Cerca nel quotidiano:


Comune: altri 100mila euro per l’innovazione e lo sviluppo tecnologico

Rifinanziato il bando destinato alle micro e piccole imprese, ai professionisti e a sostegno dello start up giovanile

Mercoledì 10 Novembre 2021 — 18:01

Mediagallery

Il Comune di Livorno mette a disposizione altri 100mila euro per la concessione di contributi a sostegno dell’innovazione e dello sviluppo tecnologico e digitale delle micro e piccole imprese (MPI), dei professionisti e a sostegno dello start up giovanile. La decisione di rifinanziare il bando, aperto lo scorso 23 settembre con uno stanziamento iniziale di 200mila euro esauritosi in meno di un mese,  è stata presa dalla Giunta comunale. “I progetti presentati – ha dichiarato l’assessore al Lavoro e allo Sviluppo Locale Gianfranco Simoncini – dimostrano che è stata accolta la volontà dell’Amministrazione comunale di favorire l’innovazione e la riqualificazione del tessuto produttivo locale,  ma allo stesso tempo dimostrano che il Comune ha saputo cogliere un bisogno forte di innovazione da parte delle imprese locali. Questo – ha aggiunto – ci spinge ad andare ulteriormente avanti su questa strada, prevedendo anche per il prossimo anno una terza edizione del bando a favore della piccola e micro impresa. Quando poi arriverà a compimento la programmazione regionale, potremo destinare risorse anche a favore della grande impresa”. I nuovi contributi permetteranno di finanziare quattro domande che, a causa dell’esaurimento delle risorse, erano state inserite in una apposita lista d’attesa, e le altre richieste che giungeranno entro il 9 dicembre, data di chiusura del bando. Scendendo nel dettaglio, le domande pervenute all’Amministrazione dal 23 settembre sono state 41, di queste 5 sono state presentate da liberi professionisti e 36 da imprese. Guardando poi alle categorie di spesa rendicontate dalle imprese, sono stati sostenuti prevalentemente investimenti (pari a quasi 400 mila euro) relativi ad interventi di digitalizzazione che, combinati con l’acquisto di beni materiali e immateriali, hanno permesso di realizzare progetti di innovazione e trasformazione tecnologica e digitale.

Ricordiamo che sono ammissibili esclusivamente le spese sostenute a partire dal 23 settembre scorso e che risultino regolarmente fatturate, pagate e contabilizzate alla presentazione della domanda.  Il bando è consultabile nella sezione “Lavoro e Sviluppo Economico – Bandi” della rete civica comunale. Le domande dovranno essere inviate esclusivamente mediante posta elettronica certificata all’indirizzo [email protected]  Per informazioni sul bando è possibile inviare una mail a [email protected]

Riproduzione riservata ©