Cerca nel quotidiano:


Lombardi si conferma campione italiano

venerdì 03 giugno 2016 17:46

Mediagallery

Marco Lombardi, ultramaratoneta della società Atletica Libertas Runners Livorno ha compiuto altre due imprese che vanno ad arricchire il suo strepitoso palmares. Prima ha trionfato nella “6 ore del Donatore” corsa il 14 maggio, poi ha chiuso nono (ma primo nella sua categoria) nella famosissima “100 km del Passatore”, disputata sabato 28 Maggio. Partiamo dal primo evento disputato a Foiano della Chiana, provincia di Arezzo. Questa gara a circuito (1014 metri) si dirama nel centro storico della cittadina di Foiano con un discreto dislivello, poiché da affrontare ci sono oltre che una ripida salita di circa 80-100 m, altri tratti ondulati e curve a gomito. Comunque l’atmosfera è stata particolare, un intero paese a fare da spettatori e ad incitare. L’obiettivo di Lombardi era quello di provare a ripetere la prestazione dello scorso anno, magari migliorandola visto che vinse con 77 km e 228 m. Allo sparo dello start, Marco si è messo subito in testa e per sua fortuna è riuscito a mantenerla fino allo scoccare della sesta ora.

IMG-20160529-WA0020

Dopo la seconda ora di gara, avendo qualche km di vantaggio sul secondo, ha preferito non forzare molto, poiché la gara era molto impegnativa sopratutto a livello muscolare. Alla fine Lombardi ha gestito la gara in modo adeguato, anche perché quest’anno era presente il suo allenatore, Romano Moretti, che da vero tecnico lo ha fatto correre senza stress, ma dandogli sicurezza e serenità. Allo scoppio del cannone, allo scoccare della sesta ora, il livornese ha percorso 78 Km e 838 metri, circa 1 km e 600 metri in più dello scorso anno, con un vantaggio di circa 6,7 Km sul 2° classificato, bissando la vittoria dell’anno passato e stabilendo il nuovo record della gara.

Come detto, non contento di questa vittoria, Lombardi ha disputato anche, per la quinta volta, la “100 km del passatore”. Questa edizione, la 44esima ha visto il record di iscrizioni con oltre 2900 partecipanti. Lo start alle 15 in via dei Calzaiuoli a Firenze, con una temperatura di 30° che ha influito moltissimo sulle prestazioni generali degli atleti. Durante i primi km, Marco ha sofferto molto la temperatura alta ma, stringendo i denti, è riuscito a condurre la gara sempre nel gruppetto dei primi 10-15 assoluti. Alla vetta Le Croci sul passo della colla al km 48, è arrivato con circa 5 minuti di ritardo rispetto allo scorso anno. Al 65° km ha cominciato a riprendere alcuni top runner che di lì a poco si ritireranno dalla gara o giungeranno a Faenza stremati. Al 90° km era 9° assoluto. Negli ultimi 10 km, ha dovuto aumentare il ritmo perché alcuni atleti stanno sopraggiungendo. Ha percorso addirittura l’ultimo km a 3’40” al km in volata. Alla fine il labronico ha tagliato il traguardo in 7h 59’45” in 11° posizione assoluta, 9° assoluto maschile (poiché mi sono arrivate davanti le prime 2 donne), ma è giunto primo della sua categoria d’età SM35. Siccome quest’anno il Passatore era anche campionato Italiano Assoluto e Master FIDAL, Lombardi ha vinto anche la medaglia d’oro e la maglia di campione italiano Master categoria SM35. 

IMG-20160516-WA0012

L’atleta livornese comunque può ritenersi soddisfatto delle prestazioni: “Ringrazio il mio allenatore Romano Moretti che da novembre mi segue con serietà e professionalità e soprattutto crede nelle mie potenzialità. Dedico a lui la vittoria di Foiano. Ringrazio anche i miei fisioterapisti del Centro Fisiolife, Giulia Ghelarducci e Claudio Nencioni. Dedico ai miei quattro figli Margherita, Manuele, Miriam e Maddalena ed a mia moglie Sandy il titolo italiano Master SM35″. I prossimi impegni saranno emozionanti: “Il 17 luglio, insieme a Mauro Martelli e Davide Chiaverini, parteciperò alla staffetta benefica “Una traversata per la vita” con partenza dall’Isola d’Elba ed arrivo a Livorno, dove a nuoto Chiaverini traverserà da Cavo a Piombino, qui gli darà il cambio il campione di remoergometro, Mauro Martelli che a remi su un gozzo percorrerà il tragitto da Piombino a Marina di Castagneto, dove sarò io a dargli il cambio, e correrò i 53 Km che separano Marina di Castagneto da Livorno con arrivo ai Bagni Lido. I proventi dell’evento saranno devoluti all’AIRC, in particolare alla sezione pisana delle ricerche sperimentali sul cancro”.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Mauro Martelli

    Atleta eccezionale ed uomo di grandi valori umani

  2. # Fabio

    Grande Marco sapevo che ci riuscivi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive