Cerca nel quotidiano:


Aamps, compostaggio condominiale: via al progetto ecologico

Compostiere gratuite e realizzate in plastica riciclata che potranno essere richieste da tutti coloro interessati a produrre compost di qualità. Prevista una riduzione della Tari per chi aderirà alla proposta

Mercoledì 15 Settembre 2021 — 23:36

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Prende il via in città il progetto “Compostaggio condominiale” in collaborazione tra il Comune di Livorno e Aamps. Un’iniziativa che consentirà a coloro che ne faranno richiesta di installare senza alcun costo impianti di compostaggio domestico in plastica riciclata, sia nei condomini che nelle singole abitazioni.
“Questa operazione estende la pratica della produzione di compost anche ai condomini – spiega l’assessora all’ambiente Giovanna Cepparello – Da oggi in poi i complessi abitativi con determinate caratteristiche potranno richiedere l’installazione delle compostiere nei loro spazi. Un’attività che avvia un importante percorso di riduzione del rifiuto nella gestione del servizio ordinario”.
Da lunedì 20 settembre i cittadini potranno infatti presentare domanda di adesione nell’apposita sezione sul sito wwww.aamps.livorno.it, previa anticipata approvazione a cura dell’assemblea del condominio. Prevista una riduzione del 20% sulla parte variabile della Tari per coloro che aderiranno.
“La più grande quantità di rifiuti che gli esseri umani producono proviene proprio dagli elementi organici – aggiunge l’amministratore di Aamps Raphael Rossi – Per quanto sia vero che sono la parte degli scarti più facile da riciclare, se trattati male inquinano molto di più del resto. La compostiera è naturalmente ideale per chi possiede un giardino, utilizzarla in un contesto condominiale è più complesso ma non impossibile. Per farlo, è sufficiente gestire la cosa in base alle singole esigenze, in questo modo si riduce l’impatto di produzione del rifiuto direttamente alla fonte. La pratica del compostaggio costituisce un’azione estremamente virtuosa: il rifiuto in questo modo non ha impatto ambientale e assorbe CO2”.
Mercoledì 22 settembre dalle 17 alle 18 il Coordinamento provinciale Rifiuti Zero e alcuni volontari saranno a disposizione negli spazi di villa Mimbelli per una formazione gratuita sulla tematica. L’evento sarà registrato e successivamente reso disponibile sui canali social delle istituzioni.
“Nella nostra realtà c’è stato un difetto iniziale: prima è partita la raccolta differenziata e porta a porta, dopo ci si è trovati a rincorrere il tema dell’educazione alla differenziazione – commenta il sindaco Luca Salvetti – Aamps segue la questione con grande interesse, anche se è chiaro che la città deve tuttora essere condotta verso un livello di pulizia maggiore”.

Riproduzione riservata ©