Cerca nel quotidiano:


Il 28 ottobre una contro-manifestazione per celebrare la Costituzione

L'obiettivo è fare un fronte comune contro chi diffonde idee e comportamenti antidemocratici

venerdì 27 ottobre 2017 00:35

Mediagallery

Mercoledì 18 ottobre alle 21 si sono incontrate, su invito di Anpi, Anppia, Anei, Aned, Arci, in via Terreni, sede delle Associazioni dell’antifascismo, partiti e associazioni, con l’intento di verificare le disponibilità di tutti ad assumere posizioni unitarie e di vedere come in concreto si possa trovare il modo di coordinare le azioni di tutti, con la finalità di sconfiggere un “nemico” che si fa sempre più pericoloso.

All’incontro erano presenti rappresentanti di Cgil, Libera, Centro politico 1921, Sinistra Italiana, Mdp Art.1, Pd Territoriale, Pd Comunale, Rifondazione Comunista, Pd Circolo San Marco Pontino, Pci, Possibile, Alba, Futuro, Oltre, Sinistra Anticapitalista, Comitato per la valorizzazione dei Valori Risorgimentali. Oltre ai partecipanti alla riunione hanno successivamente aderito anche Acli, Uil, Rete degli studenti Medi, Associazione Culturale Sandro Pertini, Buongiorno Livorno.

Gli intervenuti hanno convenuto sulla necessità di realizzare un “fronte comune” attraverso la costituzione di un osservatorio che abbia come fine il contrasto a organizzazioni e gruppi che diffondono idee e comportamenti ispirati a sentimenti antidemocratici, all’odio razziale, all’omofobia, all’antisemitismo, orientamenti di pensiero propedeutici al fascismo e al nazismo. Si è convenuto di costituire osservatori in tutti i Comuni, dei quali facciano parte tutte le forze politiche e le associazioni che si richiamano ai princìpi della Carta Costituzionale e delle Istituzioni Repubblicane.

Proporremo alle istituzioni locali di essere punti di coordinamento, quale primo baluardo e presidio a salvaguardia dei valori della Costituzione e dell’antifascismo. L’obiettivo quindi è quello di coinvolgere il maggior numero di cittadine e cittadini, spesso troppo assenti e indifferenti e infine impegnare tutte le Istituzioni (statuali e delle autonomie) ad assumere una linea precisa e ferma sulla materia, in conformità delle indicazioni che scaturiscono dalla Carta Costituzionale. Si tratta quindi di impegnarsi su tutti i terreni democraticamente possibili, con la massima energia e con la massima unità di intenti.

Da ultimo si è deciso di promuovere nella giornata del 28 ottobre una manifestazione che abbia come finalità l’informazione e la conoscenza, delle cittadine e dei cittadini, su cosa è stata la ideologia del fascismo, la scelta di libertà e affrancamento da nazifascismo con la guerra di Liberazione, i valori contenuti nella Carta Costituzionale, l’esercizio della Democrazia, le libertà individuali, civili e collettive.

 

 

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive