Cerca nel quotidiano:

Condividi:

È livornese la prima tavola da surf 100% ecosostenibile

Sabato 1 Ottobre 2022 — 06:00

Federico Neri modella e resina la “X board” by Blakka Surfboards, la prima tavola da surf  Made in Italy, completamente ecosostenibile, fatta con pani riciclati prodotti da Polyola in poliuretano riciclato e riciclabile al 100% e Alfredo Meschi l’ha decorata con le sue X

Federico Neri, classe 1975,  è un livornese con l’amore per il surf e la natura. Ha fatto parte della seconda generazione di surfisti livornesi. Ha iniziato con il bodyboard e lo skateboard nel 1986 e nel 1989 si è innamorato del surf da onda e dello snowboard (durante i mesi invernali). Già nel 1992/93 faceva parte del team di Marafrica sponsorizzato Costa Ovest dove li rappresentava nel circuito juniores dell’A.S.I. (la prima associazione per i contest a livello nazionale, capeggiata da Alessandro Dini). Dal 1994 al 1997 ho fatto parte del team Hoasy Surf e usava tavole Dirty di Roma.

Parte per l’Australia dove vive 13 anni dove oltre a surfare regolarmente ha messo a frutto le sue competenze nautiche per la progettazione della Blakkaboard (in via di brevettazione), una tavola che può essere surfata da entrambi i lati. Il prototipo della Blakkaboard è esposto al “Aravine Estate Surf  Gallery Museum”.
Tornato a Livorno nel 2019 riprende a surfare le “sue” onde, nel frattempo  incontra l’artista livornese Alfredo Meschi e insieme realizzano un nuovo progetto che coniuga attivismo, arte e surf: “X therapy”.

Alfredo Meschi è un artista contemporaneo che ha deciso di tatuarsi 40.000 piccole X sulla sua pelle. Cosa rappresentano le X? Ogni secondo una quantità pari a 40.000 bottiglie di plastica da mezzo litro finisce negli oceani. Ogni secondo 40.000 animali, il 95% dei quali abitanti degli oceani, vengono spazzati via a causa del nostro insano appetito. Un gesto artistico che sta riscuotendo grande attenzione e sostegno sia nel mondo dell’arte contemporanea che in quello dell’attivismo.

Federico Neri quindi modella e resina (presso Surfcove, shape house livornese)  la “X board” by Blakka Surfboards, la prima tavola da surf  Made in Italy, completamente ecosostenibile, fatta con pani riciclati prodotti da Polyola, produttore francese del primo surfboard blank (‘pane di schiuma’) in poliuretano riciclato e riciclabile al 100% e Alfredo Meschi l’ha decorata con le sue X. E’ in via di autorizzazione l’Ecoboard Label.

“X therapy” intende coscentizzare le nuove generazioni rispetto alla drammatica situazione ambientale mondiale e facilitare un loro agire pro-positivo, questo è ciò che vogliono realizzare. Come? Unendo arte contemporanea, cinema e artivismo con il surf da onda, sport e filosofia di vita simbolo del rispetto e dell’interconnessione fra l’umanità ed il grande blu,  creando una tavola da surf realizzata con materiali sostenibili, decorarla con migliaia di X e surfarla nelle acque finlandesi.

A questo progetto si è unito anche Luis Murrighile, video maker con la passione per il mare, la natura e l’avventura, creatore di “Silence magazine”, è co-protagonista e testimone oculare di questa impresa. Un progetto tutto livornese che merita l’attenzione di chi ama lo sport e il rispetto per la natura.

Condividi:

Riproduzione riservata ©