Cerca nel quotidiano:


Al via la prima edizione del Festival Livorno Ebraica

Dal 13 settembre al 28 ottobre il Festival Livorno ebraica. Visite guidate di Sinagoga, Museo Ebraico, Cimitero Monumentale Ebraico di viale Ippolito Nievo e quello di via Don Aldo Mei

mercoledì 12 settembre 2018 08:05

di Jessica Bueno

Mediagallery

Dal 13 settembre al 28 ottobre avrà luogo il Festival Livorno ebraica. L’evento, realizzato dalla Comunità ebraica livornese con Amaranta Service e con la collaborazione della Compagnia degli Onesti e della Compagnia Spazio Teatro, consentirà visite guidate in Sinagoga, al Museo Ebraico di via Micali e al Cimitero Monumentale Ebraico di viale Ippolito Nievo e quello di via Don Aldo Mei. “Di solito le visite guidate alla Sinagoga, organizzate anche in occasione della Giornata Europea della cultura ebraica (che quest’anno cade il 14 ottobre) sono brevi  – sostiene Gilda Vigoni di Amaranta – Abbiamo però, fortunatamente, ricevuto numerose richieste sia da cittadini livornesi che da turisti riguardanti la possibilità ti allargare le tempistiche. Speriamo che questo festival sia un punto di inizio per un’iniziativa da poter ripetere annualmente”. “Il Festival deve sottolineare l’importanza dell’ebraismo a Livorno – dice Vittorio Mosseri, presidente della Comunità ebraica – Nei tempi correnti le cose sono cambiate, ma è importante che i livornesi riconquistino la memoria dei tempi che furono. Non sapere da dove veniamo significa non sapere dove andremo a finire. Questa Comunità può dare ancora tanto, nei nostri archivi c’è la storia di Livorno. Inoltre vogliamo cercare di abbattere i pregiudizi che da sempre circondano l’ebraismo: l’ebreo è una persone come tutte le altre, inserito nella propria città ed aperto al confronto e al dialogo”. “Siamo felici e onorati di partecipare – afferma Adele Apostolico della Compagnia degli Onesti – Abbiamo organizzato diverse iniziative culturali, tra cui uno spettacolo in onore a Herbert Pagani,  cantautore, personaggio poliedrico popolare negli anni sessanta-settanta-ottanta. Sarà simile alle Stanze Livornesi e sarà strutturato in due turni, per poter consentire una maggiore affluenza”.

Il programma degli eventi:

Dal 13 settembre al 21 ottobre visite guidate alla Sinagoga in italiano e in inglese alle ore 10 e alle ore 11 dal lunedì al venerdì. Costo del biglietto a persona: 10 euro.

Dal 13 al 14 settembre alle ore 16 si terrà un incontro formativo rivolto ai docenti legato a progetti di approfondimento della cultura ebraica al Museo di via Micali, 21. Ingresso gratuito.

Il 6 ottobre la Compagnia degli Onesti presenta, nei locali della casa natale di Modigliani (via Roma, 38) lo spettacolo omaggio a Herbert Pagani.
Biglietto: 12 euro a persona, 10 euro per i tesserati soci della Compagnia degli Onesti e Spazio Teatro.
Previsti due spettacoli alle 21.30 e alle 22.30 (con possibilità di aggiungerne un terzo se le prenotazioni saranno numerose). Numero massimo partecipanti: 30 persone. Necessaria la prenotazione contattando la Compagniai al 3498169659.

Il 7 ottobre alle ore 11 apertura e visita guidata del Cimitero Monumentale Ebraico di viale Ippolito Nievo. Biglietto: 10 euro a persona. Alle 19.30 visita guidata alla casa di Amedeo Modigliani con degustazione di dolcetti della tradizione livornese sefardita e vino kasher delle Cantine Giuliano di Casciana con incontro con il produttore. Costo: 10 euro a persona.

Il 14 ottobre si terrà la Giornata europea della cultura ebraica e verrà presentato un libro dedicato agli argenti. Per questo evento in seguito maggiori informazioni.

Il 21 ottobre alle ore 16 si svolgerà il trekking ebraico con partenza dal Museo Ebraico di via Micali fino alla casa di Modigliani con sosta alla Sinagoga. Costo: 18 euro a persona.

Il 28 ottobre alle ore 11 visita guidata al Cimitero Ebraico di via Don Aldo Mei. Costo: 10 euro a persona.

Per informazioni: 3398560212 o [email protected]

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # mind

    Bellissima iniziativa una bella pagina di cultura che fa onore alla città.

  2. # Paola Coen Salmon

    Bellissima iniziativa… spero che tra gli effetti dell’evento ci sia anche la maggior manutenzione del cimitero ebraico, l’ultima volta che ci sono stata (a giugno) era in condizioni pietose!!!

  3. # Marco Ravaioli

    Benissimo. Era sicuramente qualcosa che doveva essere fatto. Livorno si sottovaluta, in generale, ed è un peccato. Mazal Tov!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.