Cerca nel quotidiano:


Nave Urania: iniziati i lavori di demolizione

Una volta asportato il relitto, si potranno ultimare i lavori di riparazione del bacino

venerdì 06 luglio 2018 12:41

Mediagallery

Sono cominciati venerdì 6 luglio, a quasi tre anni dalla tragedia nella quale perse la vita l’elettricista napoletano Gabriele Perrone, i lavori di demolizione della nave Urania che occupa il bacino galleggiante “Mediterraneo” del porto di Livorno.
La rottamazione della struttura in acciaio avrà inizio ad agosto con la cesoiatura della dello scafo e della parte sovrastrutturale.
Una volta asportato il relitto, si potranno ultimare i lavori di riparazione del bacino.
Ciò darà modo all’Autorità di Sistema Portuale di proseguire con la predisposizione delle lettere di invito relative alla gara per l’assegnazione dei bacini di carenaggio, che saranno presto trasmesse ai concorrenti pre-qualificati. Un passo avanti decisivo, frutto del certosino lavoro congiunto delle istituzioni, che ha consentito, con pazienza, di risolvere i nodi più intricati.

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # Marco

    Ma quand’è che si tornerà a costruire navi mercantili? Ah già ma ora Livorno è moderna e il lavoro, bello, del futuro è fare il commesso nei centri commerciali..

    1. # rena

      Purtroppo a Livorno navi mercantili non verranno più costruite , perché e stato distrutto il luogo dove venivano costruite ;però se i bacini verranno ripristinati si potranno riparare le navi di tutti i tipi grandi piccole traghetti ro-ro portacontainers e anche perché no ,navi da crociera perché nel bacino in muratura tutte le navi da crociera esistenti ci entrano tranquillamente naturalmente tutta l’area va ristrutturata

    2. # Augusto da Napoli

      Prima dovete imparare a farle visto che in cantiere ci lavorano solo gente di fuori Livorno

      1. # rena

        Non so di quale cantiere parla il cantiere non esiste più dal 2003 se si riferisce a Benetti sappia che non è il cantiere ma una altra cosa

  2. # Acciaio

    Hanno rimesso in Linea di galleggiamento la Costa Concordia, figuriamoci se non lo si può fare con l’Urania. con la rottamazione si perderà un’altro anno per l’ipotetica apertura del Bacino galleggiante. L’unica speranza che non c’è più il Ministro “amico” ma il Ministro Toninelli che è comunque in gamba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive