Cerca nel quotidiano:


“Vuoi sposarmi?”, il capovoga del Venezia e il “sì” alla festa in cantina

Alessio Baldacci ha chiesto la mano della sua fidanzata, Cielo Del Greco, durante la serata di premiazione della stagione remiera 2018. Clicca sul link in fondo all'articolo per vedere il video

martedì 21 agosto 2018 18:01

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Un anno e nove mesi fa nasceva la donna più importante della sua vita, Livia, frutto del suo amore con Cielo Del Greco (clicca sul link in fondo all’articolo per guardare il video della promessa di matrimonio pubblicato anche sulla pagina facebook Gare Remiere Città di Livorno).
Sabato 11 agosto durante la serata per la premiazione della stagione remiera 2018, Alessio Baldacci, capovoga del Venezia dal 2004, ha sorpreso tutti. Microfono in mano e quel “vuoi sposarmi?”, così inaspettato e genuino detto con un briciolo di imbarazzo davanti a tutto il “popolo” rosso-bianco della cantina veneziana riunitosi per la serata, presentata dalla voce ufficiale delle gare remiere di Massimiliano Bardocci, che ha ufficialmente chiuso i tendoni di un’annata trionfale che ha visto il Venezia riappropriarsi del Palio dopo un anno di stop.
“Volevo ringraziare una persona per me speciale – ha esordito Alessio davanti ai suoi compagni di squadra parlando al microfono – che giornalmente mi sta a fianco e mi sopporta e che un anno e nove mesi fa mi ha regalato la persona più importante della mia vita. Proprio per ringraziarla di questo volevo chiederle oggi se mi voleva sposare”.
Neanche il tempo di finire la frase che un coro di approvazione e un nugolo di pacche sulle spalle sono piovute sul capovoga che è stato preso letteralmente e “lanciato in aria” a suon di grida di approvazione e felicità. Poi il momento cruciale, Alessio che si inginocchia davanti alla sua Cielo e le offre un piccolo pacchetto dove all’interno c’è l’anello della “promessa”. Un po’ spaesata e confusa Cielo farfuglia un sì felice ed emozionato.
“Nessuno sapeva cosa avevo progettato di fare – spiega Alessio Baldacci, 33enne come la sua futura sposa, a Quilivorno.it – né i miei compagni di voga né tantomeno la mia fidanzata. Ho voluto concludere così la mia carriera di vogatore. Avevo smesso nel 2016 con l’ultimo Palio vinto perché era in cantiere mia figlia. Poi nel 2017 l’agonia di vedere vogare dalla Terrazza Mascagni  e vederci sfilare il Palio dal Borgo. Così la decisione di tornare in barca e provare a riportare il titolo in cantina. Così è stato. Adesso posso anche smettere. In realtà tutti si aspettavano che io prendessi il microfono in mano per annunciare che non mi sarei ritirato, che avrei continuato. Invece… ecco che ho sorpreso tutti. L’ho fatto davanti ai compagni di sempre, ai miei compagni di voga perché era giusto condividere un momento così bello ed importante con coloro i quali mi hanno accompagnato durante questo percorso intenso e bellissimo durato praticamente una vita al servizio della cantina del Venezia”.

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # Veneziano

    Bel gesto bravo

  2. # Emiliano

    Ti voglio bene Ale

  3. # Cosetta

    È bello sapere che ci sono ancora meravigliose storie d’amore come la vostra, complimenti.

  4. # Mercoledì l.

    Grande Ale,sempre piu’ grande.altro che Ronaldo!!!

  5. # PIERO

    BELLO COMPLIMENTI

  6. # BIGIRONS

    Mi offro come prete per la celebrazione 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive