Cerca nel quotidiano:


Due giorni di danza con il “Livorno Festival” e il “Festival-Urban Contest”

I partecipanti avranno la possibilità di vincere borse di studio a livello europeo e l’occasione di una vetrina importante per il proprio talento nel futuro

giovedì 29 novembre 2018 15:31

Mediagallery

Sabato 1° e domenica 2 dicembre al Teatro Goldoni prenderà il via la quinta edizione del Livorno Festival, il concorso di danza organizzato da Artedanza e diretto da Valeria Delfino. È ormai un evento destinato a crescere a livello di qualità, diventando sempre più vetrina di grande livello sia per la giuria che per i partecipanti e vede la partecipazione di danzatori a partire dagli 8 anni di età, provenienti da numerose parti d’Italia.
La competizione è rivolta a danzatori, coreografi emergenti e scuole di danza.
Il nome “Festival” tende proprio a sottolineare il significato di Festa della danza intesa come confronto tra diverse realtà e motivo di crescita artistica e didattica sia per gli allievi che per gli insegnanti e i direttori delle scuole, anche perché insieme al concorso, nella splendida location della Fondazione Teatro Goldoni si svolgeranno anche workshop rivolti a bambini ed adulti, con alcuni membri della giuria d’eccezione.

La giuria è internazionale e coinvolge rappresentanti di Accademie europee prestigiosissime. Ecco i nomi:

Pino Alosa, maitre de ballet del Teatro alla Scala di Milano
Nicola Biasutti, docente John Cranko Schule di Stoccarda
Joele Boulogne, docente PNSD a Cannes e Marsiglia
Eugenio Buratti, direttore Daw Firenze e Docente ospite fisso Accademia Princesse Grace Principato di Monaco
Gentian Doda, codirettore Ballet Staat Berlino e coreografo internazionale
Donatello Jacobellis, danzatore e coreografo internazionale Momix Cirque du Soleil
Francesco Nappa, danzatore e coreografo internazionale in Germania, Francia e Italia
Christian Schon, docente School of Hamburg Ballet di Amburgo.

I partecipanti avranno la possibilità di vincere borse di studio a livello europeo e l’occasione di una vetrina importante per il proprio talento nel futuro. Per la seconda volta Livorno Festival e Artedanza metteranno in palio, la targa “Livorno Danza & Cultura” che verrà assegnata alla coreografia ritenuta più incisiva a livello culturale e sociale, durante il galà dei vincitori, domenica 2 Dicembre alle ore 19.00 al Teatro Goldoni. Consegnerà la targa l’assessore alla cultura Francesco Belais.
L’evento è come ogni anno patrocinato da Provincia e Comune di Livorno e Regione Toscana.
Il tutto comincerà sabato 1° dicembre alle 14.30 dove si esibiranno danzatori tra i dodici e i quindici anni e i coreografi. Poi domenica mattina sarà la volta dei più piccoli: dagli otto agli undici anni e il pomeriggio della domenica danzeranno i più grandi, dai sedici anni di età. Al termine della competizione ci sarà il galà dei vincitori durante il quale verranno assegnati i premi speciali.

Parallelamente al Livorno Festival, sabato 1° dicembre, si svolgerà la seconda edizione di Livorno Festival-Urban Contest, la parte di questa kermesse dedicata alla danza hip hop ed a tutte le derivate. Anche in questa parte di Festival ci saranno lezioni di danze urbane, sfide di improvvisazione tra singoli danzatori ed una competizione coreografica tra le varie crew partecipanti.

La giuria composta da danzatori, coreografi e rappresentanti della cultura hip hop a livello internazionale vede il nome di tre artisti importanti e molto conosciuti nel panorama “Urban”: Gabriel Ledda, Dafne Bianchi e Meetch.
Livorno Festival non può non avere un occhio sull’attuale importanza che la contaminazione musicale e culturale ha sulla danza oggigiorno e quindi anche Urban Contest è diventato una parte fondamentale di questa festa dell’arte.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.