Cerca nel quotidiano:


2mila album da disegno in beneficenza

La Fabriano ha donato gli album a Unicoop Tirreno che, a sua volta, li ha distribuiti a chi lavora con i bambini. Di questi, 200 sono andati a Pediatria e 200 al Parco del Mulino di Livorno

Martedì 5 Maggio 2020 — 18:35

Mediagallery

La storica azienda Fabriano (oggi marchio di Fedrigoni Spa) ha donato duemila album da disegno a Unicoop Tirreno che sono stati distribuiti dalla Cooperativa tra realtà e associazioni che lavorano con i bambini. Questo l’elenco:

Ass. “Un cuore un mondo” Opa Massa (Ospedale Pediatrico Apuano) (200 album)

Fondazione Ti Amo Viareggio (500 album) – Soci della Fondazione sono il Comune di Viareggio e le associazioni “L’Albero delle bimbe, centro Rett Toscana onlus” e “associazione italiana Sux Fragile”.

Reparto pediatria ospedale Livorno (foto, 200 album)

Ass. persone down Parco del Mulino (200 album)

Officina 97 Piombino (300 album) – Doposcuola per bambini provenienti da famiglie molto fragili.

Abio (Associazione Bambino In Ospedale) GROSSETO (200 album) -Volontari che intrattengono i bambini ricoverati

Museo di Storia Naturale della Maremma Grosseto  (200 album) – per le animazioni con i bambini in visita al museo e al Parco della Maremma

Carcere di Massa Marittima (Gr) (120 album) – E’ presente un angolo ricreativo dedicato ai bambini in visita ai genitori detenuti

 

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Andrea Cognetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.