Cerca nel quotidiano:


Prima tappa del festival “AnniSettanta” alla Tst Gallery con le foto di Starnone

Venti scatti in bianco e nero di Napoli, città di origine di un artista che da oltre quarant'anni fotografa gli aspetti quotidiani della vita in una sorta di “caccia fotografica” sociale

giovedì 25 ottobre 2018 11:32

Mediagallery

Prima tappa del festival AnniSettanta alla TST Art Gallery venerdì 26 ottobre (ore 18) con l’inaugurazione della mostra fotografica di Vincenzo Starnone e la presentazione del romanzo “Palazzokimbo” di Piera Ventre, Neri Pozza Editore. Saranno presenti gli autori che saranno intervistati da Sandra Mazzinghi (giornalista e autrice).
Venti scatti in bianco e nero di Napoli, città di origine di un artista che da oltre quarant’anni fotografa gli aspetti quotidiani della vita in una sorta di “caccia fotografica” sociale. L’evoluzione di Vincenzo Starnone nell’arte fotografica è andata di pari passo con quella politica, essendosi formato nel periodo più intenso del conflitto sociale napoletano, a cavallo tra gli anni ’60 e ’70. Ha esposto negli ultimi anni in tutto il meridione.
“Livorno era già presente in un angolo della mia memoria. Venni anni fa, sempre per la mia passione fotografica. Mi colpì subito l’impegno sociale ribelle che vi appartiene –  dice di Livorno Vincenzo Starnone – E’ città di mare, e come Napoli, plasmata dalla brezza marina salmastra e iodata, che la rende combattiva e creativa. Più vi ascolto e più mi convinco che il vostro parlar “arrotondato” e dolce, ma deciso e senza indugi, mi ricorda il più bel dolce di Napoli: il babà al rum. Le sue forme rotonde, il suo gusto dolce, reso deciso dal rum, mi rapiscono”.

Insieme a Vincenzo Starnone ci sarà la scrittrice, Piera Ventre, napoletana anch’essa, ma che vive a Livorno dal 1987. Laureata in Logopedia all’Università di Pisa e specializzata come assistente alla comunicazione, collabora con le scuole di Livorno. Ha pubblicato testi brevi in raccolte antologiche e siti letterari. Nel 2011 la raccolta di racconti “Alisei” (Edizioni Erasmo) ha avuto una segnalazione della giuria al Premio Renato Fucini. “Palazzokimbo” è il suo primo romanzo.

I prossimi appuntamenti di “AnniSettanta”:

– Venerdì 2 novembre (ore 19) nei locali della TST Art Gallery un incontro dal titolo “Ti ricordi gli anni settanta?” a cura di Pietro Contorno: che accompagnerà il pubblico con musica e video, in un viaggio indietro di quarant’anni.

– Mercoledì 7 novembre all’Osteria La Barrocciaia di Tommaso Scalsi (piazza Cavallotti, 13) musica dal vivo con “Trio della cattiva strada”. Con i musicisti del “Trio” lo spettacolo sarà ispirato alla musica ed alla poesia di Fabrizio De Andrè.

Giovedì 8 novembre (ore 18) da Mondadori Bookstore Livorno (via Magenta, 23) presentazione del libro “Il figlio del terremoto” di Silvia Conforti, La vita felice edizioni. Veronica Galletta (docente della scuola di scrittura creativa Carver) introdurrà l’autrice.

Venerdì 9 novembre (ore 17.30) in collaborazione con Gian Marco Casini Gallery, Renato Spagnoli sarà il protagonista di una mostra ospitata da Taragaruz (via E. Rossi, 23): “Segni emblematici” del Maestro delle “A”.

– Mercoledì 14 novembre all’Osteria La Barrocciaia di Tommaso Scalsi (piazza Cavallotti, 13), musica dal vivo il gruppo “Disperati Erotici”. La serata sarà uno scambio di ricordi di musica e testi di De Andrè e di Lucio Battis

– Giovedì 15 novembre (ore 18) da Mondadori Bookstore Livorno (via Magenta, 23), presentazione del romanzo “Un’altra giovinezza veniva dal mare” di Lorenzo Greco, Vittoria Iguazu Editora. L’autore dialogherà con Sandra Mazzinghi e con l’avvocato Andrea Ghezzani.

Domenica 18 novembre (ore 17.30) a Palazzo Huigens (Via Borra, 35) un incontro ideato dalla cooperativa Itinera,  “A Livorno negli anni ’70: tutto inizia dal basso”, in collaborazione con Edizioni Erasmo.

– Venerdì 30 novembre (ore 18) nei locali della TST Art Gallery, Antonio Valentini, giornalista, penna del Corriere della Sera e docente di comunicazione giornalistica all’Università di Pisa, terrà un incontro dal titolo “Vissuto e aspettative dei giovani negli anni ‘70”.

Il festival “AnniSettanta” ha il patrocinio gratuito del Comune di Livorno. L’ingresso alle mostre, agli incontri e ai concerti è gratuito.

Info: [email protected]

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive