Cerca nel quotidiano:


Articolo 1-Mdp: “Non saremo un partito del 3%”

Inaugurata la sede del Comitato provinciale in via dell'Angiolo dedicata a Umberto Terracini, padre costituente. "Alleanza con il Pd? Impossibile"

lunedì 04 dicembre 2017 12:03

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

È stata inaugurata il 1° dicembre la sede del comitato provinciale di Articolo 1 – Movimento democratico e progressista in via dell’Angiolo. Era atteso anche il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi che tuttavia non ha potuto partecipare perché impegnato a Pistoia con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
In sala erano presenti circa cinquanta persone tra cui spiccavano l’ex vicesindaco Bruno Picchi, l’ex numero 1 della Porto 2000 Roberto Piccini e l’ex deputato Marco Susini. “Questa sede noi la metteremo a disposizione non solo dei militanti di Articolo 1–Mdp – ha affermato il coordinatore Leonard Conforti – ma di tutta la città. Oggi qui inizia un cammino che spero non si esaurisca con le elezioni politiche della prossima primavera”.
“Abbiamo deciso di dedicare la nostra sede a Umberto Terracini, uno dei padri costituenti – ha detto Alessandro La Monica – molto diverso da chi un anno fa voleva cambiare la Costituzione con la fiducia”.
All’inaugurazione era presente anche Antonio Floridia, dirigente della Regione alle politiche della partecipazione e all’ufficio elettorale, autore di vari libri e uno di quelli che ha voluto la lista unica a sinistra. “Dicono che la nuova legge elettorale assomigli al Mattarellum, ma non è assolutamente così: quello era davvero un sistema misto – ha spiegato Floridia – invece qui ci sarà un voto strettamente vincolante, senza la possibilità di fare il disgiunto”.
Secondo Floridia inoltre la legge varata da poco dal Parlamento ha “risolto i problemi del centrodestra, che avrà modo, senza l’obbligo di avere un unico programma e un candidato unitario, di massimizzare il risultato”. “Il Pd ha fatto una scelta autolesionistica – è ancora la visione del dirigente regionale – e c’è chi dice che abbia scelto questa strada per mettere in difficoltà le liste di sinistra”. Ma un’alleanza tra Pd e Mdp è ancora possibile? “È impossibile, ormai esiste una frattura troppo grande – ha avvertito – e noi non saremo un partitino del 3%,come qualcuno crede, già i sondaggi ci danno molto oltre”. E una volta in Parlamento? “La prossima legislatura dipenderà molto dagli equilibri di forza che ci saranno – ha concluso Floridia – per quanto ci riguarda siamo disposti a dialogare con tutti”.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # 5stelle la mia vita

    Certo che non sarete il partito del 3%, per esserlo bisogna prima arrivarci

  2. # boiachinonmolla

    No del 3,5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive