Cerca nel quotidiano:


Tra Ardenza e Leccia 900 nuovi alberi

Progetto di forestazione del Comune con il sostegno di Unicoop Tirreno: scelte specie che potranno integrarsi al meglio con le condizioni climatiche

Martedì 27 Ottobre 2020 — 15:25

Mediagallery

L'assessore Viviani: "Ringraziamo Unicoop Tirreno che aderendo all'iniziativa e aumentando il verde urbano aiuta la nostra città a ottenere un miglior microclima"

Partito il progetto di forestazione che vede protagonista il Comune (foto tratta dal sito del Comune). Saranno piantumati 900 nuovi alberi grazie all’iniziativa di Unicoop Tirreno “Un nuovo socio, un nuovo albero”, che rientra in Mosaico Verde, la campagna nazionale ideata e promossa da AzzeroCO2 e Legambiente con lo scopo di riqualificare il territorio italiano e tutelare i boschi esistenti. Un progetto che andrà a vantaggio del verde urbano, del contrasto ai cambiamenti climatici e della qualità dell’aria, con l’ulteriore finalità di ridurre le isole di calore restituendo respiro alla città e migliorando la fruibilità di queste aree da parte dei residenti. La realizzazione di isole verdi, inoltre, permette di creare habitat particolarmente apprezzati dalla piccola mammo-fauna e dall’aviofauna che vi trovano rifugio e cibo. L’intervento di piantumazione interessa tre aree localizzate nella zona sud di cui due nel quartiere Ardenza-La Rosa e una nel quartiere La Leccia destinate ad oggi a parchi pubblici. Il progetto prevede la messa a dimora di specie arboree e arbustive autoctone che potranno integrarsi al meglio con le condizioni climatiche del luogo tra le quali: il leccio, l’orniello, l’acero campestre e la roverella. In particolare, nel parco BMX (compreso tra via dell’Ardenza, via Tommasi, via Bat-Yam e via degli Scarronzoni) l’area destinata all’intervento è di 2.700 m² e in quest’area saranno piantati circa 450 esemplari tra alberi e arbusti. Nel parco Bikonacki-Muratori (compreso tra via Bikonacki, via Romagnosi, via Muratori e via Machiavelli) saranno messi a dimora 170 alberi e 55 arbusti, mentre alla Leccia, nel parco del Rio Felciaio saranno posti alberi e arbusti per un totale di 225 piante. Attenzione è stata posta, nella scelta delle essenze, anche agli aspetti funzionali della tipologia di verde che si andrà a creare, delle esigenze manutentive delle singole specie e del potenziale allergenico delle specie, evitando quelle caratterizzate da elevata allergenicità.

“Un nuovo socio un nuovo albero” – attraverso cui è stato reso possibile l’intervento di Livorno – è l’iniziativa lanciata da Unicoop Tirreno che dal 26 febbraio al 31 dicembre 2020 si è impegnata per ogni nuovo socio tra i 18 e i 30 anni a piantare un giovane albero e che prevede per gli stessi anche 30 euro in buoni da spendere in prodotti della linea bio ed ecologica ViviVerde Coop. Il progetto fa parte della campagna Mosaico Verde nata nel 2018 con lo scopo di facilitare l’incontro tra le necessità degli enti locali di recuperare aree verdi e la volontà delle aziende di investire risorse nella creazione o tutela di boschi permanenti, come misura di Responsabilità Sociale d’Impresa. Mosaico Verde ha un obiettivo ambizioso: piantare 300.000 nuovi alberi e tutelare 30.000 ettari di boschi esistenti su tutto il territorio nazionale. “Al centro della pandemia e in questo nostro Terzo Millennio le città devono trasformarsi da dissipatrici a produttrici di risorse, da inquinanti e pericolose a luoghi salubri e favorevoli alla convivenza – dichiara Silvia Viviani, assessora all’Urbanistica e Verde Urbano del Comune di Livorno – La messa a dimora degli alberi è un’azione fondamentale per questi obiettivi e anche un segno di fiducia nel futuro. Abbiamo scelto di incrementare la presenza degli alberi in città a partire dai parchi che sono i luoghi pubblici nei quali ci siamo ritrovati dopo il lockdown e dove abbiamo cercato ristoro, svago, la possibilità di fare attività all’aperto. Abbiamo scelto tipi di piante che dureranno nel tempo, che bene si possono contestualizzare e che incrementano la biodiversità fornendo un giusto habitat alle specie animali che vi troveranno sede. Ringraziamo Unicoop Tirreno che aderendo all’iniziativa e aumentando il verde urbano aiuta la nostra città a ottenere un miglior microclima, un più bel paesaggio e una maggiore sicurezza nella difesa dei suoli”.

Riproduzione riservata ©