Cerca nel quotidiano:


Botti vietati nei luoghi sensibili

Il divieto va dalle ore 8 di sabato 30 dicembre alle ore 24 di lunedì primo gennaio. Sanzione da 25 a 500 euro per i trasgressori. Nella locandina: “È festa anche per loro, se ami davvero gli animali rinuncia ai botti”

giovedì 28 dicembre 2017 18:35

Mediagallery

Anche per il fine anno 2017 saranno proibiti i botti in alcuni luoghi sensibili della città. Lo ha stabilito il sindaco Filippo Nogarin con una specifica ordinanza, che richiama al buonsenso. Il divieto è limitato nel tempo (dalle ore 8 di sabato 30 dicembre alle ore 24 di lunedì primo gennaio) e sarà in vigore in prossimità di:

ospedali e case di cura e di riposo;
aree destinate ai giochi dei bambini;
aree in cui ci sia concentrazione organizzata di persone;
cimiteri e luoghi di culto;
aree di sgambatura cani;
canili e cliniche veterinarie.

L’ordinanza è stata emanata in ragione dell’attuale contesto storico, caratterizzato in questi ultimi anni da un clima di tensione generato dai noti fatti di cronaca in ambito internazionale. Per evitare di spaventare le persone si è dunque voluto vietare l’utilizzo dei petardi nelle aree maggiormente frequentate, e vicino a luoghi sensibili come ospedali, case di cura e parchi giochi, al fine di tutelare i più deboli. Secondo quanto previsto dall’articolo 7 bis del testo unico sugli enti locali, i trasgressori potranno incorrere in una sanzione da 25 a 500 euro. La Polizia Municipale pattuglierà le zone più sensibili della città, così come avvenuto l’anno scorso, quando già durante la prima giornata di controlli (30 dicembre 2016) furono multate e sanzionate 5 persone, di cui una anche denunciata per aver fatto esplodere un petardo vicino alle gambe di una signora.
“Al di là dei divieti – dice il sindaco Filippo Nogarin – voglio lanciare un appello al buonsenso dei cittadini. Oramai siamo tutti consapevoli di come l’uso dei botti possa mettere a repentaglio l’integrità fisica di chi viene colpito o di chi li maneggia in modo inappropriato. Sappiamo che il rumore intenso e il fumo generato dall’uso di razzi e petardi, nei soggetti più fragili è motivo di forte stress, e che si crea disorientamento e panico agli animali, oltre che possibili danni all’apparato uditivo. Teniamo anche presente l’impatto che il materiale pirotecnico ha sulla qualità dell’aria: nelle città dove sono stati effettuati monitoraggi subito dopo i festeggiamenti di fine anno, le analisi hanno rivelato elevati picchi di sostanze inquinanti nell’atmosfera, in particolare di polveri sottili. Nel porgere a tutti i livornesi i migliori auguri di Buon Anno, voglio quindi lanciare un invito alla cittadinanza, affinché questi giorni siano di festa per tutti: per chi si vuol divertire ma anche per i per i più piccini e per gli anziani, e per i nostri amici a quattro zampe!”. Anche l’assessore comunale alla tutela degli animali, Andrea Morini, si unisce a questo appello: “Non si può disconoscere una problematica che riguarda tutta la fauna domestica e selvatica presente sul nostro territorio. La maggior parte degli animali di affezione prova addirittura terrore nel sentire il forte rumore causato dai botti, arrivando non di rado a scappare dalle abitazioni, con il rischio di non tornarci più. Come Amministrazione comunale faremo di tutto per diffondere questo invito alla moderazione. Ho anche proposto la realizzazione di una locandina con scritto “È festa anche per loro, se ami davvero gli animali rinuncia ai botti”. Invito tutti i cittadini a condividerla e a farla circolare sui social, insieme al decalogo di consigli e accorgimenti ai proprietari di animali, predisposto dall’ufficio Tutela Animali del Comune di Livorno”.

