Cerca nel quotidiano:


Garibaldi. Il mondo remiero e il Risorgimento…. in vetrina

Sono opera di 2 ragazze livornesi, partecipanti al corso per “Allestimento di vetrina/display” finanziato da Regione Toscana e Fondo Sociale Europeo (con capofila Provincia di Livorno e Sviluppo e Itinera Formazione come partner), grazie al contributo di CCN Antico Borgo Reale, Comitato Pontino San Marco ETS e Comitato Livornese per la Promozione dei Valori Risorgimentali

giovedì 18 Luglio 2019 11:00

Mediagallery

Due ragazze livornesi in cerca di occupazione, un quartiere al centro di iniziative di rigenerazione urbana e un progetto transfrontaliero che lega Italia e Francia all’insegna della sostenibilità sociale, culturale e ambientale. Che cosa c’è in comune tra tutti questi soggetti? Un progetto finanziato dal Fondo Sociale Europeo e dalla Regione Toscana, di cui è capofila Provincia di Livorno e Sviluppo come agenzia formativa e Itinera Formazione come partner di progetto, ha attivato (nell’ambito di I.Pro Cultura) un corso per “Allestimento della vetrina/display”, che si è svolto a Livorno tra maggio e luglio 2019, per un totale di 78 ore. Tra i partecipanti ci sono anche Pamela Arnaldi e Flavia Baldini, due ventenni livornesi che dopo essersi diplomate stanno cercando di entrare nel mondo del lavoro e perciò hanno deciso di iscriversi al corso, articolato in 52 ore in aula, 3 ore di accompagnamento individuale e 23 di stage sul campo, durante il quale si sono cimentate nella realizzazione di un allestimento per le vetrine di due attività del quartiere Garibaldi. Si sono concentrate rispettivamente sul mondo remiero e sul Risorgimento, nonché su Quality Made, il neonato marchio transfrontaliero di sostenibilità e identità culturale (creato dal progetto S.MAR.T.I.C., di cui la Coop Itinera Progetti e Ricerche è capofila, all’interno del Programma INTERREG Italia-Francia “Marittimo” 2014-2020) che lega 73 tra aziende e associazioni provenienti dalle 5 regioni Sardegna, Liguria, Toscana, VAR (Francia) e Corsica, sotto l’egida del turismo sostenibile. Una via unica per fare rete all’interno del bacino del Mediterraneo, esprimendo al massimo i valori del territorio.

Anche il CCN Antico Borgo Reale, associazione legata al quartiere Garibaldi, figura tra le realtà certificare Quality Made, e assieme al Comitato Pontino San Marco ETS ha accolto le due giovani livornesi nella realizzazione del corso, che mira a formare professionalità in grado di allestire vetrine, display e spazi espositivi, creando le giuste ambientazioni, nonché di realizzare l’immagine di stand per mostre o fiere, la cartellonistica e i campioni da esposizione.

Così Pamela Arnaldi ha effettuato il suo stage presso la libreria di Daniela Barli Carboncini in via Garibaldi, realizzando un allestimento dedicato al mondo del remo livornese. «Per me è stata un’occasione di apertura e approfondimento – afferma Pamela – legata alla ricerca di libri e documenti su Livorno e sul mondo del remo. Grazie al supporto di Carlo Braccini, memoria storica del remo livornese, e a tutte le persone che mi hanno accolta sono riuscita ad allestire una vetrina fatta sia di materiale espositivo che di prodotti acquistabili dal pubblico. Ho 24 anni e sono in cerca di occupazione. Con questo corso di visual merchandising ho acquisito competenze che vorrei continuare a mettere in pratica, magari lavorando a contatto con il pubblico». Nella vetrina della libreria si possono così apprezzare fotografie storiche legate alle gare remiere e ai suoi personaggi, soprattutto della sezione nautica Pontino San Marco: Fulvio Pacitto, Giovanni Persico, lo storico allenatore Ghighe o il campione di scia Alberto Disgraziati. E poi documenti, libri, opuscoli e materiale informativo.

Flavia Baldini, invece, si è occupata dell’allestimento della Baracchina n. 20 in piazza Garibaldi, punto informativo e organizzativo per tutte le attività del quartiere, in questo periodo riunite nel progetto Visit Garibaldi. Quest’anno Livorno celebra i 170 anni dalla difesa contro le truppe austriache del maggio 1849. Per questo, Flavia ha scelto come tema dell’allestimento proprio il Risorgimento; a farle da tutor è stata Sonia Raugi, presidente del Comitato Pontino San Marco ETS. “Nella vetrina si possono osservare – racconta Flavia – documenti, testi e le fotografie gentilmente concesse da Roberto Baronti; in più ci sono anche due abiti cuciti a mano, quello della patriota livornese Angelica Palli e quello di una popolana. Questa esperienza, per me che ho 22 anni e abito sul Pontino, è stato un modo per conoscere ancora più da vicino la storia della mia città. E durante il corso ho acquisito conoscenze utili rispetto alle regole per allestire una vetrina, tecniche di interazione con il cliente ed elementi di marketing. Sono disoccupata, ma cerco di darmi da fare, mi piacciono i libri e i vestiti, perciò spero anche io di trovare un lavoro in questi settori”. Silvia Ghelardi, componente sia del Comitato Pontino San Marco ETS che del Comitato Livornese per la Promozione dei Valori Risorgimentali, ha prestato il proprio supporto alle due ragazze nel raggiungimento dell’obiettivo, convinta che questa sia un’opportunità preziosa per far emergere le potenzialità del quartiere dal punto di vista turistico. Infine, Laura Giuliano (vice presidente della Coop. Itinera), afferma: “Abbiamo cercato di realizzare un trait d’union tra la formazione professionale e Quality Made. L’occasione è arrivata grazie a questo progetto per tecnico del display declinato verso la cultura. Così abbiamo elaborato un programma didattico per le ragazze e pensato di realizzare l’attività di stage nel quartiere Garibaldi, poiché il tema si adattava bene al racconto della sua storia e della sua vitalità in questo momento. E proprio grazie alla collaborazione delle associazioni e degli abitanti del quartiere, Flavia e Pamela sono riuscite a valorizzare due tematiche assai peculiari per questa zona di Livorno”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.