Cerca nel quotidiano:


Commercialisti in aiuto
dei terremotati

L'Ordine dei Commercialisti di Livorno ha attivato un conto correte per la raccolta di donazioni a favore delle popolazioni terremotate con scadenza il 20 settembre

Mercoledì 7 Settembre 2016 — 11:28

Mediagallery

L’Ordine dei Commercialisti di Livorno ha attivato un conto corrente per la raccolta di donazioni a favore delle popolazioni terremotate con scadenza il 20 settembre. Il conto è: commercialisti solidali Livorno, IBAN IT87T0846113900000010639037
CAUSALE : Cognome/Nome per sisma 2016.
Le somme ricavate saranno destinate alla realizzazione di uno specifico progetto di ricostruzione che sarà individuato in collaborazione con l’Ordine dei commercialisti di Rieti. La finalizzazione delle somme sarà verificata e rendicontata sotto la responsabilità dei presidenti dei due Ordini Giovanni Verugi e Pier Luigi Coccia. I contributori saranno individualmente menzionati sul sito dell’Ordine di Livorno, salvo diversa volontà da comunicare a [email protected] Si prega di comunicare allo stesso indirizzo un recapito e-mail per l’invio di info e rendicontazioni. Nessuno come i commercialisti è in grado di verificare l’utilizzo al cento per cento delle risorse raccolte.

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # gmagri

    Ma una bella auto-tassazione? Con le parcelle che percepiscono penso che sarebbe stato un bel sotto-titolo da porre all’articolo.
    Di IBAN per questo terremoto se ne sono aperti a go go, basta gia quello predisposto sin da subito dalla Protezione Civile Nazionale, basta metterci i soldi dentro

  2. # Giusy

    Prima di tutto non tutti i commercialisti hanno delle belle parcelle e poi la donazione deve essere spontanea e non imposta.

    1. # gmagri

      Se ti riferisci al mio commento, non ho detto che hanno belle o brutte parcelle….hanno parcelle…quindi anche un solo euro di donazione non farebbe male, proprio perchè dare aiuto viene dal cuore e non da un obbligo.
      Coda di paglia?

  3. # Giusy

    Hai parlato di auto-tassazione o sbaglio? E non va bene, queste cose, come dici te nascono dal cuore e non da un obbligo.

    1. # gmagri

      Direi che vista la gravità dell’accaduto, mi pare una perdita di tempo fare la “mestra” d’italiano.
      Se scrivevo offerta libera ti suonava bene? Il risultato non cambia, se volevano si frugavano. Te lo dico in gergo poichè non ho voglia di altre correzioni.