Cerca nel quotidiano:


Alluvione, un pianoforte per ripartire

L’Associazione Polifonica Guido Monaco svolgeva le proprie attività nei locali della Parrocchia di Nostra Signora di Lourdes in Collinaia che la notte del 10 settembre furono inondati da circa 3 metri di acqua e fango

Venerdì 23 Marzo 2018 — 06:00

Mediagallery

A poco più di sei mesi dalla tragica alluvione che colpì la città di Livorno, si è tenuta all’interno della Sala Ablondi, nella parrocchia Santissima Annunziata dei Greci, alla Scopaia, una cerimonia carica di significato (foto in pagina di Simone Lanari).  I due club Rotary cittadini, Rotary Club Livorno e Rotary Club Livorno Mascagni, rappresentati dai relativi presidenti, Giorgio Odello e Marco Macchia, hanno donato un nuovo pianoforte all’Associazione Polifonica Guido Monaco di Livorno.

I Rotary Club livornesi, all’indomani del tragico 10 settembre che ha così duramente colpito la città, nell’intento di dare un sostegno concreto a nostri concittadini hanno aperto il conto corrente “Rotary Alluvione Livorno” dove far confluire fondi al fine di sostenere quelle realtà che, a causa dell’alluvione, necessitavano di interventi urgenti in molti  settori della società.

L’Associazione Polifonica Guido Monaco, da qualche anno a questa parte, svolgeva le proprie attività nei locali della Parrocchia di Nostra Signora di Lourdes in Collinaia che la notte del 10 settembre furono inondati da circa 3 metri di acqua e fango distruggendo in poche ore un patrimonio storico-musicale di oltre 100 anni. La donazione di un essenziale strumento, è un gesto importante, vitale per un coro e che si unisce alle tante azioni di solidarietà dimostrate sia a livello locale, regionale e nazionale.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Paolorossi

    Tali iniziative sono ammirevole e auspicabili. Bravi Rotariani