Consigli ai proprietari di animali – L’ufficio Tutela degli Animali del Comune di Livorno fornisce un piccolo decalogo di consigli e accorgimenti da adottare per la salvaguardia degli animali in occasione dei festeggiamenti di fine anno. Tenere gli animali domestici non legati ma ben custoditi in luoghi riparati, all’interno delle case (non sui terrazzi o in giardino ma, per esempio, in garage o taverna), in modo che il rumore arrivi attutito e non si percepiscano i bagliori. La notte di San Silvestro si consiglia di tenere in casa i gatti, anche se sono abituati ad uscire. Se si rifugiano sotto il letto o sotto un mobile, meglio non tentare di stanarli: se hanno scelto quel luogo è perché lo considerano sicuro. Meglio non lasciare soli i nostri amici, mostrandosi sempre tranquilli e felici, per trasmettere che “non c’è nulla da temere”. Accendere la radio e la televisione, a volume leggermente più alto del solito: in questo modo viene attenuata la percezione di rumori forti e improvvisi come quelli causati dallo scoppio di petardi. Durante le passeggiate, tenere i cani al guinzaglio: gli scoppi potrebbero infatti provocare una improvvisa fuga. Mettere una medaglietta all’animale (che non sostituisce il microchip obbligatorio per legge per i cani) con i recapiti per essere contattati in caso di smarrimento. Per gli animali che in passato hanno sofferto di attacchi di paura a causa dei botti, si può chiedere al veterinario la prescrizione di un blando sedativo.

Riproduzione riservata ©

66 commenti

 
  1. # Antonio Caprai

    Sono d’accordo. La festa si può fare anche in modo diverso facendo a meno dei botti che da sempre fanno male a persone e animali.

  2. # stefano

    i botti fateli sotto le coperte…..buon anno

    1. # pagliolo

      Grande !!

    2. # ElMoroSchietto

      Questa è proprio una splendida valutazione,bravo Stefano. Buon Anno anche a te.

  3. # w i botti

    Io come al solito ne sparerò un trecentino di euro

    1. # PIROlè

      REGOLARE…è il minimo.

      1. # w i botti

        Io prevedo di spararne un quattrocentino, poi faccio anche i botti sotto e sopra il letto.

        Il mio cane lupo costretto a vivere in appartamento anziché in libertà apprezza da sempre, ormai ha 12 anni, i botti gli son sempre piaciuti.

        1. # ZenEros

          Boia! Io non li ho mai comprati, ma quest’anno giro per la città in macchina e sparo botti a ‘dumila…

  4. # lev

    Nonostante il timido approccio al divieto l’ordinanza e’ inutile…in prossimita’ che vuol dire? 10, 20, 50, o 100 metri? Tanti comuni l’hanno vietati ovunque…

  5. # Ettore

    ottima iniziativa, l’ufficio tutela degli animali potrebbe intensificare, in funzione di tutela e non solo repressiva, il controllo di tatuaggi e micro-cip sui cani che frequentano le aree pubbliche e apporre locandine che ricordino ai possessori o conduttori di cani che devono raccogliere le deiezioni (volgarmente dette cacche o merde)
    buon anno a tutti

  6. # Piratatirreno

    Se moderati e se prevalentemente consistono in giochi di luci, (per intendersi, quelli da bambini) non credo possano arrecare danni a nessuno (persone ed amici a 4 zampe).
    Per quanto riguarda l’inquinamento, é sicuramente vero…… ma si parla di 1 notte contro i rimanenti 364 giorni di traffico intenso (compreso chi usa l’auto per comprare le siga a 400 metri da casa), incendi, navi attraccate a banchina con immensi motori sempre accesi, ecc.
    L’inquinamento va combattuto quotidianamente e non 1 giorno all’anno.
    Tanti auguri a tutti e buon 2018.

    1. # israel hands

      quel che lei dice dell’inquinamento è vero; quotidianamente però significa anche quell’unico giorno all’anno e d’altra parte se più sono le fonti di inquinamento da combattere anche cobatterne una sola è cosa ben fatta e il fatto che non si combattano con sufficiente incisività le altre e più rilevanti non giustifica il fatto che si trascuri la meno rilevante

      1. # Piratatirreno

        Tutto vero, non fa una piega. Io sono disposto a gettare nel cassonetto i giochi pirotecnici già acquistati, però il 2 gennaio, mi piacerebbe leggere su questo quotidiano la notizia che annuncia alla cittadinanza il divieto di mantenere i motori accesi a tutte le navi attraccate a banchina.
        Il tutto con una semplice ordinanza, come lo si é fatto per i fuochi pirotecnici.
        NON CI CREDO NEANCHE SE LO LEGGO.
        Comunque non si può pensare di risolvere il problema inquinamento reprimendo soltanto gli inquinanti a minor impatto.
        Non serve a niente chiedere ai cittadini di ridurre l’inquinamento derivante dai fuochi d’artificio quando una nave a banchina corrisponde a 200 notti di San Silvestro in sole 2 ore di sosta.
        Secondo me è una presa di giro, il male si cura dalla testa e non dai piedi.
        i nostri amministratori (di qualsiasi fazione politica siano) dovrebbero capire che non siamo più negli anni ’40 e che persone con gli anelli al naso ce ne sono sempre meno.

  7. # adriano

    non ho mai capito perché spendere decine di euro in botti con il rischio concreto di farsi del male oltretutto comprando per risparmiare…

  8. # Emme

    In questa società, dove di sensibilità durante tutti i giorni dell’anno c’è n’è davvero poca, si deve sentire le solite prediche dei vari amministratori di turno. Con le migliaia di animali detenuti nelle quattro mura domestiche fa audience anche la locandina predisposta ad hoc (per chi abbocca) Gli animali ci sono sempre stati, magari meno e c’erano molte più persone che tiravano botti di ora. Il rispetto per gli animali dovrebbe partire dal considerare se acquistare l’animale o meno per rinchiuderlo tra quattro mura con un’ora d’aria al giorno. Il resto ė fuffa.

  9. # Franchino

    Ma forse per il rispetto degli animali non possiamo più nemmeno festeggiare l’ultimo dell’anno?

    1. # Emma

      Che commento…

  10. # TASSA SUI CANI

    Mi auguro che questo 2018 inizi a portare la tassa sui cani a chi li detiene negli appartamenti delle città. E’ solo questione di tempo le istituzioni stanno raschiando il fondo del barile non sanno più dove trovare i soldi dopo i tagli dello stato e questa sarebbe veramente un’ ottima fonte di guadagno. Non vi si sopporta più cari “babbi” e care “mamme” di creature pelose!

    1. # Fuffy

      Che commento…

    2. # burocrate di empoli cerca lavoro

      Si stima che a Livorno vi siano circa 16000 cani… un bel bacino elettorale

      Mai metteranno la tassa, mai intensificheranno i controlli su chi non raccoglie la cacca dei propri cani.

    3. # 😂

      Mamma mia le cose che non dovresti sopportare sono altre che non vanno bene in Italia .. ciao caro sorridi, buon 2018

    4. # LLL

      Anche una tassa su chi scrive su internet e sui social tanto per scrivere dietro l’anonimato!

      1. # Brigate Osoppo

        “…tanto per scrivere dietro l’anonimato!…”

        mi scusi mi sta sfuggendo il suo nome e cognome…

    5. # TASSATARTASSA

      segui il consiglio di stefano almeno ti rilassi😂😂

  11. # ILIENDORF

    Abbasso I botti,sono sinonimo di arretratezza culturale e inciviltà.Sono nocivi per tutti gli animali,domestici e non. E’ possibile divertirsi anche senza.Dimostriamo di essere superiori

    1. # PIROlè

      I SOLITI LUOGHI COMUNI….
      ANDATE A VEDERE NELLA GRANDE GERMANIA O IN FRANCIA QUANTO SPARANO L’ULTIMO DELL’ANNO…E ANCORA TUTTI A DIRE CHE è UN FENOMENO PRETTAMENTE ITALIANO…BAH…

    2. # Franchino

      Non credi che sia inciviltà mettere gli animali nei carrelli dei supermercati tenerseli in collo e a fine giornata portarseli a letto e farli dormire con i cristiani. QUESTA SI CHE È INCIVILTÀ

  12. # Stefania

    Perfettamente d’accordo e specialmente in questo periodo, dove un qualsiasi rumore forte ed improvviso puo’ provocare timore. Tralasciamo poi che per animali e bambini piccoli, i botti sono solo fonte di stress inutile…insomma, la festa e’ festa a prescindere!

