fino alla frazione di Quercianella con fermate intermedie al Nuovo Centro, Ardenza, Antignano e Calafiria. In questo modo avremo una metropolitana che oggettivamente potrebbe abbattere il problema del traffico, soprattutto sul tratto di scogliera ed anche per tutti i pendolar delle frazionii che devono raggiungere la Staziine Centrale. Anche molti turisti potrebbero spostarsi in modo fluido e moderno in varie zone fuori mano. Sfruttare una rete ferroviaria già esistente e sempre meno battuta da Trenitalia…

  19. # roberto casarelli

    Non ho visto il nuovo Piano Strutturale,ma dalle indiscrezioni giornalistiche,si prevede non più nuovi insediamenti
    abitativi fuori dal centro urbano.
    La domanda è :
    – Nuovi insediamenti di edilizia popolare o di supporto all’emergenza abitativa è stata prevista?
    Penso sia vero che ci siano molte abitazioni sfitte a Livorno,ma mi pare che ci siano anche tanti abitanti che vivono,costretti, in situazioni di illegalità abitativa.( Torre Cigna etc.)
    Ora ,bello tutto,ma per favore, vogliamo pensare anche ai problemi sociali ?
    Questa città ne ha molti e invece di far proclami su facebook ,state in Consiglio comunale e cercate almeno di parlarne.
    -Nuovi insediamenti per PMI da portare a Livorno con costi abbordabili per nuove Aziende,sono stati pensati?
    I Piani strutturali servono a salvaguardare il territorio e a gestirlo,ma è anche vero che serve per dare un progetto,se c’è,di sviluppo economico alla città.

  20. # LEGA-PRIMA gli ITALIANI

    A questo punto non possiamo nemmeno dire che questi falsi proclami vengono sparati perche’ fra 10 mesi ci sono l’elezioni comunali dal momento che li hanno sempre annunciati e mai realizzati

    1. # mauro

      Il Regolamento Urbanistico è una legge che regola il territorio per un periodo di tempo che andrà ben oltre l’attuale amministrazione e che vincolerà i successori di Nogarin; non sono non un programma di lavori triennali. Forse l’unica cosa buona che ha prodotto questa giunta, sebbene le novità siano veramente scarse, in quanto gran parte derivano da quelle non attuate del vecchio PRG

  21. # Mah

    ma i soldi dove li trovano per fare tutto questo?

  22. # u8go nogarinINO sono otto

    5s 4s 3s 2s 1s……..0s e continuano a chiacchierà

  23. # Emme

    Tempo perso, perché tra un anno questi non ci saranno più. Poi i progetti si possono anche fare, a discorsi ma nei fatti è molto diverso. Intanto cominciate a fare quello che 10 anni attende ancora di essere portato a termine. La viabilità di porta a terra è a livello di terzo mondo e per fare un mini ponte non ci si riesce… Mah!

  24. # mifairide

    Via bimbi ma ci credete davvero?

  25. # u8go nogarinINO sono otto

    Do you believe to flying donkeys?

  26. # u8go nogarinINO sono otto

    … ferroviario che collegherà piazza Dante alla Stazione Marittima. .. addio la teleferia un è più per aria ma è cascata in terra…….

  27. # mauro

    Se una persona avesse un minimo di dimestichezza con la storia di Livorno degli ultimi 30 anni si accorgerebbe che temi come recupero delle aree degradate, delocalizzazione del depuratore del rivellino, sottopasso alla terme del Corallo ecc., sono tutti presenti nel PRG adottato diversi anni fa. Anche l’asse di collegamento est-ovest, all’Ardenza/La Rosa era un tema già apparso pochi anni fa sulla stampa, in quanto c’era stato uno studio condotto da alcuni docenti dell’università di Pisa.
    La novità parziale è lo stop alle espansioni. Per il resto, le tematiche calde rischiano ancora di restare nel libro dei sogni, come lo sono state durante nel periodo in cui è stato in vigore il vecchio PRG causa assenza di fondi e di progetti.

  28. # Posteggi interrati!?

    Se qualcuno non ha ancora capito che a Livorno i parcheggi interrati, come quelli sopraelevati, con le rampe non funzionano…beh allora ha capito ben poco di questa città… ps dove sono le ex cave?

  29. # TENGOILCONTOdiTe.il.co

    Caro mio, mi sa che ti sei dato la zappa sui piedi con la tua lista….tante promesse sono rimaste promesse, ma ora ti tocca piano piano rivederle….. e sei già a 15!!! Fatte ma in ritardo….., fatte ma nel caos…..insomma FATTE!! Ce ne fosse in politica chi su 10 cose dette ne fa 1 bene!!! Non saremmo a questi livelli!!! Ora ti rispondo come rispondi sempre…….prova a SMENTIRMI??!!!! Ora tengo il conto io…..e siamo a 15!!!!!(ampiamente raddoppiato le amministrazioni precedenti…e nella metà del tempo!)

    1. # TENGOILCONTO

      No no ma che smentirti ..hai ragione….ne mancano solo 86…

  30. # Cris

    Mi piacerebbe avere più informazioni per quello che è indicato come asse ferroviario piazza dante stazione marittima perché mi sembra molto interessante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.