Cerca nel quotidiano:


Ctt Nord, video (con spiderman) sul tema del bullismo

Presentato il video realizzato durante l’anno scolastico 2018/2019 dai ragazzi delle classi I CLA e I H del Vespucci nell’ambito del progetto promosso da Ctt Nord in collaborazione con coop. Itinera

Giovedì 3 Ottobre 2019 — 16:30

Mediagallery

Nell’Aula Magna dell’Isis Vespucci Colombo di Livorno si è tenuta la presentazione del video (clicca qui) realizzato durante l’anno scolastico 2018/2019 dai ragazzi delle classi I CLA e I H nell’ambito del progetto Fermata d’autobus, promosso da Ctt Nord in collaborazione con coop. Itinera. Un progetto didattico che durante lo scorso anno ha coinvolto le scuole secondarie di secondo grado dei territori di Livorno, Lucca, Pisa e Massa. Il video, che ha partecipato al Concorso Nazionale organizzato dalla CISL sul tema del bullismo, vede protagonisti alcuni giovani all’interno di un mezzo pubblico che tengono comportamenti sbagliati, scorretti. Poi interviene un super eroe, un ragazzo mascherato da “spiderman”, per ristabilire l’ordine e far capire come ci si deve comportare.
In base all’esperienza maturata nel corso degli anni nell’ambito dei progetti di valorizzazione del trasporto pubblico realizzati da Ctt Nord, l’azienda stessa ha ritenuto interessante in questa occasione coinvolgere il target degli studenti degli istituti superiori, attraverso un’esperienza formativa originale e coinvolgente, nella quale i ragazzi potessero sentirsi veramente protagonisti del percorso educativo e non semplici fruitori. Un progetto formativo partecipato, volto alla sensibilizzazione dei più giovani verso  forme di mobilità più rispettose dell’ambiente ed allo stesso tempo creativo capace di rendere concreti gli aspetti più significativi del tema della legalità e della mobilità urbana.

Fermata d’autobus è stato organizzato attraverso interventi di aula e percorsi sul territorio coordinati dalla presenza di operatori didattici esperti con l’obiettivo di fornire gli strumenti di base ai ragazzi per muoversi in autonomia e con consapevolezza con i mezzi pubblici nella loro città, sviluppare il senso civico dei giovani, stabilire una sorta di decalogo per usufruire dei mezzi pubblici nel pieno rispetto dell’altro, favorire a creare l’immagine del bus, non solo come mezzo di trasporto alternativo per rendere la qualità della vita nelle nostre città più sostenibile, ma anche come mezzo di incontro e socializzazione. Le informazioni acquisite durante la fase di aula del progetto sono state verificate attraverso un’esperienza diretta sul campo. Le osservazioni e le riflessioni emerse dall’esperienza del viaggio hanno guidato i ragazzi nella scrittura di un testo, una vera e propria sceneggiatura che è stata la base di uno spot video di promozione del trasporto pubblico.

Il progetto è finanziato da CTT NORD ed è gratuito per le scuole.

Coordinamento Ctt Nord
Il progetto si è avvalso della collaborazione di Bruno Bastogi, responsabile esercizio dell’area livornese di CTT NORD che ha illustrato il tema della sicurezza e del rispetto delle regole sui mezzi pubblici. Un ringraziamento alle insegnanti che hanno seguito il progetto ed hanno collaborato con la coop. Itinera: Simona Bidolli, Susanna Ceccarelli, Raffaella Gori.

Coordinamento Coop Itinera
Carlo Neri e Valeria Morgantini di Itinera, entrambi con una formazione teatrale ed esperienza consolidata nell’ambito della didattica e della formazione, hanno seguito il processo di creazione dello spot promozionale supportando i ragazzi nella fase di ideazione e di drammatizzazione. Virginia Chirici giovane video maker ha documentato tutte le fasi di lavoro durante gli incontri di aula ed ha creato i video spot.

Il vice presidente di Ctt Nord Maurizio Paponi dichiara: “Il progetto Fermata d’Autobus è al suo terzo anno e sta crescendo in quantità di scuole coinvolte ed in qualità dei video prodotti. La nostra scelta è stata di “dare la parola ai ragazzi” e di questo siamo ogni anno più soddisfatti. Sono i ragazzi a dare la voce ai valori della legalità, del rispetto e dell’educazione. Per noi è un momento molto importante di ascolto dei messaggi di una nuova generazione di utenti del servizio pubblico dai quali cercheremo di apprendere il più possibile”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.