Cerca nel quotidiano:


Avis, da oggi è possibile prenotare esami e visite grazie al progetto Botteghe della Salute

A Livorno e Collesalvetti aperti nuovi sportelli per i servizi digitali gratuiti grazie alla collaborazione con Anci. I servizi saranno erogati gratuitamente ogni mercoledì dalle 9.30 alle 12.30

Venerdì 11 Marzo 2022 — 16:07

Mediagallery

I cittadini toscani hanno un’opportunità in più per usufruire dei servizi sanitari: le “Botteghe della Salute” da oggi contano anche su 22 sedi di Avis in 9 province fra cui quella regionale di via Borgognissanti a Firenze. Sarà più facile prenotare una vaccinazione o un tampone anti Covid, scaricare e stampare il green pass, attivare la propria tessera sanitaria, accedere al fascicolo sanitario elettronico e creare le credenziali Spid, imparando anche a usare il sistema.
Inoltre, nelle altre Botteghe della Salute Anci gemellate con Avis sarà possibile ricevere informazioni sulla donazione di sangue e plasma, richiedere la prenotazione per la donazione di sangue e plasma, prenotare visite ed esami, stampare referti medici, pagare il ticket, attivare la tessera sanitaria, ricevere assistenza sui servizi Covid regionali, attivare lo Spid.
L’annuncio dell’apertura dei nuovi sportelli con cui Avis in Toscana partecipa al progetto delle Botteghe della Salute è arrivato da Prato dove è stato il sindaco e presidente di Anci Toscana Matteo Biffoni ad inaugurare nella sede dell’Avis Comunale l’attivazione dei servizi insieme alla presidente di Avis Toscana Claudia Firenze.
“Le nostre Botteghe della Salute rappresentano ormai un punto di riferimento importante per i territori della Toscana, dove i cittadini possono trovare assistenza e supporto su tutti i servizi legati alla sanità e non solo” ha affermato Matteo Biffoni, presidente Anci Toscana. “Questa collaborazione con Avis rafforza questa vocazione, per un settore così rilevante come quello della donazione di sangue. Ringrazio di cuore Avis e ringrazio i giovani volontari del servizio civile di Anci Toscana per il loro prezioso lavoro”.
“Un impegno comune con attività reciproche – ha commentato la presidente Claudia Firenze – che nasce con l’obiettivo di espandere la cultura del dono, come valore aggiunto della donazione del sangue, e per dare un servizio di sanità digitale, indispensabile alla collettività in questo periodo di pandemia. Un percorso di prossimità per sensibilizzare sui diritti della salute, attraverso l’impegno attivo dei volontari di Avis e dei giovani in servizio civile. Un progetto necessario e prioritario per stare accanto ai cittadini e favorire la cura della loro salute tramite la digitalizzazione e la semplificazione dei servizi. Il nostro impegno con Anci, che ringrazio per la fiducia rivolta ad Avis, va in questa direzione”.
Nelle 22 sedi regionali di Avis che erogheranno i servizi di sanità digitale sono stati formati e adesso operativi 30 giovani in servizio civile. I comuni in cui sarà
possibile nelle sedi Avis usufruire dell’assistenza sono Bucine, Calcinaia, Capannoli, Carrara, Castelfiorentino, Cetona, Collesalvetti, Empoli, Firenze, Grosseto, Livorno, Massa, Montespertoli, Montopoli in Valdarno, Monsummano, Pisa, Poggibonsi, Prato e Siena. I servizi saranno erogati gratuitamente ogni mercoledì dalle 9.30 alle 12.30, i contatti di ogni sede, eventuali variazioni di orario e altre aperture straordinarie sono aggiornati e consultabili alla pagina web dedicata sul sito di Avis Toscana.
All’indirizzo www.avistoscana.it/botteghesalute è possibile consultare l’elenco aggiornato delle sedi che aderiscono con relativi contatti e orari di apertura.

Riproduzione riservata ©