Cerca nel quotidiano:


Il Punto Panino apre il Punto Ponce

informazione pubblicitaria. Venerdì 20 aprile, dalle 17, l’inaugurazione del locale in piazza Damiano Chiesa: ponceria, caffetteria, cocktail e aperitivi per uno spazio aperto dalla mattina alla sera con area interna ed esterna

lunedì 16 aprile 2018 08:07

Mediagallery

C’era una volta il ponce, quello diffuso a Livorno dopo il 1600 dalla comunità britannica, in origine punch. Una bevanda alcolica che poi ha fatto breccia nella città dei 4 Mori fino a diventarne un simbolo, alla stregua del cacciucco e del 5 e 5. Una scorza di limone, caffè, alcol, zucchero e via in un tuffo di gusto e tradizione, marchio di fabbrica di un popolo che accoglie il forestiero e ha sempre amato ritrovarsi nei bar. Ma che ne è oggi del ponce? Per rilanciarlo e valorizzarne la specialità, sta per nascere in città un nuovo locale a lui (ma non solo) dedicato: si chiama Punto Ponce e aprirà in piazza Damiano Chiesa. Inaugurazione fissata per venerdì 20 aprile, accanto al Punto Panino, attività capofila gestita dalla famiglia Dell’Omodarme, che dunque si lancia in una nuova avventura. Tutto per amore della propria terra e delle sue tradizioni. La tipicità va difesa e trasmessa dalle vecchie alle nuove generazioni, per non rischiare di perdere i suoi valori. E il ponce ci rientra a pieno titolo. “Ci siamo accorti – afferma Marco Dell’Omodarme, titolare dell’attività assieme al figlio Andrea – che il ponce ha perso un po’ del suo fascino e quindi vogliamo rilanciarlo con un locale che parte da questo nostro prodotto tipico, ma poi offrirà anche molto altro: aperitivi, cocktail caffetteria, vini e birre artigianali”.

L’esperienza del Punto Panino, sorto nell’aprile del 2015, è un volano che testimonia la bontà dell’iniziativa di Marco e Andrea. “Anche con il panino abbiamo fatto la stessa operazione, rivolta a rilanciare tra i livornesi e non solo questo prodotto prelibato che però non aveva più lo stesso appeal. In 3 anni possiamo dire di essere riusciti a riavvicinare la gente al panino, mentre Punto Panino è diventata una delle prime paninoteche in Toscana. Come? Con prodotti freschi e genuini, salse e creme fatte da noi; e poi grazie al lavoro di uno staff molto preparato, i cui meriti non smetto mai di sottolineare. Sia al banco che in cucina, possiamo dire di vantare un personale qualificato”. Sono otto persone, oltre Marco e Andrea, ovvero: Valerio Bargagna, Manuel Nati, Andrea Natale, Pietro Li Calzi, Federico Mazzoni, Federico Pinna, Jack Parietti, Sabrina Razzauti. La grande famiglia si sta allargando per l’apertura di Punto Ponce, con l’arrivo di barman professionisti ed esperti di cocktail e aperitivi. E ovviamente del ponce, la cui versione sarà tutta da scoprire. “Proporremo – spiega Marco – un menù dei ponce e un menù dei cocktail, ma il nuovo locale sarà aperto dalla mattina fino alla sera, per offrire sempre un punto di riferimento. Faremo eventi particolari, degustazioni e abbinamenti che non voglio svelare, ma quel che è certo è che Punto Panino e Punto Ponce lavoreranno in sinergia per poter rivolgersi a un pubblico sempre più vasto e offrirgli una proposta completa”. Tanto più che siamo in una zona di passaggio nevralgica a Livorno, perché piazza Damiano Chiesa è un vero e proprio crocevia per chi si sposta da una parte all’altra della città. Quindi perché non fermarsi a bere un aperitivo dopo il lavoro, o un bel ponce dopo cena? Rosso, nero, alla vela, ad ognuno il suo e magari sempre in compagnia, per condividere insieme il sapore della tradizione. Dalle 18 in poi, Punto Ponce sarà un nuovo polo attrattivo per aperitivo e sera, mentre durante il giorno sarà sempre attivo il servizio bar e caffetteria. Tutto in uno spazio pensato in maniera originale: niente bancone interno, bensì servizio direttamente verso l’esterno, perché il Punto Ponce avrà un elegante salotto interno in stile barocco con una serie di punti di appoggio, ma anche un’area esterna attrezzata con sedie e tavolini che sicuramente sarà apprezzata nella bella stagione che sta per arrivare. Bella come una piazza che continua a qualificarsi, ampliando sempre di più la propria offerta a livello enogastronomico e non solo. Anche a questo tengono Marco e Andrea Dell’Omodarme: “Io lavoro ormai da più di dieci anni in questo quartiere – dice il padre – e sono felice di continuare a investire in questa zona che ritengo preziosa per Livorno. Vogliamo contribuire a far sì che piazza Damiano Chiesa sia sempre più fruibile per tutti, uno spazio vivo che è di passaggio per i livornesi, ma anche per chi viene da fuori”.
Quella di Marco e Andrea è anche una storia di passione che va da un padre di 56 anni a un figlio di 25 che hanno deciso di condividere un percorso e, come in tutte le buone famiglie, dove non arriva uno, arriva l’altro. Per idee, cambiamenti ed entusiasmo, ma anche esperienza e capacità che, in un settore come quello della ristorazione, non si possono improvvisare. E allora viva il ponce che stringe giovani e adulti all’insegna di un piacere che non va dimenticato, bensì saputo tramandare e tenere al passo con i tempi. Appuntamento a venerdì 20 aprile, punto e ponce.

informazione pubblicitaria

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive