Cerca nel quotidiano:


Una settimana “verde” per la riduzione dei rifiuti. Il programma

Tante iniziative in programma per sensibilizzare i cittadini e i ragazzi delle scuole del territorio. Focus sui rifiuti pericolosi e sul loro smaltimento

mercoledì 14 novembre 2018 17:41

Mediagallery

Rifiuti pericolosi e smaltimento, pulizie collettive sulle spiagge e nei parchi, camminate ecologiche e  laboratori di riuso della plastica. Questo e molto altro al centro della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) che prenderà vita il 17 novembre (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare il calendario di tutti gli eventi in programma).
L’iniziativa nasce con l’obbiettivo di sensibilizzare i cittadini sulle strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti. Il focus di quest’anno sarà sui “rifiuti pericolosi” ed il loro smaltimento, ma non solo. In questi nove giorni, infatti, verranno effettuate anche pulizie di luoghi pubblici, saranno in programma camminate ecologiche, laboratori e workshop, raccolte di giocattoli inutilizzati e il 24 novembre, per concludere, sarà allestito in piazza Cavour un vero e proprio “Villaggio delle azioni virtuose sui rifiuti” con stand informativi.
Numerosi saranno nel corso della Settimana Europea gli eventi che coinvolgeranno il mondo della scuola, perché l’educazione alla riduzione dei rifiuti, e al riciclaggio, deve partire soprattutto dai più giovani.
Comune e Comitato provinciale Unicef hanno organizzato da sabato 17 novembre fino al sabato successivo una raccolta di giocattoli inutilizzati, dal titolo “Scambiamoci i giochi”, alla scuola primaria di Villa Corridi (via del Vecchio Lazzeretto a Collinaia) e alla scuola dell’infanzia “Il Cavalluccio Marino” (via Pietro Nardini, Quercianella), raccolta che successivamente darà vita ad uno scambio collettivo.

I bambini della scuola primaria “A. Modigliani”, di via Agnoletti, saranno coinvolti il 20 novembre in una camminata ecologica e in un’operazione di pulizia del “parco Gigli” nel quartiere di Corea. I ragazzi della scuola “G.Micali” (via degli Archi) saranno i destinatari, invece, il 21 novembre di una conferenza di Slow Food sul “Viaggio dell’olio: dal campo alla tavola fino alla stazione ecologica”.

“A seguito della nostra battaglia quotidiana nell’indurre la città ad attuare la differenziata in modo corretto e puntuale – racconta l’assessore all’ambiente Giuseppe Vece – sono per fortuna oggi tanti i cittadini che credono nei benefici socio-economico e socio-ambientali che la differenziata comporta. I tempi del resto ci impongono questo impegno etico e sociale che dobbiamo assumerci nei confronti del prossimo e delle future generazioni”.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # ug8o nogarinINO sono 8

    a proposito ricordatevi la spiaggia del pirata, accanto al Rex, non la pìulite mai, pare in provincia di Grosseto

  2. # commodoro

    oltre a “pulire” le spiagge (che poi catrame, mattoni, cocci di mattonelle, vetri ecc ecc vengono lasciati li, come se fossero patrimonio umano protetto dall’Unesco) si potrebbe dire ai cittadini di far smettere quella bruttissima abitudine di spostare tonnellate di sassi per fare i sentierini per l’entrata in mare (tipo scoglio della ballerina), è geologicamente dannoso, e può provocare frane (come è già successo, e visto con i miei occhi), in oltre allontana la linea di costa e le praterie di Posidonia (il nostro polmone marino) ne subiscono un effetto devastante.

  3. # ale

    per ridurre l’abbandono dei rifiuti bisognerebbe evitare di fare le radiografie a chi porta i rifiuti al centro di raccolta, in più permettere di conferire liberamente, sempre in questi centri, piccole quantità di materiale in eternit che diversamente vengono abbandonati in campagna o nei boschi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.