Cerca nel quotidiano:


Carico Massimo riparte con nuovi progetti artistici

mercoledì 03 ottobre 2018 16:36

Mediagallery

Carico Massimo, una delle realtà culturalmente più attive della Toscana per la ricerca attenta alle esigenze dell’arte contemporanea, promuove nei propri spazi degli ex Magazzini Generali (via della Cinta Esterna) una serie di progetti artistici a partire già da questo weekend.

E’ intitolato Fall Flood and Higher Ground (Alluvione d’autunno e terreno sopraelevato), il primo progetto in calendario che chiude la residenza in città   di  Elka Krajewska e Gregor Neuerer in programma per sabato prossimo 6 ottobre alle 18.30.  Il progetto, in collaborazione con il Comune di Livorno, rientra in Cantiere Toscana la rete territoriale per l’arte contemporanea, supportata dalla Regione Toscana e Giovanisì, all’interno del bando “Toscanaincontemporanea 2018”.

I due artisti Elka Krajewska e Gregor Neuerer che da anni lavorano insieme con progetti di ricerca in cui reinventano la comunicazione intorno ad intimi incontri con la natura, il paesaggio, la cultura materiale, la storia e l’industria, a Livorno inaugurano la loro prima mostra a quattro mani che racconta la loro esperienza vissuta. Dopo un periodo di residenza in città decidono di trasformare lo spazio industriale dei Magazzini Generali in un sistema poetico che si focalizza prevalentemente sulla geografia del pavimento. E’ stata pertanto definita una nuova topografia su cui é tracciato un Vocabolario che è riportato in forma di libro. La pubblicazione funziona come una guida alla mostra, grazie a una serie di corrispondenze tra spazio espositivo e pagine del libro, ma anche come una rilettura della città e della sua storia attuale. Un insieme di segni e parole univocamente incisi testimoniano la personale e immediata risposta degli artisti all’atmosfera vissuta a Livorno, ad una idea presente e passata della città, satura di speranza e visioni della vita collettiva.

La mostra Fall Flood and Higher Ground è visitabile fino al 25 novembre 2018 su appuntamento (349-89.51.697)

Nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta a palazzo comunale con la partecipazione dell’assessore alla cultura Francesco Belais, del nuovo direttore dei sistemi museali livornesi, Paola Tognon e con alcuni componenti di Carico Massimo (Alessandra Poggianti, Federico Cavallini e Juan Pablo Macias) sono stati annunciati anche altri progetti in programma che collocano Livorno in un circuito di ricerca e innovazione per l’arte contemporanea.

Questi gli appuntamenti:

Novembre (data da definire): Arte , magia e capitalismo, giornata di studio e discussione sul rapporto tra  arte e cultura materiale.  Spazio; sala conferenze Biblioteca Bottini dell’Olio, piazza del Luogo Pio, Livorno

7 dicembre: Una mostra, un libro, delle performance di Dora Garcia e Cesare Pietroiusti in collaborazione con il Premio Ciampi e Valige Rosse. Presentazione del libro nella sala conferenze della Biblioteca dei Bottini dell’Olio, piazza del Luogo Pio ;  la mostra negli spazi di Carico Massimo.

Gennaio 2019 (data da definire): Festa per la  presentazione della collana di pubblicazioni di Carico Massimo in collaborazione con lo studio Zirkumflex di Berlino. Sala conferenze Biblioteca dei Bottini dell’Olio, piazza del Luogo Pio. Mostra nella sede di Carico Massimo.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive