Cerca nel quotidiano:


Livorno capitale della soft robotica: attesi 300 scienziati

Livorno capitale mondiale della soft-robotica dal 24 al 28 aprile. La conferenza, nei locali dell’Hotel Palazzo e del Centro Congressi e Eventi Pancaldi, vedrà la presenza di 300 scienziati e ricercatori di tutto il mondo

martedì 24 aprile 2018 13:50

di Jessica Bueno

Mediagallery

Livorno sarà capitale mondiale della soft-robotica dal 24 al 28 aprile del 2018. La conferenza organizzata dall’istituto di biorobotica della Scuola Sant’Anna si terrà nei locali dell’Hotel Palazzo e del Centro Congressi e Eventi Pancaldi e vedrà la partecipazione di 300 scienziati provenienti da prestigiosi centri di ricerca mondiale (foto Lanari). La biorobotica si basa sulla costruzione di robot che, al contrario della classica rigidità che di solito si associa all’idea di meccanismo automatizzato, siano flessibili ed in grado di insinuarsi nelle profondità marine. L’ispirazione viene dai tentacoli del polpo, classico esempio di movimento fluido e di destrezza. Il progetto che ha portato al primo robot soft, denominato “Octopus”, è stato realizzato grazie alle ricerche del team coordinato da Cecilia Laschi, indicata nel 2016 dalla community RoboHub come una delle 25 donne geniali della robotica mondiale.
Questa importante iniziativa si inserisce nel filone di successo cominciato con le due “Robosoft weeks” ospitate nel 2015 e nel 2016. Un trampolino di lancio per questa conferenza internazionale svolta sotto l’egida della Società scientifica internazionale “IEEE” e della “Robotics&Automation Society”. Il convegno sarà l’occasione per mostrare la nuova sede del Centro di Robotica Marina dell’istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna, che recentemente si è insediato nella rinnovata struttura dello Scoglio della Regina, con laboratori ed aule didattiche già in attività al secondo piano. “Non è un caso che questa struttura, tra le migliori che la città può offrire, ospiti un centro di ricerca all’avanguardia – dice il sindaco Filippo Nogarin – La trasformazione del concetto di lavoro è palese: viene messa al centro la creatività. Si comincia a guardare al futuro all’interno di uno sviluppo economico che comincia ad essere finalmente gestito dal Comune. Siamo felici del rapporto consolidato con l’istituto sant’Anna e l’Università di Pisa. Grazie alle ricerche portate avanti, la comunità internazionale vede in Livorno la madre di un settore innovativo che presto ne contaminerà tanti altri”. “Colgo l’occasione per sottolineare un aspetto – continua – Nell’involucro dello Scoglio della Regina ancora non si sono insediate tutte le attività previste. E’ un disagio che necessita di essere colmato, prima che il vandalismo compia altre azioni indesiderate”.
Ai Pancaldi, in particolar modo, sarà possibile assistere al funzionamento di applicazioni uniche, come robot in grado di ripararsi autonomamente, che crescono come fossero piante, robot biodegradabili ed interfacce indossabili (per applicazioni biomedicali). La mattinata nel 28 aprile, dalle 9, sarà possibile assistere, sempre ai Pancaldi, ad una competizione tra robot aperta al pubblico. Alcuni prototipi saranno messi a confronto in prove di locomozione e manipolazione (come, ad esempio, aggirare ostacoli o maneggiare oggetti delicati). “Ospitare la prima edizione di questa conferenza internazionale – afferma Cecilia Laschi – è una grande soddisfazione. Livorno è il posto dove questa disciplina è nata. E’ un settore che attira investimenti e un ottimo inizio per il centro di robotica marina”.

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # Francesco

    Bel colpo

  2. # Furio

    Grande opportunità per la città

  3. # Ivo

    Bella cosa, ma la struttura dello Scoglio della regina è circondata dall’incuria e dal degrado…così non va.

  4. # Ale

    Colpa dì nogarinne anche questo

    1. # felix

      o se no di chi ?

      1. # purina

        Della Capitaneria di Porto , della Guardia Costiera e dell’Istituto Lamma visto che hanno messo fretta al Comune per l’inaugurazione fatta in pompa magna a giugno 2017 e poi lasciata in abbandono fino ad ora senza neppure vigilanza !

    2. # Morchia

      Colpa no ma nemmeno merito. È organizzato dal Sant’Anna, la sua è la solita comparsa dei Sindaci agli eventi in città. Vale per lui come per gli altri eh…

  5. # Floriano

    Merito no di sicuro….se leggi bene il merito è dei pisani

    1. # NATHAN

      E’ vero che l’iniziativa è stata promossa dall’Università Sant’Anna di Pisa, ma è anche vero che “la spinta” per scegliere Livorno come capitale mondiale della soft robotica è stato lo sviluppo dell progetto europeo “OCTOPUS”, che ha portato alla realizzazione del primo robot soft al mondo. Guarda caso il progetto è stato sviluppato a Livorno. Ma come gli piace al nostro Sindaco farsi fotografare quando è tutto tranquillo (riferimento non troppo velato all’alluvione)

    2. # Pecoroni

      Che sia un robot anche lui?!?!?#?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive