Cerca nel quotidiano:


Si inaugurano le nuovi sedi Cooperativa Itinera e Erasmo Libri

Amici, autori, frequentatori e collaboratori abituali di Itinera ed Erasmo Libri potranno visitare le nuove sedi situate al 3° piano del Palazzo Huigens in via Borra, 35, sabato 4 agosto. L'appuntamento è alle ore 21.00 nella chiostra del Palazzo Huigens

giovedì 02 agosto 2018 07:43

Mediagallery

Quale migliore occasione se non quella di Effetto Venezia 2018, la manifestazione estiva livornese per eccellenza, giunta quest’anno alla sua 33° edizione, per inaugurare le nuove sedi della Cooperativa Itinera e di Erasmo Libri (Edizioni Erasmo, Edizioni del Boccale). Amici, autori, frequentatori e collaboratori abituali di Itinera ed Erasmo Libri potranno visitare le nuove sedi situate al 3° piano del Palazzo Huigens in via Borra 35 (nella foto), sabato 4 agosto; l’appuntamento è alle ore 21.00 nella chiostra del Palazzo Huigens.

Itinera lavora dal 1996 per enti pubblici e privati, organizzando servizi culturali finalizzati alla gestione, promozione, organizzazione, produzione e assistenza d’iniziative culturali, spettacolari e turistico-culturali. La cooperativa si è costituita a Livorno sulla base di un progetto di marketing dei beni culturali premiato nell’ambito di un concorso pubblico “Idea Impresa”. Da quel momento la cooperativa, secondo un piano d’impresa realizzato internamente, ha ramificato e sviluppato progressivamente i propri settori operativi e lavorativi. Dai musei, alla didattica, al turismo accessibile, alla gestione del Battello Marco Polo, alla promozione culturale, alle biblioteche, alla organizzazione di eventi. L’esperienza acquisita nei vari campi da un’attività tenace e appassionata ha permesso alla cooperativa di affermarsi sul mercato, in particolare in Toscana. Itinera da sempre considera la CULTURA come uno strumento di inclusione e di partecipazione sociale, come mezzo di innovazione ed elemento strategico di sviluppo dei territori. Inoltre la forma cooperativa è per Itinera una struttura di impresa sostenibile, fondata sulla democrazia e sulla dignità del lavoro; in questa logica sono state nel tempo create occasioni di interazione e scambio per la crescita della cittadinanza sempre con l’idea del patrimonio culturale come fattore di integrazione sociale tra le diverse componenti della comunità: famiglie, giovani, bambini, anziani .

Casa Editrice Erasmo – a distanza di quattordici anni la casa editrice, nata su idea di Franco Ferrucci, ha al suo attivo fino ad oggi un notevole numero di titoli: al gennaio 2018, oltre 270 volumi pubblicati, tanto per dare delle cifre. Si è data la possibilità a molti giovani autori di poter pubblicare le loro opere, che hanno spesso avuto diffusione non solo locale, ma anche regionale e nazionale, co ottimi riscontri sia in termini di vendite sia di partecipanti alle presentazioni. I volumi delle “Edizioni Erasmo” sono suddivisi in varie collane. La narrativa ha lo spazio preponderante, ma figurano anche opere di saggistica (anche con libri incentrati su Livorno), cucina, poesia, musica. Una cura particolare è riservata alla collana “Quaderni di storia del cinema”, con la pubblicazione di studi di cinema e di sceneggiature. La casa editrice “Edizioni del Boccale” svolge la funzione di servizio per i clienti, pubblicando libri su richiesta o che hanno una circolazione locale. Da marzo del 2018 la sede della casa editrice è in via Borra, 35, 3° p. – Palazzo Huigens, quartiere de La Venezia, dove ha sede anche l’Associazione culturale Franco Ferrucci. Parallelamente all’attività editoriale, le Edizioni Erasmo vantano numerose collaborazioni con molte realtà del territorio, con le quali realizzano serate di approfondimento, seminari, incontri con gli autori, corsi di cinema, presentazioni.

Palazzo Huigens – nei primi anni del XVIII secolo Odoardo Brassart, per conto di Antonio Huigens, fece innalzare un grande edificio residenziale. Il palazzo fu completato già nel 1705 e successivamente fu rialzato di un ulteriore piano: nel 1706 qui fu ospitato il granduca Cosimo III de’ Medici e, nel 1709, vi soggiornò il sovrano Federico IV di Danimarca in occasione della sua visita alla nobile lucchese Maria Maddalena Trenta (episodio ricordato anche nella targa marmorea della Porta San Gallo a Firenze).

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive