Cerca nel quotidiano:


“Teatri d’Autunno”, torna l’espressione libera del Centro Il Grattacielo

La stagione teatrale si svolgerà da ottobre a dicembre con sei spettacoli ed eventi e si propone di abbracciare l'arte in tutte le sue sfumature

mercoledì 10 ottobre 2018 08:05

di Federico Bacci

Mediagallery

Torna la stagione teatrale del Centro Artistico “Il Grattacielo”, teatro storico della città di Livorno, attivo dal 1954. “Teatri d’Autunno” è il nome scelto per la rassegna, che sarà composta da 6 spettacoli teatrali distribuiti nei mesi di ottobre, novembre e dicembre. L’arte verrà guardata da ogni suo punto di vista, in un carnet di eventi che oltre al teatro vedranno al proprio interno musica, cinema e fotografia (clicca sul link al pdf in fondo all’articolo per consultare il programma completo).

“La parola d’ordine è accoglienza” ha spiegato la direttrice artistica Eleonora Zacchi, “che è ciò che io personalmente intendo per teatro. E’ anche seguendo questa linea che abbiamo modellato la programmazione: un’esplorazione dell’arte a trecentosessanta gradi, che si espanda magari in direzioni non convenzionali. Un teatro pronto a “mettere a nudo” l’attore e soprattutto lo spettatore, facendolo riflettere ed evadere con la scoperta di nuovi orizzonti“.

La rassegna si aprirà il 19 ottobre con lo spettacolo “Bruno” della compagnia Dimitri-Canessa, per poi proseguire con “Io sono chi” di Alessia Arena (9 novembre). Due gli eventi “atipici“: il 23 novembre il concerto di Nu and the Thumbs Up, organizzato in collaborazione con Neon/Noon e Il Chioschino di Filippo Brandolini, che sarà accompagnato anche dalla mostra fotografica di Gaia Guarnotta “All Bodies are Beautiful”, e il 16 dicembre con il concerto-poetico di Simone Weil.

“L’obiettivo è creare un centro di aggregazione completo” ha continuato la direttrice Zacchi, “indirizzato anche ai giovani, che magari in tempi di social e internet possono riscoprire la bellezza di chiacchierare nel foyer di un teatro.”

Numerose quindi le iniziative di rappresentazione, che vanno ad accompagnare anche i corsi di teatro, attivi dal 1° ottobre, aperti al pubblico livornese. Da segnalare anche la presenza dell’eccellenza internazionale Enrico Bonavera (“Alichin di Malebolge”, 30 novembre), che terrà anche un seminario teatrale (su prenotazione) nei successivi e 2 dicembre, e la collaborazione continuativa con l’associazione cinematografica Kinoglaz.

“Sono fiero di poter essere ancora una volta qui ad aprire la stagione de Il Grattacielo” ha commentato l’assessore alla cultura Francesco Belais, presente alla conferenza. “Si tratta senza dubbio di un’eccellenza territoriale che ha bisogno di ottenere il giusto riconoscimento, mediatico e artistico, per l’impegno promulgato e per la qualità che sempre più spesso sta pervadendo la città di Livorno, producendo un curioso e positivo “imbarazzo della scelta” sulle attività culturali”.

Info: 0586-89.00.93 (h17-19), [email protected].

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive