Cerca nel quotidiano:


Dal gospel a X-Factor fino all’inedito. “Le 5” festeggiano 10 anni di carriera

Lunedì 30 aprile a partire dalle 21, "Le 5" festeggiano dieci anni di carriera con un evento-spettacolo in Fortezza Vecchia

domenica 29 aprile 2018 11:00

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Tutte le storiche band hanno un inizio mitologico da raccontare nelle biografie ufficiali o ai nipoti sulle ginocchia tra un gin “on the rocks” e un “45” che gira gracchiando. I Beatles hanno iniziato a suonare al The Cavern a Liverpool, i Rolling Stones al Marquee di Londra, gli U2 (inizialmente Feedback) iniziarono invece nella cucina di Larry Mullen per poi esibirsi live per la prima volta alla Mount Temple School di Dublino.
Senza peccare di “Icarismo” e cercare di volare vicino al sole per poi cader giù senza piume, anche un gruppo vocale tutto al femminile e prettamente livornese ha un suo ben preciso e storico inizio. Era l’aprile del 2008, ben dieci anni fa, quando, all’interno di una taverna di una casa a Montenero durante una pasquetta, cinque giovani cantanti appartenente al gruppo gospel Jubilation decisero di creare qualcosa di unico: un cocktail ammaliante delle loro cinque voci insostituibili che, mixate insieme, davano un qualcosa di inimitabile. E proprio come il canto delle sirene per Ulisse e compagni iniziarono ad ammaliare il pubblico livornese e non solo.
Così ecco che Alessandra Renai, Francesca Fraschi, Sara Scassa, Chiara Fioretti e Azzurra Vellutini danno vita al progetto “5isters” (da leggere Five Sisters). Cinque “sorelle” in musica che, aiutate e dirette dal sempre presente e attento maestro Carlo Bosco, hanno iniziato la loro carriera di gruppo vocale. “Il tutto è iniziato – spiega Alessandra Renai – così quasi per gioco all’interno di quella taverna. Volevamo cantare un pezzo che non era in scaletta con i Jubilation ma che a noi piaceva tantissimo, Gospel Medley delle Destiny’s Child. Cosi lo preparammo e lo portammo a un concorso di canto: il Golden Disc. Facemmo così questa follia, andando a quel concorso… che vincemmo. La vittoria ci ha fatto dire: perché non continuare? E così abbiamo iniziato la nostra carriera da band con tutto quello che ne consegue, ognuna sul palco con il proprio colore distintivo, il nostro repertorio e i concerti live fino ad arrivare a X-Factor dove Elio ci cambiò nome chiamandoci più italianamente e semplicemente “Le 5”. Poi l’inedito “Subito” e le tante, tantissime collaborazioni”.
Una storia fatta di musica, ma fatta anche di amicizia, vero mastice che ha tenuto unite queste voci in un unico progetto di musica e vita. Quilivorno.it ebbe anche l’onore di averle ospiti (clicca qui per rivedere l’esibizione live all’interno della prima redazione di via Bernardina) appena conclusa l’esperienza al talent show che le fece conoscere al grande pubblico.
Dieci anni non sono una tappa banale. Ed è per questo motivo che lunedì 30 aprile, a partire dalle 21 (ingresso gratuito) all’interno della Sala della Canaviglia in Fortezza Vecchia “Le 5” festeggeranno con un concerto-evento la doppia cifra raggiunta. Due ore di musica, ma non solo, dove verranno raccontati gli esordi e i momenti più importanti di questa prima decade di emozioni. Sul palco un presentatore d’eccezione, Lorenzo Thunderstruck Talozzi che condurrà il pubblico per mano tra i dedali di questi dieci anni di carriera tutta da rivivere. On the stage saliranno molti artisti che hanno fatto parte della storia del gruppo tra cui: Carlo Bosco, Maura Balzini, Alex Bimbi, Caterina Bianchi e Giulio Fagiolini. “Con questo concerto -spettacolo vogliamo raccontarvi attraverso i nostri e i vostri occhi chi siamo – spiegano Le 5 – cosa abbiamo vissuto, cosa abbiamo condiviso e quanto grande è la nostra passione”. Non resta che farsi prendere per mano, chiudere gli occhi e immergerci in questa macchina del tempo fatta di note.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive