Cerca nel quotidiano:


Concerti di classica a porte aperte: dai ragazzi del Mascagni nasce la rassegna Allievi in musica

Gli studenti del conservatorio lanciano un ciclo di concerti di musica classica aperti al pubblico. L’obiettivo? Un rapporto nuovo tra la città e i suoi giovani talenti

martedì 17 aprile 2018 12:13

Mediagallery

Una finestra aperta sul cuore pulsante della cultura musicale livornese, ovvero i giovani musicisti.
E’ così che nasce la rassegna Allievi in musica, organizzata e gestita dagli studenti dell’Istituto Musicale “P. Mascagni” di Livorno. Giunta alla sua quarta edizione, la rassegna si compone di un ciclo di concerti di musica classica, durante il quale gli studenti dell’Istituto Mascagni si esibiranno con un repertorio di grande varietà.

Dal repertorio cameristico di Brahms al pianismo romantico e virtuoso di Rachmaninov, passando per autori come Claude Debussy e Ludwig Van Beethoven. Senza dimenticare un prezioso sguardo sul secondo Novecento, con le opere per percussioni di compositori come Ney Rosauro e Mark Glentworth e quelle per sassofono di Paul Creston e Phil Woods.

La rassegna, nell’ambito delle attività culturali della città, ha una duplice importanza.
Per un ragazzo che desidera fare della musica la propria vita, suonare di fronte a un pubblico vasto ed eterogeneo è un’esperienza, dal punto di vista formativo, fondamentale: si tratta di un’occasione di grande valore, che gli permette di esprimersi e di trasmettere al prossimo ciò che sente, ciò che vede attraverso la musica.

Ma l’orizzonte a cui guarda la rassegna è ben più ampio: si tratta di rifondare il rapporto tra la città e i suoi talenti, tra Livorno e le sue ricchezze. I ragazzi propongono ciò che hanno realizzato con impegno e passione e lo condividono con la cittadinanza. La città ascolta i suoi musicisti, i suoi frutti più giovani.

Il concerto di apertura della rassegna si terrà mercoledì 18 aprile presso l’auditorium Cesare Chiti dell’Istituto Mascagni (Via Galilei 40, Livorno), alle ore 18. La pianista Lucrezia Liberati interpreterà gli Etudes-Tableaux op.39 di Sergej Rachmaninov e, a seguire, il violista Matteo Tripodi e la pianista Martina Catarsi eseguiranno la Sonata op.120 n° 1 di Johannes Brahms.

Per la locandina completa della rassegna consultare il seguente indirizzo: http://bit.ly/programma_rassegna_2018

Tutti i concerti sono a ingresso libero.

Francesco Bertoli

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive