Cerca nel quotidiano:


“Scatti folli”, in mostra le foto di scena di Ciriello nei film di Virzì

La mostra, ad ingresso gratuito, sarà inaugurata sabato 21 ottobre alle 17,30 a Palazzo Malaspina a San Donato in Poggio

mercoledì 18 ottobre 2017 18:58

Mediagallery

Sabato 21 ottobre alle 17,30 sarà inaugurata a Palazzo Malaspina a San Donato in Poggio la mostra ad ingresso gratuito “Scatti Folli” di Paolo Ciriello a cura di coop. Itinera e il cui percorso espositivo è curato da Francesco Levi e Francesca Girolami. Paolo Ciriello, è uno dei più importanti fotografi di scena e tra i maggiori protagonisti di questo mestiere.
Dietro la sua reflex si definisce: “compulsivo e perfezionista. Soprattutto sul set scatto tanto per paura di non avere la foto giusta. È un ruolo duro, l’unico che lavora non per la produzione del film, ma per venderlo. Io devo molto a Paolo Virzì, sul cui set arrivai da amatore, ma grazie ai suoi insegnamenti ho imparato un mestiere in poco tempo; lui ha un occhio che altri registi non hanno”.

È, infatti, con La prima cosa bella di Paolo Virzì (2010), che Ciriello decide di sviluppare quella che da sempre era stata la sua più grande passione, ma che conservava, latente, dentro di sé.

PAOLO CIRIELLO

E così, da allora, chi lo ferma più.

2010, La prima cosa bella di Paolo Virzì;

2011, Scialla!(Stai sereno) di Francesco Bruni;

2011, The cricket di Stefano Lorenzi (cm);

2011, Ombre di Emanuele Pica (cm);

2012, I più grandi di tutti di Carlo Virzì;

2012, Padroni di casa di Edoardo Gabriellini;

2012, È nata una star? di Lucio Pellegrini;

2013, La mafia uccide solo d’estate di Pier Francesco Diliberto “Pif”;

2013, Come il vento di Marco Simon Puccioni;

2014, Amore oggi di Giancarlo Fontana, Giuseppe G. Stasi;

2014, Noi 4 di Francesco Bruni;

2015, La felicità è un sistema complesso di Gianni Zanasi;

2016, La pazza gioia di Paolo Virzì;

2016, In guerra per amore di Pier Francesco Diliberto “Pif”;

2017, Fortunata di Sergio Castellitto.

MOSTRA SCATTI FOLLI

Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi, il regista Paolo Virzì e tutti gli altri – che hanno reso possibile la realizzazione di questo film… Ci sono loro negli scatti che Paolo Ciriello ha realizzato durante la lavorazione di “La pazza gioia”, del regista toscano.  Le foto sono state  esposte alla Casa del Cinema di Roma in una mostra realizzata in concomitanza con l’uscita del film.

La mostra del Palazzo Malaspina a San Donato in Poggio è una nuova occasione per vivere da vicino, per immagini, la realizzazione del film, il backstage, i momenti più divertenti e quelli commoventi che scandiscono una commedia ricca di sentimento ed emozioni, animata da due grandi protagoniste.  Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi sembrano un po’ Thelma e Louise nelle immagini tratte da La pazza gioia, che narra appunto l’avventura di due donne in fuga. Questa volta, però, la “prigione” è anche reale. Le due non scappano solo dalla gabbia che è diventata la loro vita, ma anche dalle vere quattro mura della comunità terapeutica dove entrambe sono in cura.
Valeria Bruni Tedeschi interpreta Beatrice, una nobildonna decaduta, si dice contessa e in contatto con i potenti del mondo mentre Micaela Ramazzotti è Donatella una ragazza fragile, tatuata, con un passato da dimenticare. Non potrebbero essere più diverse: infatti si ritrovano assieme on the road, alla ricerca di quello che, alla fine, cercano tutti: la felicità.
Tutta la forza della fotografia di Paolo Ciriello, in scena sta dunque nel saper raccontare il cinema attraverso attimi che vivono di vita propria ma che sono generatrici di nuova cultura.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive