Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Alluvione, un pianoforte per ripartire

Venerdì 23 Marzo 2018 — 06:00

L’Associazione Polifonica Guido Monaco svolgeva le proprie attività nei locali della Parrocchia di Nostra Signora di Lourdes in Collinaia che la notte del 10 settembre furono inondati da circa 3 metri di acqua e fango

A poco più di sei mesi dalla tragica alluvione che colpì la città di Livorno, si è tenuta all’interno della Sala Ablondi, nella parrocchia Santissima Annunziata dei Greci, alla Scopaia, una cerimonia carica di significato (foto in pagina di Simone Lanari).  I due club Rotary cittadini, Rotary Club Livorno e Rotary Club Livorno Mascagni, rappresentati dai relativi presidenti, Giorgio Odello e Marco Macchia, hanno donato un nuovo pianoforte all’Associazione Polifonica Guido Monaco di Livorno.

I Rotary Club livornesi, all’indomani del tragico 10 settembre che ha così duramente colpito la città, nell’intento di dare un sostegno concreto a nostri concittadini hanno aperto il conto corrente “Rotary Alluvione Livorno” dove far confluire fondi al fine di sostenere quelle realtà che, a causa dell’alluvione, necessitavano di interventi urgenti in molti  settori della società.

L’Associazione Polifonica Guido Monaco, da qualche anno a questa parte, svolgeva le proprie attività nei locali della Parrocchia di Nostra Signora di Lourdes in Collinaia che la notte del 10 settembre furono inondati da circa 3 metri di acqua e fango distruggendo in poche ore un patrimonio storico-musicale di oltre 100 anni. La donazione di un essenziale strumento, è un gesto importante, vitale per un coro e che si unisce alle tante azioni di solidarietà dimostrate sia a livello locale, regionale e nazionale.

Condividi:

Riproduzione riservata ©