  13. # Sergio

    Dai su lamentatevi anche per i botti vietati…prima potevate sparare a iosa. Bei tempi

  14. # Ercole Labrone

    Al di la del fatto che di botti se ne fanno molti meno perché c’è miseria e son soldi buttati via, vorrei sapere come mai negli anni ’70-’80 si sparava di tutto iniziando già dal natale e non ho mai sentito dire che si spaventavano i cani. Quindi i casi sono due, o gli animali di oggi sono più sensibili o sono i padroni che li coccolano un po’ troppo…

    1. # Amaranto

      o forse prima c’era tanta ignoranza e menefreghismo sull’argomento

      1. # Livornese abbestia

        Forse prima si viveva meglio e non si aveva di certo bisogno del cane per colmare la vita vuota o per far ridere il figlio che puntualmente ti chiede il cane che poi ti molla appena si accorge che fa pipi come un cristiano ?

        1. # Amaranto

          il cane le persone l’hanno sempre avuto e mi dispiace per te che pensi che il cane serva a colmare il bisogno di qualcuno…il cane non colma ma è un’aggiunta alla famiglia…io ho una bellissima famiglia siamo in tanti e molto uniti e in più abbiamo i cani…forse a te mancherà qualcosa…i cani fanno moltissima compagnia…ma cosa te lo spiego a che fare a te…

      2. # ILIENDORF

        Bravo!! Hai proprio fatto Centro!

  15. # bimbobello

    Batti le mani schiocca le dita senza botti ti salvi la vita. Auguri.

  16. # Ioannis

    Sig. Sindaco Lei asserisce che i botti fanno si che peggiorino la qualità dell”aria con i fumi, sono d’accordo però come la mettiamo con i gas di scarico delle autovetture per le lunghe code che vengono a formarsi a causa delle tante rotatorie che avete istituito e che ancora volete fare? Questi non inquinano? L’assessore Morini poi vuol fare una locandina a riguardo i cani con scritto la festa e anche per loro. Perchè non fa anche una locandina, anzi manda una lettera a tutti i proprietari di cani con su scritto Raccogliete le deiezioni dei vostri cani. Per Voi e regolare che la città sia un campo minato di deiezioni canine? Non vi e marciapiede o prato che non vi siano deiezioni canine. Controlli della Municipale?

    1. # ZenEros bottista-leninista

      Giusto: e dov’è finita la proposta del dna sulle deiezioni canine? Per me son più dannose quelle, per l’immagine della città, dei botti

  17. # CIUCO74

    Vi ricordo che oltre ad essere bellissimi da vedere e da sentire ci sono un gran numero di persone che lavorano nella fabbricazione e commercio dei ‘botti’ sicchè tenetevi pure i vostri ‘stress’ ‘paure’ e ‘arretratezza culturale” facilmente evitabili con mezz’ora di tappi nelle orecchie e noi ci teniamo i ‘botti’…..e BUON ANNO!

  18. # Stefano

    Il discorso sull’inquinamento …..non credo sia questo evento il problema ….esagerati

    1. # Dino Sauro

      Considerando che a fine anno se ne facevano esplodere quantità impressionanti tanto da oscurare l’ aria in alcune zone, ben venga questa ordinanza che se non risolve certo il problema dell’ inquinamento ambientale riduce comunque considerevolmente il carico inquinante nei giorni natalizi.

  19. # Sergio

    Se non hai da sparare botti sotto le lenzuola, fai di molto bene!!!
    Divertiti

    1. # Enrico

      alla grazia di Rocco Sifredi!!!!

    2. # emme

      Penso si possa fare entrambe le azioni. Quelli sotto le lenzuola non sono azioni da fare solo nel periodo di fine anno, spero. Gli altri magari si

  20. # LLL

    Io li vieterei ovunque gli altri giorni dell’anno, e la notte di capodanno, in cui e’ giusto festeggiare, magari solo vicino agli ospedali o case di cura! E chi l’ha detto che se ne sparano meno perché c’e’ la crisi??? Abito in zona Attias…e non dico altro!!!!! Forse non tutti sanno che sotto la piazza ci sono dei garage con tanto di auto e gente che per raggiungere l’auto deve passarci col rischio di rimanere sorda o peggio!!!!
    BUON ANNO!

  21. # Benny

    Vietare i botti l’ultimo dell’anno e poi fare i fuochi d’artificio nelle varie manifestazioni tipo effetto Venezia ecc. ecc. e per quanto riguarda i cani non mi sembra che qualche anno fa ci fossero tutti questi problemi.

  22. # Morchia

    Caro Ass. Morini, mi sta bene la locandina, però se vuole essere credibile, dal 2 gennaio, visto che lei è assessore alla tutela degli animali, dovrebbe fare il volantino “se ami davvero gli animali rinuncia a tenerli in casa se abiti in città”. Ma temo che questo volantino non lo vedrò mai, perché fa perdere gradimento, vero? Allora ci faccia capire cos’è per lei veramente importante, la tutela degli animali o far contenta una significativa massa di persone per non perdere consensi? Buon 2018

    1. # Amaranto

      morchia per spiegarti le cose ci vorrebbe un giorno intero, al mondo non ci sei solo te…stai tutto il giorno a commentare su quilivorno.it

      1. # Morchia

        Neanche se campi 100 anni lavori quanto me, ma lasciamo perdere… poi non credo tu possa spiegarmi niente che non so sui cani, ci sto nel mezzo da quando sono nato.

        1. # Amaranto

          e allora se ci stai nel mezzo come mai tanto odio verso i cani? quindi vuol dire che tu non vivi in città se stai in mezzo ai cani e dici che in città non ci dovrebbero stare??

  23. # Mario

    Per me e come tanti saranno d’accordo, ad abolire completamente e definitivamente i botti che poi sarebbero micidiali per tanti animali e festeggiare solo con bengali, fontane luminose,fuochi d’artificio da parte delle autorita’ locali, lanterne cinesi e quant’altro non provocano detonazioni non molto gradite a tantissime persone, la tradizione e’ tradizione pero’ non capisco perche’ non bisogna prendere esempio da altri paesi piu’ civili che hanno abolito completamente questa usanza che secondo me andrebbe messa nel cassetto anche per i numerosi incidenti a volte anche mortali che sovente si registrano in questa occasione.

    Toscana: in questo caso prendiamo una regione intera, visto che sono davvero tante le amministrazioni comunali toscane che hanno firmato l’ordinanza per il divieto dei botti di capodanno. I comuni interessati sono Grosseto, Lucca, Viareggio, Massarosa, Pistoia, Montecatini, Pescia, Siena, Volterra, San Giuliano Terme e Cecina.

  24. # botti botti si si si

    ” Se ami davvero gli animali”… raccogli la loro cacca dai marciapiedi

  25. # Ivo

    I botti, non le girandole o le stelle filanti, ma i botti veri sono pericolosi inutili e dannosi…bene Sindaco.

  26. # Paola

    Ho avuto cani e gatti nel corso degli anni e la notte di capodanno hanno sempre dormito tranquilli, sia in casa che in giardino. Però il cane ha paura dei tuoni e allora cosa vogliamo fare? Multiamo i temporali?

  27. # Virgilio

    Per l’inquinamento atmosferico dei petardi hanno fatto le analisi…io il cane ce l’ho avuto per 18 anni e mezzo..ha vissuto tanto e i petardi li ha sempre sentiti.. basta spendere soldi per questi manifesti che nessuno guarda… Comunque Nogarin le dico che rispetto a venti anni fa a Livorno viene esploso al massimo il 10% rispetto di allora

  28. # fabio

    Mi sembra insensato vietare botti vicino a:

    aree destinate ai giochi dei bambini;
    cimiteri e luoghi di culto;
    aree di sgambatura cani;

    chi c’è a mezzanotte? Nei cimiteri poi.. mah

    1. # Gian Luca

      aree destinate ai giochi dei bambini;
      Probabilmente per evitare di danneggiare eventuali arredi presenti?
      cimiteri e luoghi di culto;
      Mai sentito parlare di rispetto per il sacro?
      aree di sgambatura cani;
      Magari qualcuno esce con il cane per vedere i botti e spettacoli di luce?
      chi c’è a mezzanotte? Nei cimiteri poi.. mah leggi sopra per quanto riguarda il rispetto del sacro.

      Auguri.

  29. # Brigate Osoppo

    “Se ami gli animali rinuncia a fare i botti e… pulisci le loro deiezioni sul marciapiede”

    Suggerisco all’amministrazione comunale di portare i turisti a vedere la casa di Modigliani.

    Ammireranno le deiezioni canine sui marciapiedi e capiranno chi sono alcuni livornesi e chi amministra questa città.

    1. # Andrea

      Mi associo in maniera assoluta ad Osoppo se facessero le olimpiadi di slalom tra la cacca dei cani su marciapiede i livornesi riempirebbero il podio.
      Se l’amministrazione capisse come e’ penoso camminare tra la cacche degli amati amici pelosi forse farebbe un bel passo avanti….altro che botti dell’ultimo dell’anno.

    2. # Mario

      Cosa c’entra questo con i botti?? Ogni occasione e’ buona per voi che odiate gli animali per sfogare i vostri pregiudizi verso i cani, intanto non si generalizza sui cani o gatti ma si parla di quelli che si spaventano mortalmente, perche’ se ho un cane e detesto i botti lascia fare i bisogni sul marciapiede senza rimuoverli?? Come vorrei capire il senso del tuo post!!

    3. # Gian Luca

      Con le altre amministrazioni invece i livornesi non esistevano altri e i cani non erano ancora stati creati vero?

  30. # golia

    con i commenti che ci sono sempre su quilivorno.it basterebbe mettere una tassa e il comune fa bingo!!!

  31. # So bombarolo

    Tante polemiche per niente. Ma qualcuno sente dei botti in questi giorni ??? Vede fuochi d’ artificio ?? Qualcuno e’ andato all’ ospedale senza un dito ?? Fino a qualche anno fa i botti iniziavano a meta’ novembre e duravano fino a befana. Ma con il passare degli anni ce ne sono stati sempre meno.
    Quindi non vedo il problema. Comunque volevo fare una domanda ai cani….. Ma quando i vostri cari padroni vi portano a caccia gli spari non vi danno noia…..???? Buon anno nuovo a tutti

  32. # Eugenio

    Usare il buon senso non guasta mai ma dare credito alle chiacchiere sugli animali significa soltanto spalleggiare un pugno di persone che esprimono il loro parere e non quello razionale. In realtà i cani sono più sensibili agli ultrasuoni emessi dalle varie apparecchiature presenti in supermercati e in quei luoghi non proprio adatti ai cani, mentre le basse frequenze come i botti sono molto meno percepibili dai loro timpani. Chi si occupa di applicare leggi, regole e ordinanze è bene che sia informato in maniera corretta ed oggettiva, dando invece facile credito a chi ha convinzioni particolari si asseconda soltanto i padroni e non le vere esigenze degli animali che spesso sono totalmente differenti ai trattamenti umanizzati impostigli da certi padroni. Inoltre è bene precisare che una città non può certo prostrarsi a coloro che hanno i cani, non mi sembra che queste persone abbiano troppi scrupoli ad imporre la presenza del loro animale dove potrebbe risultare inopportuna.

  33. # Marcello

    Io ho 2 cani e ne ho sempre avuti anche in passato e quando a mezzanotte ci siamo messi sul balcone a goderci i fuochi guardano incuriositi. Cari amici che anche voi avete un cane, mi rendo conto che alcuni di voi esagerano su troppe cose e mi dono accorto che ci fate prendere in antipatia da tante persone che esasperate con tante bischerate e con comportamenti irrispettosi e giustamente la gente fa di tutta l’erba un fascio. Io sono più stupido degli altri quando porto prima il cane a casa e poi vado al supermarket? Capisco che non è il luogo adatto a lui e che li non deve entrare tanto per dirne una.

  34. # ANGUS Y

    Io ho una gatta che ha paura dei botti. Dato che non è giusto che io impedisca ad altri di divertirsi, per un mio interesse, l’ultimo dell’anno me ne sto a casa. La gatta mi viene in collo e si tranquillizza. Del resto se ho preso un animale, ho preso anche l’impegno di accudirlo. Troppo facile prendere un animale, che ha paura dei botti, lasciarlo in casa ed andare fuori a divertirsi. Poi va portato dallo psicologo ……….

  35. # Ciccio

    Ordinanza assurda e non controllabile. Quante sanzioni sono state fatte?
    La cultura del rispetto degli animali non si crea con uno spot di fine anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive